Il periplo di Baldassarrre - Amin Maalouf - copertina

Il periplo di Baldassarrre

Amin Maalouf

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: E. Volterrani
Editore: Bompiani
Edizione: 2
Anno edizione: 2002
Formato: Tascabile
In commercio dal: 18 settembre 2002
Pagine: 373 p.
  • EAN: 9788845252563
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Nella lista dei desideri di 9 persone

€ 4,75

€ 8,80
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

1665. Baldassarre, raffinato libraio di origine genovese trasferitosi in terra mussulmana, riceve in dono da un vecchio misterioso mendicante un antico manoscritto intitolato "Il centesimo nome". Questo preziosissimo libro conterrebbe, secondo le teorie millenariste, verità definitive sul nome di Dio e annuncerebbe un'imminente Apocalisse per il 1666, l'anno della "Bestia". Ma il testo gli viene sottratto. Inizia così un lungo e avventuroso viaggio che conduce il protagonista, accompagnato da due nipoti e da una donna di cui si è invaghito, lungo l'intera costa nordafricana, e poi ancora a Lisbona, Amsterdam, Londra, per approdare infine nella città natale, Genova.
4
di 5
Totale 8
5
3
4
3
3
1
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    barbagianni39

    08/03/2014 21:31:01

    L'idea non è male, ma la scrittura non ha mordente e anche le situazioni più intriganti non suscitano alcuna emozione (tranne forse nell'episodio dell'attraversamento di Londra con Bess). Peccato!

  • User Icon

    Annalisa

    20/12/2013 14:27:36

    Bellissimo! mi ha tenuta inchiodata a leggere per diversi giorni. Atmosfere stupende e un viaggio meraviglioso in un'epoca che si penserebbe essere molto più chiusa e meno interessante. Da leggere assolutamente.

  • User Icon

    Roberto

    21/07/2013 01:41:06

    Un viaggio alla ricerca di un importante libro il cui contenuto potrebbe cambiare il destino dell'umanità. La vicenda è ambientata tra il 1665 e il 1666, anno della Bestia (la fine del mondo), raccontata da Baldassarre Embriaco, l'ultimo di una famiglia genovese, realmente esistita, che aveva lasciato Genova per l'Africa nel periodo di massima espansione della Repubblica di Genova. Baldassarre ha un negozio di libri e oggetti a Gibelleto, nell'attuale Libia. Intraprende un lungo viaggio che lo porta prima a Costantinopoli, poi a Smirne, Chio, Genova, Lisbona, Londra e ancora a Genova, dove riconosce infine le sue origini. Lo scopo del viaggio è tornare in possesso di un libro importantissimo che aveva inavvertitamente venduto. Il viaggio è pieno di insidie e pericoli; sono tanti i personaggi che incontra nel suo cammino e ognuno di questi lascia un segno importante. Non manca la storia d'amore che farcisce la vicenda con toni a volte romantici, a volte disperati. Il libro secondo me meriterebbe un 5, ma il finale mi è sembrato frettoloso rispetto al resto del libro. Avrei gradito uno svolgimento finale più ricco di dettagli. Ben scritto; bella ricostruzione storica poiché alcuni nomi ed eventi sono realmente presenti nella storia. Consiglio la lettura.

  • User Icon

    Mariflo

    09/03/2013 21:56:44

    Non è un 5 perchè l'ultima parte del libro ha perso in ritmo, originalità e suspense. Forse avrebbe potuto essere più breve, ma la storia è sicuramente curiosa e allettante. Per almeno 4/5 del libro, ho faticato ad abbandonarlo per riprenderlo in mano prima possibile, incuriosita dagli sviluppi di quello che è, in sostanza, un lungo viaggio attraverso storia, religioni e luoghi lontani. Assolutamente consigliato.

  • User Icon

    Alberto Ombres

    25/09/2007 14:54:43

    Eccezionale! Nel piattume dei volumi pubblicati al giorno d'oggi, questo testo spicca invece per la leggerezza, la sensibilità, l'arguzia, il delicato equilibrio narrativo che dispone e vede i personaggi (verissimi) da una prospettiva interiore. Il mondo di qualche secolo fa - nella mistura della visione d'un genovese in terra araba (narrato da un libanese)-, visto da occhi smaliziati del mercante, ma talvolta ingenui nell'inseguire il calore umano dell'amore. La ricerca, all'inseguimento di un testo antico, di qualcosa che va oltre - nella ricerca stessa - al fine originariamente propostosi. L'autore scava e scolpisce i personaggi con mirabile precisione e delicata attenzione. Un libro che vi lascia qualcosa, la ricchezza che in esso si trova, oltre al gusto di assaporare una mirabile narrazione.

  • User Icon

    Alan

    08/04/2007 18:19:14

    Davvero un bel libro. Ricco di personaggi, luoghi e atmosfera. L'inizio è forse un po' lento, ma piano piano il ritmo cresce ed anche le emozioni. Ci si immerge completamente nel levante del XVII secolo, tra Giannizzeri, viaggiatori e mercanti dell'epoca. Consigliato vivamente.

  • User Icon

    Abelardo

    17/02/2007 21:32:07

    Se potessi fare nella mia vita la metà di quello che ha fatto Baldassarre, sarei un uomo felice. Libro che ti fa sognare, ti fa volare, ti rende partecipe di un mondo spettacolare. Una sola parola: Fantastico.

  • User Icon

    stefano

    27/01/2007 17:24:44

    piatto. Un peccato che un'idea, non originale, ma affascinante, come quella di un viaggio, della ricerca di un manoscritto, diventi un susseguirsi lento e noioso di situazioni che hanno la sola pecca di non trasmettere emozioni.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente
  • Amin Maalouf Cover

    Amin Maalouf è nato in Libano nel 1949 da una famiglia di letterati e giornalisti. Dopo gli studi universitari nel campo dell’economia e della sociologia, si è trasferito a Parigi nel 1976, diventando direttore del quotidiano «Jeune Afrique». Il suo primo libro, Le Crociate viste dagli arabi (1993), è ormai un classico tradotto in moltissime lingue. Bompiani ha pubblicato i romanzi Col fucile del console d’Inghilterra (1994), con cui vince il premio Goncourt, Gli scali del Levante (1997), Il periplo di Baldassarre (2000), Il primo secolo dopo Beatrice (2001), Origini (2004). Nel 1999 gli è stato conferito il Premio Nonino per la sua opera, e nel 2004 il Prix Méditerranée per Origini. Bompiani ha pubblicato anche... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali