Categorie
Edizione: 2
Anno edizione: 2012
Pagine: 152 p. , Rilegato

Età di lettura: Da 12 anni.

Scopri tutti i libri per bambini e ragazzi

  • EAN: 9788821574856

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Eugenio

    27/04/2013 17.30.23

    All'apparenza un romanzo più per un pubblico femminile che maschile, ma solo all'apparenza. In realtà tutto gira attorno a problemi psicologici di una adolescente ed al cammino che la stessa percorre nel corso della narrazione. L'autrice prende per mano il lettore e lo accompagna dettagliando profili ben definiti delle persone che girano attorno alla ragazza e che, in positivo ed in negativo, contribuiscono alla sua crescita. Ogni personaggio è diverso da tutti gli altri e diversa è la forma con cui si rapporta. La storia fa conoscere addirittura il rapporto intimo con una pressoché coetanea che, però, la protagonista non ha mai incontrato né conosciuto personalmente perché vissuta decenni prima di lei, ancorché abbiano condiviso esperienze del tutto parallele per nella diversità delle stesse. Qualche citazione: ""Sei davvero una dura Pink lady?". Gira appena la testa e mi sorride, un sorriso strano, vagamente triste. Non sono una dura. Sono un mucchio di briciole" "I suoi occhi sono così limpidi che forse, guardandoci dentro, ci si vedono le montagne" "Mi sembra quasi di sentire la canzone che sta cantando tra sé e sé a bocca chiusa, e la tentazione di cantarla" "Ma non so le parole per dire queste cose" ...le difficoltà che incontra a relazionarsi una persona in difficoltà psicologica, ma al contempo l'indispensabile necessità di rapportarsi, l'amore che mantiene un'unica essenza indipendentemente dai soggetti, dall'epoca, dagli stili. Credo che Pink lady possa essere un ottima lettura per chi non ama banalizzare le situazioni, ma ricerchi la profondità di un percorso personale nei fatti, peraltro, estremamente reale. Ottimo anche l'editing.

  • User Icon

    Rowan

    19/06/2012 15.30.21

    Anna ha diciassette anni, i capelli rosa e un'armatura di piercing che la protegge dal mondo, un mondo di cui non vuole più fare parte da quando ha perso l'adorata sorella. I genitori l'hanno abbandonata a se stessa, la felicità è scivolata via, e le cose sembrano andare sempre peggio.. fino a quando non si trasferiscono dalla grigia Milano a Belmonte, un piccolo paese. E' proprio qui che Anna, la nostra Pink lady, conoscerà Silvia e i suoi amici.. tra cui spicca Marco. L'amicizia e l'amore tornano piano piano nel suo corpo, risvegliandola.. ma con essa arriva anche il senso di colpa. E' giusto essere felici, senza sua sorella? Pink lady è un libro molto corto che mi ha fatto pensare ad una versione di The sky is everywhere, ma indirizzato ad un pubblico più giovane. I temi trattati sono simili, ma in Pink lady ho trovato meno forza, meno emozioni, penso quindi che sia una lettura adatta ai ragazzi, capace di far capire agli adolescenti che i momenti cupi ci saranno sempre e comunque, che fanno parte della vita.. ma che se tendono una mano troveranno sempre qualcuno disposto ad aiutarli. La scrittura è semplice, il libro scorre benissimo e si legge molto in fretta, io l'ho finito nel giro di qualche ora. I personaggi forse sono un po' piatti.. si sente la sofferenza di Anna, l'amicizia di Silvia e l'amore di Marco, ma è tutto molto "debole", non sono personaggi a cui ci si affeziona particolarmente, almeno nel mio caso. Una delle cose che ho più apprezzato è stato il diario di Ete, una ragazza di diciassette anni che, nel 1953, abitava nella casa in cui Anna si è appena trasferita. Il libro si alterna quindi tra Anna ed Ete, tra un nuovo inizio e una fine dolorosa.. Mi sento di consigliarlo perché è stata una lettura piacevole e ne ho ricavato qualche bella citazione.. se siete in cerca di qualcosa che vi tenga compagnia per un pomeriggio, Pink lady vi sta aspettando!

Scrivi una recensione