Piano Sonatas vol.2. Backhaus - SHM-CD di Ludwig van Beethoven,Wilhelm Backhaus

Piano Sonatas vol.2. Backhaus

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Ludwig van Beethoven
Supporto: SHM-CD
Numero supporti: 3
Etichetta: Import
Data di pubblicazione: 1 settembre 2019
  • EAN: 4988031323908
Triple SuperAudio CD Box Set Edition
Questo cofanetto triplo presenta la seconda metà della leggendario integrale delle sonate per pianoforte di Ludwig van Beethoven registrata tra il 1959 e il 1969 dal grande Wilhelm Backhaus per la Decca. Contrariamente a quanto ci si potrebbe aspettare, queste registrazioni non sono state realizzate nel corso di una serie di concerti come si fa spesso ai giorni nostri, ma sono state incise dalla Decca nel corso di un decennio e riunite come integrale per la prima volta solo nel 2012. Questa riedizione su SHM SACD Single Layer presenta una rimasterizzazione DSD completamente nuova del marzo del 2019, che permette di avvicinarsi al suono dei nastri originali con una fedeltà fino a questo momento quasi inimmaginabile. Il SHM-SACD (Super High Material SACD) è la versione più recente e innovativa di SACD, che utilizza i materiali e le tecnologie che sono state sviluppate per il SHM-CD e poi ulteriormente potenziate per i supporti ad alta risoluzione. Questi dischi sono prodotti con un tipo di policarbonato studiato per gli schermi dei dispositivi a cristalli liquidi. In questo modo i lettori possono leggere il segnale con maggiore fedeltà, ottenendo una trasparenza sonora di gran lunga maggiore e una maggiore fluidità, che garantisce una definizione più accurata. La tecnologia che ha già fatto miracoli con un supporto a bassa risoluzione come il CD, in un formato ad alta risoluzione come il SACD offre un miglioramento della qualità sonora semplicemente stupefacente.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Ludwig van Beethoven Cover

    Compositore tedesco. La formazione musicale e culturale. Dei suoi antenati, contadini fiamminghi, si hanno notizie che risalgono al sec. xvi; il nonno Ludwig, forse il primo musicista della famiglia, aveva lasciato nel 1731 la terra d'origine per stabilirsi a Bonn come strumentista della cappella arcivescovile; anche il figlio di lui, Johann (il padre di B.), fu stipendiato come tenore nella stessa cappella. Le ristrettezze economiche e i disordini psicologici di Johann, che finì alcoolizzato nel 1792, segnarono l'infanzia di B. Dopo un tentativo del padre di lanciarlo come ragazzo prodigio (tentativo che fallì), egli iniziò la sua vera e propria educazione musicale sotto la guida di C.G. Neefe, un seguace dello stile «sentimentale» di Ph.E. Bach, che gli aprì... Approfondisci
  • Wilhelm Backhaus Cover

    Pianista tedesco. Studiò a Lipsia con E. d'Albert. Vinto nel 1905 il Concorso Rubinstein, si affermò dapprima come virtuoso dalla tecnica trascendentale, ma divenne poi uno tra i maggiori interpreti di Beethoven e di Brahms. Per il primato assegnato all'intelletto, per la meticolosità tecnico-formale, per la messa a fuoco di ogni particolare, il suo stile fece di lui il primo esponente di una nuova generazione di pianisti che si staccava nettamente dalla tradizione romantica di Liszt e di Anton Rubinstein. Approfondisci
Note legali