Categorie

Curatore: L. Carlassare
Editore: CEDAM
Anno edizione: 2007
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: VI-238 p.
  • EAN: 9788813272180

L'opera studia la tematica del diritto all'informazione proprio analizzando gli aspetti più delicati a livello di diritti dei cittadini, e oggetto di dibattito politico anche acceso.Si qualifica per avere contributi di importanti studiosi e per costituire di fatto un'analisi della recente nuova normativa 'La legge Gasparri' molto tecnica, analitica e puntuale.

Pluralismo o omologazione? Introduzione ai lavori (L. Carlassare). – Privato e pubblico nella radiotelevisione (A. Pace). – La legge Gasparri e il rinvio presidenziale a confronto (Tre variazioni sul tema del pluralismo) (M. Manetti). – Poteri e limiti dell’autorità garante delle comunicazioni (E. Cheli). – Servizio pubblico radiotelevisivo e pluralismo nel diritto comunitario (P. Carelli). – La proposta della Commissione europea per la seconda revisione della direttiva «televisioni senza frontiere» (R. Mastroianni). – Interventi e comunicazioni. – Il Testo Unico della radiotelevisione e la disciplina comunitaria in materia di aiuti e libera concorrenza: alla ricerca di un equilibrio tra tutela del mercato e garanzie del pluralismo (B. Cortese). – Programmazione radiotelevisiva e diritti dei minori (C. Fioravanti). – Questioni in tema di privatizzazione della Rai (M. Giampieretti). – Verso una nuova disciplina comunitaria delle comunicazioni commerciali televisive: tra prospettive di deregulation e garanzie di pluralismo (S. Nicolin). – La disciplina della radiotelevisione italiana alla luce delle garanzie internazionali sulla libertà di espressione (S. Pinton). – Nascita vicende e prospettive di un modello di televisione pubblica altamente democratico. Il caso olandese (F. Sandon). – Servizio pubblico e mercato nel sistema televisivo del Regno Unito (F. Sandon). – Tavola Rotonda. Comunicazione politica e indipendenza del giornalista (presiede Roberto Zaccaria): Roberto Zaccaria, Nino Milazzo, Maurizio De Luca, Lamberto Sposini, Roberto Natale, Repliche. – Conclusioni (L. Elia).