Categorie

Nina George

Traduttore: V. Rancati
Collana: Pandora
Anno edizione: 2014
Pagine: 308 p. , Rilegato
  • EAN: 9788820056476

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    laguby

    16/07/2015 09.29.50

    Che ci sia un libro (almeno uno) per ogni problema dell'anima è certezza rassicurante ormai da tempo. Se nel divertente "Curarsi con i libri" le terapie bibliografiche erano prevalentemente anglofone, qui il libraio parigino distribuisce consigli più vicini alla letteratura francese. Ed è in grado di "curare" chiunque entri nella sua "farmacia letteraria" galleggiante sulla Senna: la bella signora malinconica abbandonata dal marito, il giovane scrittore di successo ora in crisi creativa? Ma non se stesso, chiuso com'è in un dolore ventennale, al quale non ha mai voluto cercare spiegazioni, neppure aprendo l'ultima lettera lasciatagli dall'amata prima di scomparire per sempre dalla sua vita. Ad un certo punto, però, qualcosa cambia e Jean Perdu decide finalmente di mollare gli ormeggi, di lasciare quella terra troppo ferma, per avventurarsi alla ricerca della sua Manon. Attraverso belle descrizioni paesaggistiche, l'autore ci fa incontrare personaggi interessanti e curiosi che via via si aggiungeranno a in questo strano viaggio verso la Provenza. La storia scorre, proprio come il lungo fiume francese, e ci porta per mano verso il finale, doloroso e tenero al contempo.

  • User Icon

    Silvia

    21/06/2015 00.07.19

    Direi che la parte iniziale è molto "intrigante" e lascia pensare a un qualcosa di diverso da quello che è il successivo svolgimento della storia. La parte centrale, quella del viaggio, è effettivamente un po' lenta e a tratti noiosa perché incentrata sulle riflessioni dei personaggi ma serve a capire il mutamento interiore del protagonista. Il finale è però bello e toccante, le descrizioni dei paesaggi della Provenza e dei suoi colori e sapori belle e delicate.L'idea poi dei libri come medicina dell'anima è deliziosa. Da leggere.

  • User Icon

    elena.bazz

    16/04/2015 22.52.17

    Molto bella la parte iniziale: un poetico inno d'amore verso i libri " unica medicina per innumerevoli e indefinite malattie dell'anima". Commovente il finale...ma in mezzo, ahimè, tanta tanta noia.....

  • User Icon

    Giusy85

    04/04/2015 17.32.11

    Jean Perdu è un libraio parigino che ha passato gli ultimi 20 anni della sua vita a rimpiangere il suo amore perduto; aprire una lettera mai letta significherà per lui cambiamento. Una storia in cui lo scorrere del tempo fa da padrone. Un viaggio chiarificatore, un viaggio di libertà. Un libro che scorre come la barca Lulu di Jean Perdu.

  • User Icon

    Tiziana

    05/11/2014 22.18.32

    Finalmente una storia davvero deliziosa e scritta benissimo, con profonde riflessioni, analisi dei sentimenti e delle emozioni, linguaggio forbito ma non pesante e mai sopra le righe (come invece succede sempre più spesso in letteratura), personaggi indimenticabili e scenari incantevoli. una vera delizia che commuove, conforta, scuote, ispira e culla come un canto melodioso. Sì, c'è melodia, c'è armonia in questo romanzo che non è come molti bestsellers privi di anima, ma vibra e palpita come un cuore che non perde un battito.

  • User Icon

    Bruna

    26/09/2014 17.18.20

    Assolutamente noioso, non sono riuscita a finirlo. Non lo consiglio.

  • User Icon

    Attilio Alessandro

    17/09/2014 06.57.22

    Assolutamente soporifero. Deludente

  • User Icon

    rosalud

    14/09/2014 19.30.17

    Un po' troppo sentimentale, a mio parere, ma con qualche buon suggerimento letterario; il meglio è il corsivo a pag. 166.

  • User Icon

    Lucy

    02/09/2014 16.03.48

    Questo libro è stato una delusione. Convinta dalle buone recensioni ho deciso di acquistarlo. L'inizio è carino, sembra che la storia si svolga in maniera interessante...ma poi verso la metà del libro tutto diventa noioso; si fa fatica a finirlo...Non lo consiglierei e non lo comprerei di nuovo.

  • User Icon

    Michela

    04/08/2014 11.23.01

    Pensavo meglio, molto meglio. Diciamo che per me è stata una delusione, abbastanza grande anche. La trama sembra carina, ma durante la lettura mi sono parecchio annoiata. Ho fatto fatica a finire questo libro. Colpo di scena, se così si può chiamare, solo alla fine. Per il resto lo definirei pedante.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione