Categorie

Antoine de Saint-Exupéry

Traduttore: N. Bompiani Bregoli
Editore: Fabbri
Anno edizione: 2005
Pagine: 123 p. , ill. , Brossura
  • EAN: 9788845115059

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Sid

    14/09/2014 09.48.54

    Molto tenero. Chi ha dato "1" a questo romanzo vuol dire che non l'ha capito. Non credo ci sia bisogno di aggiungere altro per un libro del genere di cui si sa già tutto.

  • User Icon

    Sofia

    23/04/2014 22.06.02

    Ho letto per la prima volta questo libro a circa 9 anni e non mi è' piaciuto molto.... L'ho poi riletto poco tempo fa e ho finalmente capito il vero messaggio che l'autore ci vuole mandare. Un libro veramente profondo, bello, commovente. Io leggendo le ultime pagine mi sono commossa veramente e ho pianto! Consiglio a tutti di leggere questo capolavoro, non dovrebbe mancare nella nostra libreria!!! Anche se è molto breve ci insegna tantissime cose

  • User Icon

    Shepard81

    17/06/2013 10.38.01

    Favola onirica che nasconde tra i suoi dialoghi all'apparenza banali spunti più o meno gradevoli oltre che l'accusa al mondo dei grandi. Va a gusti probabilmente, ma a mio parere non un granché. Decisamente sopravvalutato. Se volete leggere ai vostri figli una bella fiaba su un principe leggetevi "il principe felice" di Wilde..

  • User Icon

    Sele

    27/02/2013 18.08.10

    Non dovrebbe esistere persona al mondo che non ha letto questo capolavoro! Se ognuno di noi lo avesse fatto avremmo un mondo pieno di sfumature bellissime. Grazie Antoine hai creato una leggenda, una magia la vera vita!

  • User Icon

    Isi

    27/01/2013 13.46.04

    Mi accodo a quelli che considerano il libro "sopravvalutato". Forse perché il volgo - ignorante per antonomasia dai tempi arcaici - si gasa per due cosette che sembrano intelligenti, e forse lo sono anche, ma per i bambini; e non a caso questo E' un libro per bambini. Ma non per adulti. Posso citare libri molto più belli e istruttivi di questo nella letteratura e soprattutto nella filosofia. ----- "L'essenziale è invisibile agli occhi!" infatti non mangio mai! il cibo si vede: posso farne a meno!

  • User Icon

    Carmine

    01/10/2012 22.22.12

    Chi scrive che questo libro è una semplice favoletta per bambini..probabilmente dovrebbe dedicare la propria lettura solo ai giornali di sport e gossip!!Poi il capitolo 21 che dire: l'essenza della vita dei sogni di tutto!! Questo è un libro che non vuole prendere polvere sulla vostra mensola. Va divorato. E ne vale la pena.

  • User Icon

    marelu

    31/05/2012 12.47.12

    concordo sul fatto che sia un libro tenero ma non mi ha per nulla entusiasmato

  • User Icon

    Lily

    27/12/2011 20.54.18

    Un libro intramontabile da leggere a qualunque età! Tenero, istruttivo e ricco di significato... non può mancare nelle nostre librerie... da passare di generazione in generazione

  • User Icon

    Ila

    05/09/2011 18.14.27

    Classico esempio di libro sopravvalutato! E' solo una favoletta, niente di più.

  • User Icon

    Morgana

    06/02/2011 18.44.12

    Premetto che non l'avevo mai letto prima e l'ho fatto solo ora in età adulta. L'ho trovato una favola dolcissima che arriva diritta al cuore con il suo messaggio principale di guardare al mondo con l'incredulità e la meraviglia di un bambino, facendo grandi le piccole cose, alla ricerca di quel piccolo principino biondo che è dentro di noi perchè "tutti i grandi sono stati bambini una volta (ma pochi di essi se ne ricordano)".

  • User Icon

    Guido

    07/01/2011 15.23.44

    Eccellente. veramente stupendo, profondo ed istruttivo.

  • User Icon

    Palestrione

    07/12/2010 12.43.02

    Una favola per adulti che si legge tutto in un fiato (io l'ho incominciato e finito ieri stesso, preso al mercatino dei libri di una biblioteca). Un libro pieno di significati, con il Piccolo Principe che rappresenta la spontaneità e l'innocenza dei bambini nonché il loro modo di guardare la realtà con il cuore anziché con gli occhi, come fanno gli adulti. L'autore è scomparso misteriosamente come il suo piccolo protagonista.

  • User Icon

    Manuela di Trieste

    24/09/2010 23.03.37

    Una graziosa favoletta, niente di più. Credo che molto del suo successo sia dovuto alla sfortunata coincidenza con la misteriosa fine del suo autore, che ricorda quella del protagonista del libriccino.Concordo con il lettore (o lettrice) che ritiene molto superiori le novelle di Gianni Rodari.

  • User Icon

    pipposapienza

    20/06/2010 22.33.57

    Me lo fece amare, a scuola, l'insegnante di francese (lo leggevamo in originale). Da allora, son passati quasi cinquant'anni, lo avrò riletto almeno dieci volte. E' un capolavoro assoluto, da annoverare tra le migliori opere della letteratura di ogni tempo e di ogni paese.

  • User Icon

    Nihil

    27/05/2010 15.33.41

    Credo che sia decisamente sovvrastimato. Secondo me non è niente di più di una deliziosa favola, ma priva di quei significati profondi che si attribuiscono a questo testo. Sì, ci sono degli spunti inreressanti, specialmente nella seconda parte del libro, ma abbastanza scontati in una fiaba. Molto meglio Rodari. Questo libro è diventato una leggenda, probabilmente nel periodo in cui fu scritto aveva un certo significato, ora abbastanza annacquato.

  • User Icon

    federica

    12/04/2010 17.38.12

    La perfezione

  • User Icon

    Josi Teixeira

    08/02/2010 16.30.04

    Fantastico!! Fantastico!!! Fantastico!!

  • User Icon

    EmJay90

    23/11/2009 16.07.59

    Questo libro può essere compreso solo con un certo grado di maturità. L'ho riletto dopo 10 anni dalla mia prima volta ed è stato come leggere una storia nuova,perchè con gli occhi di un adulto si capisce meglio che il piccolo principe è il bimbo che alberga in noi e che noi spesso mettiamo a tacere. Si capisce ancora meglio che quando il piccolo principe muore,è la nostra parte infantile ad andarsene per sempre. Un libro che tocca il cuore,lo accarezza con mani delicate e ne smuove le corde più intime. "L'essenziale è invisibile agli occhi".

  • User Icon

    kat

    22/09/2009 14.34.25

    Un capolavoro. Il significato dell'esistenza illustrato in modo sublime attraverso delle semplici immagini da cui tutti, i bambini ma soprattutto gli adulti, possono trarre insegnamenti. Indimenticabile ogni parola, in particolare il dialogo con la volpe.

  • User Icon

    ^sara^

    24/08/2009 14.40.15

    chi non ha mai letto "il piccolo principe"? E' indubbiamente una storia che, seppure risulta essere annoverato tra i libri per bambini, apre il cuore e la mente anche e soprattutto dei più grandi, mostrando loro quella visione del mondo e delle cose che credono di avere abbandonato, ma che in realtà alberga sempre dentro ognuno di noi. E chi non ha mai, metaforicamente, desiderato custodire il proprio "fiore più bello" sotto una campana di vetro? Una splendida metafora quella che insegna che, benchè il mondo sia colmo di fiori, il nostro è il più bello perchè è quello che amiamo. "Il piccolo principe" insegna dunque qualcosa, una in più ogni volta che lo si rilegge, e lo fa con parole semplici e personaggi surreali che arrivano dritti al cuore.

Vedi tutte le 27 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione