Perdido Street Station

China Miéville

Traduttore: E. Villa
Editore: Fanucci
Collana: Tif extra
Anno edizione: 2011
Formato: Tascabile
In commercio dal: 20/10/2011
Pagine: 774 p., Brossura
  • EAN: 9788834718209
Disponibile anche in altri formati:

€ 4,95

€ 9,90

Risparmi € 4,95 (50%)

Venduto e spedito da IBS

5 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Vladi

    17/03/2016 20:31:25

    Ho iniziato a leggere questo romanzo senza conoscerne minimamente l'autore o l'argomento. Credevo si trattasse di fantascienza ma non lo è. L'impressione, che si manifesta prepotente dall'inizio, è che lo scrittore vada volontariamente troppo oltre. Come se Mieville si divertisse a far credere che Burroughs in persona stia guidando la sua mano e che entrambi siano sotto l'effetto di un potente allucinogeno. Va troppo oltre nell'incredibile varietà di razze che popolano la decadente città di New Crobuzon, troppo oltre nella caratterizzazione fisica dei personaggi, troppo oltre nella rappresentazione dei loro vizi, che diventano infatti perversioni come dirà lo stesso Isaac, uno dei protagonisti innamorato della donna insetto. Troppo oltre anche nella scelta dei cattivi, ma qui non posso dire altro senza svelare parte della trama. Per quel che mi riguarda un solo motivo mi ha convinto ad andare avanti e ad arrivare fresco e motivato al momento clou della storia: Yagharek il garuda. Una creatura misteriosa, altera, impassibile e spietata, come la pena che gli è stata imposta per l'ignoto e orribile crimine commesso. Yagharek, intorno al quale per circa metà romanzo ruoterà tutta la storia, ha realmente ed immediatamente catalizzato tutta la mia attenzione perché sembra in tutto e per tutto un personaggio del mitico Enki Bilal (se qualcuno ricorda Horus de "La fiera degli immortali" sa di cosa parlo). Detto questo, le 800 pagine, sono un po' meno in realtà, si leggono facilmente e con una moderata soddisfazione. Quando la lotta infurierà, molti personaggi daranno il meglio di se stessi, il crudele e poetico "tessitore" o la medium Umma Balsum tra i tanti, ed a quel punto sarete così assuefatti al delirio e alla taumaturgia prêt-à-porter da non notare più stonature? o quasi.

  • User Icon

    gutul

    24/08/2015 16:19:58

    Pessimo. Si potrebbero tagliare via metà dei paragrafi senza perdere una singola informazione, uno sprooquio di descrizioni inutili. E un finale moralistico che, oltre ad essere stucchevole, stona stona pure con tutto il resto del racconto. Scarso.

  • User Icon

    marcostraz

    20/08/2013 19:51:38

    Direi un libro particolare e molto interessante, sicuramente "diverso", in alcuni momenti ricorda ambientazioni in stile Star Wars, in altre è più decisamente horror...a volte è un pò troppo lento, in altre ci sono brusche accelerate...comunque direi un libro oltre la sufficienza...

  • User Icon

    Musashi1978

    18/07/2012 12:06:37

    Davvero un bel libro...io ne ho di fantasia, ma China è proprio fuori di melone;) Protagonisti atipici, comprimari strambi, il tutto condito da una bella storia. Unica pecca, le troppe descrizioni, davvero frustranti a volte, pagine e pagine, anche qualche capitolo evitabile. Cmq China è promosso!

  • User Icon

    Cadmio

    22/05/2012 22:17:27

    Il libro è ambientato in un mondo immaginario popolato di uomi e donne cactus, uomini-rospo e esseri con il corpo di donna e una blatta (sì, blatta) al posto della testa, il tutto condito in una salsa di regime totalitario e di polizia segreta. Potrà lasciare perplessi ma è forse la cosa più bella del libro. La trama è interessantissima fino a metà poi, a mio modesto avviso, pur non perdendosi troppo, parte, per così dire, per la tangente (le falene) e tralascia l'intreccio più intrigante (il progetto delle "ali" del protagonista). La scrittura è scorrevole ma si perde in lunghe descrizioni che risultano eccessive (100 pagine in meno si potevano fare, eh!). Peccato perchè il libro è bello e lo consiglio sicuramente, però rimane una sensazione di sottofondo di delusione per il capolavoro che sarebbe potuto essere. Edizione della Fanucci con luci e ombre: prezzo ottimo ma non è possibile sbagliare la trama sull'ultima di copertina (e' quella del seguito!)

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione