Categorie

Rolf Sellin

Traduttore: C. Malimpensa
Editore: Feltrinelli
Collana: Urra
Anno edizione: 2014
Pagine: 190 p. , Brossura
  • EAN: 9788807090509

A quanti di voi è capitato di incontrare un po’ di difficoltà nel rifiutare un favore a qualcuno? Dall'amico che ci chiede un aiuto con il trasloco nella nuova casa lontana centinaia di chilometri, al vicino che ci lascia in custodia i suoi gatti quando è fuori per lavoro, sono tante le occasioni che si possono presentare e se si è particolarmente sensibili risulta sempre più problematico avanzare un rifiuto.
Certo, situazione imbarazzante quella di non sapere dire di no, ma bisogna capire che, oltre al fatto di perdere tempo prezioso per noi stessi, l’essere sempre molto disponibili può comportare alla lunga anche la fine di un rapporto che si trascinava da tempo.
Immagino che a molti di voi sia capitato anche di lavorare fino a tardi senza concedersi una pausa per poi constatare il giorno dopo di non riuscire a combinare niente. Avete avuto spesso l'impressione di prestare troppo ascolto agli altri, ma di non trovare poi nessuno disposto ad ascoltarvi quando siete stati voi ad averne bisogno? Siete fra quelli che tendono a fare promesse o prendere impegni senza prima riflettere, per ritrovarvi poi nell'impossibilità di mantenervi fede? Se avete annuito nel leggere anche una soltanto di queste affermazioni allora sì, questa è la guida giusta per voi.
Il punto di partenza è capire che l'essere ipersensibili non vuol dire necessariamente essere totalmente aperti nei confronti altrui. È necessario trovare il giusto equilibrio tra i favori e i rifiuti e, se necessario, porre dei limiti ai primi se superflui, e imporre invece i propri bisogni.
In questo agile volume che Rolf Sellin ha immaginato come una sorta di continuazione di Le persone sensibili hanno una marcia in più sua prima pubblicazione, troverete informazioni interessanti e metodi pratici per riuscire a stabilire i giusti limiti nelle varie situazioni della vita. Grazie anche al test di autovalutazione finale sarà possibile identificare in modo più preciso i settori nei quali chiarire meglio al prossimo i confini da non superare.
Bisogna imparare a riconoscere la propria natura e da questa premessa cambiare prospettiva e diventare una persona più decisa e sicura di sé. Ovvio, è molto difficile capire quali siano i confini da stabilire e ancor di più trovare un metodo che ci aiuti ad applicarli, ma in nostro soccorso arriva lo studioso tedesco che spiega in modo chiaro, pratico e schematico cosa sono i limiti, dove risiedono e quali sono gli ostacoli contro cui scontrarsi.
L'ipersensibilità è un tema molto caro a Sellin, tanto da avergli dedicato due libri, il primo dei quali diventato per molti un compagno fisso, una sorta di breviario da tenere sempre a disposizione sul comodino o nella libreria.
Questo nuovo vademecum è pensato non solo per le persone particolarmente sensibili, ma per tutti quelli che hanno difficoltà a difendere i propri spazi. I vari metodi proposti aiutano a determinare la giusta distanza tra noi e il prossimo senza evitare di chiudersi totalmente nei confronti degli altri. Ciò che conta è l'esercizio: bisogna procedere per gradi evitando di fare tutto e subito per non avere risultati mediocri. C'è un solo modo per imparare ad agire con logica: procedere passo dopo passo.
Una guida indispensabile, con consigli concreti perché l'attenzione per gli altri e la tendenza ad assecondarli non diventi per forza una gabbia che impedisce di rispettare noi stessi. Dunque con post-it, evidenziatori e matita alla mano diamo il benvenuto a questo utilissimo manuale nella nostra vita quotidiana.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Marta

    07/07/2016 18.08.55

    Ho appena finito di leggere questo libro e devo dire che ne sono rimasta molto colpita. Sellin in questo libro ci spiega con semplicità come raggiungere la pace interiore, facendoci esempi di fatti realmente accaduti, ponendo l'attenzione su atteggiamenti che anche se riteniamo errati continuiamo a farli andando contro la nostra persona e oltrepassando i nostri limiti. Consiglio a tutti questa lettura perchè molte volte non ascoltiamo quello che il nostro corpo ha da dirci.

  • User Icon

    Rory

    03/12/2014 20.26.49

    Ottima lettura, appassionante e sempre più interessante man mano che si procede con i capitoli. Molto efficace la maniera con la quale l'autore sonda il carattere delle persone più emotive, sensibili ed esposte alle delusioni nei rapporti interpersonali a causa di una incapacità quasi patologica di tirarsi indietro. Il primato della persona risiede anche nel saper mediare tra la vocazione alla socialità e quella all'auto martirio!

Scrivi una recensione