Categorie

La poesia di Michelangelo. Furia della figura

Glauco Cambon

Traduttore: P. Ternavasco
Editore: Einaudi
Anno edizione: 1991
Pagine: XV-208 p., ill.
  • EAN: 9788806125530
Usato su Libraccio.it - € 7,52

€ 11,85

€ 13,94

Risparmi € 2,09 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Muovendo dai suoi interessi per la letteratura del Novecento, Cambon era arrivato a constatare come Michelangelo avesse costituito la fonte ispiratrice- per motivi diversi- tanto di Montale quanto di Ungaretti. Di qui l'interesse per la produzione poetica dell'artista fiorentino che diventa, ormai sganciato dal suo pretesto novecentesco, l'oggetto di questo libro. Centrale è qui la questione del manierismo di Michelangelo: in che senso infatti si è parlato di "manierismo" a proposito della sua poesia, e in che misura tale termine sembra più adeguato di quello di "barocco"? Tali questioni portano Cambon ad individuare uno dei tratti che caratterizzano Michelangelo nel suo particolare rapporto col petrarchismo: per cui se per per i contenuti la produzione michelangiolesca è indubbiamente legata al modello del Petrarca, stilisticamente e lessicalmente ci si avvertono piuttosto echi danteschi. Il saggio ricostruisce così il rapporto tra la produzione poetica e il resto della produzione artistica michelangiolesca, quell'unità ispirativa e formale che ne costituisce il sigillo: la ricerca costante e tormentosa di una grazia dinamica, quella "furia della figura" che non gli dava tregua.