Categorie

Mauro De Nichilo

Editore: Dedalo
Anno edizione: 1975
Pagine: 152 p.
  • EAN: 9788822017512

L'iniziativa di questa collana si inquadra nell'esigenza sempre più avverita di approfondire e rinnovare il quadro della produzione culturale nei secoli dell'Umanesimo attraverso la conoscenza e l'esame di testi, anche se meno prestigiosi dal punto di vista letterario, fondamentali per la ricostruzione della storia della cultura. In particolare, essa intende coprire un'area spesso trascurata dalla pur feconda ricerca degli ultimi decenni nel campo degli studi umanistici, ossia quella del Mezzogiorno d'Italia, il cui apporto alla formazione e all'incremento della civiltà umanistica è destinato a risultare notevole nella prospettiva di uno studio che si apra alle molteplici manifestazioni della cultura. Questo primo contributo, pur nella veste rigorosamente filologica, vuol riproporre un aspetto, finora non abbastanza approfondito, dell'attività letteraria nel Pontano, la poesia astrologica, che insieme con la prosa scientifica si colloca in una tradizione di studi caratteristica della cultura meridionale. L'autore, ripercorrendo per l'Urania e le Meteore la storia del testo antecedente alla stampa aldina del 1505, ha cercato di cogliere, attraverso la complessa genesi dei due poemi e la travagliata vicenda della stampa, la particolare connotazione della produzione scientifica del Pontano e la trama dei rapporti intercorrenti tra essa e la tradizione letteraria del genere. Il volume offre, come saggio di nuova edizione critica (rispetto a quella ormai superata di B. Soldati del 1902), il testo del poemetto meteorologico, ricostruito in apparato nelle sue fasi redazionali.