Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Recensioni La perfezione non è di questo mondo

  • User Icon
    01/03/2021 14:24:59

    Quattro vite, differenti una dall'altra, si "scontrano" in circostanze del tutto fortuite, per scoprire poi, nonostante tutto, di avere insospettabili punti in comune. Tutto si svolge sotto la gentile e affettuosa supervisione dei loro fantasmi: la cara moglie perduta da poco, un amico prezioso. Un libro garbato, delicato soprattutto nell'affrontare la solitudine che, silenziosa, avvolge i personaggi e a cui giovani e anziani trovano rimedi diversi ma ugualmente efficaci. Una lettura che non si intraprende per un particolare motivo, ma che, proprio per questo, sorprende e conquista; la sua leggerezza è un efficace antidoto contro i "pensieri bui" e lascia un piacevole senso di appagamento anche nei lettori più esigenti.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    29/01/2021 12:55:13

    Il libro potrebbe sembrare triste se uno si ferma al fatto che uno dei protagonisti vede la moglie morta, invece lo stile breve dei capitoli rende agile la lettura e seppur storie distinte sono tutte collegate senza saperlo. Consiglio di leggerlo!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/11/2020 23:46:55

    Una piacevole lettura esista.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    25/09/2019 13:32:43

    la perfezione non e' di questo mondo, lo si sa. Olga, Gemma, Fausto, Adriano il romanzo ruota intorno alla vita di questi personaggi legati assieme tra loro. Olga e' un' anziana signora che telefona spesso a Gemma, giovane ragazza libraia, che fa la volontaria in un centro ascolto per anziani. Fausto ha una vita che pensa sia felice con Susanna, fino a quando al parco non incontra Gemma e se ne innamora. Adriano rimpiange la moglie morta da poco alle Molinette e si reca da lei tutti i giorni per rivederne il suo fantasma. Storie normali di persone che incrociano i loro destini. Molto sentimento e molta dolcezza in questo libro. Semplice, geniuno ma di piacevolissima lettura.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    24/09/2019 16:00:21

    Una lettura fresca e leggera che profuma di sogno e di amore. Da leggere tutto d'un fiato.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/09/2019 09:53:25

    Un libro per l'estate, che ti cattura senza impegnarti troppo. La trama è semplice, forse prevedibile. Ci sono affetti veri ci si intrecciano tra le generazioni. Ci sono mancanze che ti spingono verso l'altro. Ci sono incontri che azzerano le tue imperfezioni. “Le cose che fanno male? Lo sanno tutti: le sigarette, troppi dolci, troppi grassi, troppo alcol, stare sempre seduti." "Sbagliato! Fa male vivere in modo impeccabile!”. Insomma non sarà un capolavoro della letteratura ma sono pagine che fanno bene al cuore. Io lo consiglio.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/09/2019 07:06:13

    Una piccola, tenera storia di speranza e d’amore...

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    20/09/2019 08:41:45

    Un intreccio di vite e situazioni; esistenze tormentate da piccoli o grandi problemi. La perfezione non è di questo mondo è proprio questo: un intreccio. Adriano è un ex professore di filosofia, vedovo da poco, che passa il suo tempo libero alle “Molinette” l’ospedale in cui è morta la moglie; Giulietta è li, la vede vagare tra i corridoi, tra le stanze dei pazienti, eppure non si sofferma su di lui, sembra distratta da altro. Gemma è una commessa della libreria “Meloleggo”, ha 29 anni, figlia di una madre particolarmente frizzante, ed è volontaria presso il Filo d’Argento (un servizio telefonico che aiuta gli anziani in caso di bisogno o sostegno morale). Olga, ex infermiera, conosce Gemma proprio grazie al Filo d’Argento; è una donna sola, non ha parenti e nemmeno un compagno. Fortunatamente convive con un gatto, e la sua sua vicina di casa, Delia, è sempre molto disponibile in caso di bisogno. Fausto è un illustratore freelance, è fidanzato con Susanna, una ragazza molto bella e molto snob, ed è co-proprietario di Archibald, un bracco esuberante e pasticcione. Sarà proprio Archibald, inconsapevolmente, a facilitare l’incontro dei vari personaggi. La perfezione non è di questo mondo è un romanzo breve, estremamente delicato. Offre un’esperienza di lettura intensa e piacevole. Guida il lettore verso riflessioni su temi importanti della vita regalando attimi di ottimismo e speranza nonostante la presenza quasi sempre costante di un nodo in gola. Girare l’ultima pagina di questo libro lascia nel lettore una sensazione dolce e amara allo stesso tempo; una malinconia che si insedia nel cuore e che arricchisce la mente.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    04/06/2019 19:02:12

    un libro gradevole,molto delicato nel trattare un argomento che non lo è....piacevole scoperta,attendo i prossimi

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    10/03/2019 18:48:13

    Quando cercherete una lettura leggera, positiva, dal sapore di una favola dei giorni nostri, prendete in considerazione questo libro. E' una lettura che è durata meno di ventiquattr'ore, una storia semplice, una commedia leggera. Storie di personaggi che si intrecciano e di vite che cambiano, "silenziosamente accompagnate" da chi sta appena "di là". Una storia da leggere in una domenica sera sul divano, col camino acceso e una cioccolata calda a scaldare le mani.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    14/02/2019 11:00:47

    È una storia elegante, tenera e leggera. Con "leggerezza" parlo della leggerezza senza macigni sul cuore di Calvino, non della frivolezza. Una storia che mi ha coinvolta e che mi ha fatto bene all'umore. Lo stile è buono, la scrittura è ariosa e scorrevole al punto giusto, non ammorba né tralascia, è ben calibrata. In questo libro c'è spessore, si affrontano temi molto profondi, senza però rimanerne schiacciati. Spero di leggere presto altro di questa autrice.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    20/09/2018 13:14:44

    Sono quattro le vite, i micromondi, che ci permettono di costatare quanto tutto sia relativo e importante allo stesso tempo, come le diversità sono spesso i poli di una calamita che si attraggano. Infatti, cosa avranno da spartire un ex professore di filosofia, Adriano, da poco vedovo che pur vede ancora il fantasma della moglie nelle corsie di un ospedale, e Fausto, giovane illustratore impigliato in un vita apparentemente perfetta, ma restando a galla come un pesce in difficoltà? E cosa potranno mai dirsi nelle loro conversazioni del sabato Olga, anziana ex infermiera dalla vita impeccabile e Gemma, libraia di ventinove anni in cerca di solide risposte e alla prese con una madre che lei reputa troppo ingenua per difendersi da sola? Lo so, la risposta potrebbe essere “nulla”. Ma così non è, e ciò rende questo romanzo così particolare, rende i suoi personaggi comuni ma avvolti in una luce particolare, perché sono lì nel posto giusto al momento giusto. Un po’ come Ernesto, che in questo romanzo sembra solo una comparsa, ma saprà dare una chiave di lettura particolare.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    18/09/2018 07:52:35

    Deliziosa trama-calembour che fa sorridere e intenerisce. A tratti scaccia i pensieri, a tratti li suscita. Due ore trascorse piacevolmente, tanto da dimenticare qualche piccola scivolata sintattica.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    03/09/2017 15:24:46

    Senza infamia e senza gloria. Piacevole, ma non mi ha entusiasmato. Poi... attenta all'uso del congiuntivo. Svarione a pagina 46

    Leggi di più Riduci