Plays the Harry Warren & Vincent Youmans Song Book - Vinile LP di Oscar Peterson

Plays the Harry Warren & Vincent Youmans Song Book

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Artisti: Oscar Peterson
Supporto: Vinile LP
Numero supporti: 1
Etichetta: Wax Time Records
  • EAN: 8436559462952

€ 15,90

Punti Premium: 16

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
VINILE

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 15,90 €)

Nato in Canada, Oscar Peterson è stato convinto dal produttore Norman Granz a trasferirsi negli Stati Uniti. Mentre Granz veniva portato all'aeroporto di Montreal in taxi, la radio suonava una trasmissione in diretta di Peterson in un night club locale. Granz fu così colpito da quello che aveva sentito che ordinò all'autista di portarlo al club in modo che potesse incontrare il pianista. Ne nacque una lunga collaborazione e Granz rimase manager di Peterson per la maggior parte della sua carriera. Attraverso il Jazz at the Philharmonic di Granz, Peterson è stato in grado di suonare con i maggiori artisti jazz del tempo. Questo LP contiene l’album originale del 1959 Oscar Peterson Plays Warren Harry & Vincent Youmans Songbooks (MG Verve V6-2059).L’album è stato realizzato dal classico trio di Oscar Peterson, con Ray Brown al contrabbasso e Ed Thigpen alla batteria. Le registrazioni del 1959 proposte in questo album sono tratte da una serie di intense sessioni durante le quali Peterson e la sua band registrono i songbook di alcuni dei più rinomati compositori americani. Nel 1959, Peterson registrò infatti i suoi tributi a Irving Berlin, George & Ira Gershwin, Jerome Kern, Richard Rodgers, Harold Arlen, Jimmy McHugh e Duke Ellington.
Disco 1
1
Lullaby Of Broadway
2
Serenade In Blue
3
You’ll Never Know
4
I Had The Craziest Dream
5
I Only Have Eyes For You
6
Chattanooga Choo-Choo
7
Nagasaki
8
More Than You Know
9
Carioca
10
Without A Song
11
Drums In My Heart
12
Time On My Hands
13
Great Day
14
Tea For Two
  • Oscar Peterson Cover

    Pianista canadese di jazz. Scoperto da Norman Granz nel 1949 e trasferitosi negli Stati Uniti, ha ottenuto immediata notorietà grazie al suo virtuosismo e al brio, ispirati al tardo Swing e in particolare ad Art Tatum; alla sua fama hanno concorso anche le tournées internazionali col «Jazz at the Philharmonic». Approfondisci
Note legali