Poesie, prose e traduzioni - Clemente Rebora - copertina

Poesie, prose e traduzioni

Clemente Rebora

0 recensioni
Scrivi una recensione
Curatore: A. Dei
Editore: Mondadori
Collana: I Meridiani
Anno edizione: 2015
In commercio dal: 6 ottobre 2015
Pagine: CXXXIII-1329 p., Rilegato
  • EAN: 9788804655046
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 68,00

€ 80,00
(-15%)

Venduto e spedito da IBS

68 punti Premium

Quantità:
LIBRO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

In questo volume è raccolto tutto ciò che Rebora ha pubblicato fino al 1930, quando entra nell'ordine dei rosminiani: poesie, prose, traduzioni (da Andreev, Tolstoj, Gogol'), oltre ai testi poetici dati alle stampe successivamente, in volume o su rivista. Curatrice del volume è Adele Dei, che mette in luce il Clemente Rebora poeta e letterato, riorganizzando e ricontrollando filologicamente i testi e mettendo in discussione la tradizione editoriale non d'autore finora disponibile. Il tutto avvalendosi di una grande mole di documenti inediti.

Sul filo della spada. Di Adele Dei
Cronologia. A cura di Adele Dei
Nota all'edizione

POESIE
Prima parte
Frammenti lirici
[Poesie e prose liriche 1913-1920]
Canti anonimi
[Poesie postume 1900-1927]

Seconda parte
Poesie religiose
Curriculum vitae
Canti dell'infermità
da Canti dell'infermità del 1957
[Poesie sparse]

PROSE (1910-1930)
Per un Leopardi mal noto
G.D. Romagnosi nel pensiero del risorgimento
Dio ci lasciò vedere l'Italia
La letteratura italiana alla luce della Fede e gli altri scritti pubblicati su rivista

TRADUZIONI
Leonida Andréef, «Lazzaro e altre novelle»
Leone Tolstoi, «La felicità domestica»
Una poesia di Gogol sull'Italia
Nicola Gogol, «Il cappotto»
«Colui che ci esaudisce o Gianardana»

Note e notizie sui testi. A cura di Adele Dei e Paolo Maccari
Bibliografia. A cura di Paolo Maccari
Indice dei titoli e dei capoversi
  • Clemente Rebora Cover

    Clemente Rebora, nato a Milano nel 1885 e morto a Stresa nel 1957, è stato professore, scrittore e poeta. Ha collaborato con La voce, Rivista d'Italia e Diana. Viene richiamato sotto le armi in occasione dello scoppio della prima guerra mondiale e combatte sul Podgora dove, colpito da un'esplosione, riporterà un trauma cranico e rimarrà in stato di shock. Nel 1919, dopo essere stato ricoverato in vari ospedali psichiatrici, viene riformato con la diagnosi di infermità mentale.In seguito continuerà con l'insegnamento e la scrittura delle sue poesie. Nel 1936, dopo essere entrato nell'Istituto della Carità, è ordinato prete a Domodossola.Molte le sue opere soprattutto poetiche, tra cui: Curriculum Vitae (Interlinea 2001), Diario Intimo (Interlinea... Approfondisci
Note legali