Il poeta, il ragazzo, la ragazza a Roma d'inverno nel 27 a. C.

Giorgio De Marchis

Collana: Il divano
Edizione: 2
Anno edizione: 1994
Formato: Tascabile
In commercio dal: 20 ottobre 1994
Pagine: 124 p.
  • EAN: 9788838910654
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Usato su Libraccio.it - € 3,78
Descrizione

Di Orazio, De Marchis rievoca temi e tracce biografiche: gli studi a Roma e ad Atene, la partecipazione alla battaglia di Filippi sotto le insegne di Bruto, la riabilitazione e il suo definitivo avvicinarsi ad Ottaviano, complice la benevolenza di Mecenate. Della sua opera sono i Carmi privati (del distacco, del tramonto, dell'addio), quelli su cui l'autore si sofferma maggiormente e due di essi, rivolti rispettivamente al ragazzo e alla ragazza del titolo, sono la guida attraverso la quale De Marchis vuole farci partecipare a questo mondo solo apparentemente lontano.

€ 3,78

€ 7,00

4 punti Premium

€ 5,95

€ 7,00

Risparmi € 1,05 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    pia

    02/03/2010 13:24:15

    Una meraviglia. Godimento assoluto. Quell'Orazio che, come dice l'autore, purtroppo abbiamo studiato al Liceo, e che, prooprio per questo, molti di noi non hanno più letto, scivola silenziosamente nella nostra mente, nella nostra coscienza e nella nostra memoria: il poeta, immaginato accanto al fuoco, insieme ad un interlocutore che non interloquisce, con lo sguardo perso verso il Monte Soratte, tutto imbiancato da abbondanti nevicate, diventa quell'amico, quel benevolo compagno, quell'intelligente provocatore di cui ci sembra di non aver mai colto l'essenza. Libri così sono doni, autentici doni. Vediamo di meritarceli. Leggetelo, regalatelo, diffondetelo e non siatene gelosi, perché la tentazione di esserlo è forte. E fatelo leggere, soprattutto, ai vostri figli, che in II Liceo guerreggiano per tradurre, spesso in un italiano orrendo e approssimativo, le raffinatezze di Orazio, e, come abbiamo fatto noi prima di loro, non vanno oltre. Elegante, profondo, divertente, coraggioso, colto: che dire di più?

Scrivi una recensione

Il poeta, il ragazzo, la ragazza è una lettura (non un commento, ma una lettura: cercando di aderire al momento, al luogo, al personaggio, all'uomo, nell'interpretazione del testo) di due celebri carmi di Orazio, sullo sfondo della vicenda di vita del poeta, e di un anno cruciale, il 27 a.C., quando il Senato romano sancì l'autocrazia di Augusto.