Il ponte delle spie

Bridge of Spies

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Bridge of Spies
Paese: Stati Uniti; Germania; India
Anno: 2015
Supporto: Blu-ray
Salvato in 26 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
Blu-ray

Altri venditori

Mostra tutti (11 offerte da 8,82 €)

In piena guerra fredda l'FBI cattura la spia sovietica Rudolf Abel, scatenando un'escalation di paura e paranoia. L'agente sovietico rifiuta di collaborare e viene rinchiuso in un carcere federale in attesa del processo. Come avvocato gli sarà affidato James Donovan, legale assicurativo con poca esperienza in casi così importanti, ma abilissimo come negoziatore. I due instaureranno un rapporto di stima reciproca e Donovan si batterà contro tutti per i suoi diritti. La sua abilità lo porterà a essere reclutato dalla CIA per negoziare a Berlino lo scambio di Abel con un prigioniero statunitense nelle mani dei sovietici, il pilota Francis Gary Powers. In Germania, Donovan, pur di difendere i suoi ideali, andrà anche contro le direttive della Cia stessa.
5
2
4
6
3
2
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Gianni

    17/05/2020 20:17:20

    James Donovan è un avvocato di Brooklyn che si trova coinvolto al centro della guerra fredda, quando deve negoziare il rilascio di Francis Gary Powers, pilota che è stato catturato dopo l'abbattimento del proprio aereo spia sopra la Russia.Bel film con un'ottima regia però a tratti un pò lento .

  • User Icon

    fede80

    16/05/2020 11:13:57

    Film indubbiamente ben costruito, ottimo tecnicamente, con un Tom Hanks adeguato alla parte; peccato per la durata un filino eccessiva. Purtroppo com'era prevedibile, è un concentrato di ideologia filoamericana.

  • User Icon

    Bruno

    16/05/2020 10:04:42

    A mio avviso il migliore Spielberg degli ultimi anni, thriller storico ambientato durante la guerra fredda narra le vicende realmente accadute di uno stimato avvocato statunitense al quale viene assegnato lo scomodo compito di difendere una spia sovietica, inizialmente solo per dare l'immagine di un paese giusto ma poi guidato da un senso di giustizia e coerenza cerca di difendere la spia nel modo migliore possibile con tutte le conseguenze del caso. Film che ho personalmente apprezzato per l'assenza della solita esaltazione alla bandiera americana come è solito fare Spielberg, invece risulta una veritiera ricostruzione storica di un periodo certamente difficile. Da ricordare una strepitosa interpretazione di Mark Rylence nei panni della spia russa.

  • User Icon

    Mario

    11/05/2020 19:00:25

    "Il ponte delle spie" è un bellissimo film, ottimamente scritto e realizzato, su un periodo oggi dimenticato e comunque su aspetti poco noti della politica internazionale, che merita di essere visto e fatto vedere. Uniche pecche: un Tom Hanks un pò poco espressivo e qualche lungaggine non strettamente necessaria, il film potrebbe essere accorciato di 20-30 minuti guadagnando in scorrevolezza. Questo però non inficia troppo la bellezza del film, quindi è super consigliato.

  • User Icon

    luca

    24/09/2019 11:20:47

    Uno dei rari casi, ormai, di come una durata obiettivamente importante non incida negativamente sul coinvolgimento da parte dello spettatore. Merito ovviamente del cast, capitanato da un grintoso Tom Hanks, autore di performance credibili e puntuali e di una regia calibrata e senza grandi incertezze, oltre ad un ritmo narrativo privo di rallentamenti o cadute inficianti.

  • User Icon

    mikky1402

    08/03/2019 00:23:22

    Film che coinvolge e appassiona, nonostante richieda attenzione e concentrazione fino alla fine. Hanks e Spielberg non deludono mai.

  • User Icon

    Lara

    19/11/2018 15:01:20

    Spielberg dirige un impeccabile Tom Hanks in un film che rispolvera alcune vicende realmente accadute durante i paranoici anni della guerra fredda. Inedito sguardo storico ed equilibri narrativi ben ponderati. Thriller contemporaneo e moderno che ammicca allo spionaggio classico e sfrutta con sapienza le peculiarità del genere drammatico.

  • User Icon

    licantropus

    21/09/2018 16:47:46

    Non ci sono altre parole per descrivere questo film se non "capolavoro". Personaggi meravigliosi, regia ottima, trama che ti tiene incollato allo schermo con dialoghi magnifici, costruiti con sapienza che credevo fosse ormai quasi totalmente persa! Non ci sono sbavature di nessun tipo in questo thriller vecchio stampo che fa vivere una storia immersa in tutta la palpabile vividezza del periodo storico. Una storia americana, che sa ispirare, far riflettere ed affascinare!

  • User Icon

    exanovo81

    20/09/2018 15:37:24

    Bellissimo film, ottimamente scritto e realizzato, su un periodo oggi dimenticato e comunque su aspetti poco noti della politica internazionale, che merita di essere visto e fatto vedere. Uniche pecche: un Tom Hanks un po' poco espressivo e qualche lungaggine non strettamente necessaria, il film potrebbe essere accorciato di 20-30 minuti guadagnando in scorrevolezza.

  • User Icon

    Fabio Scarnati

    15/09/2017 10:27:23

    Tom Hanks, non ostante sia ormai imbolsito, svolge bene il compitino assegnatogli dal talentuoso regista di E.T., Schindler's List e Salvate il soldato Ryan, anche se siamo ben distanti dalle sue prove migliori come Philadelphia, Forrest Gump e soprattutto Castaway quando si tirò tutto da solo due ore di film (retto unicamente sulle sole sue spalle...e su quelle di Wilson che però non fa testo perché è un pallone di gomma sebbene con più espressività di Gabriel Garko). Nel complesso un film senza infamia e senza lode, tratto da una storia vera, che merita di essere visto non fosse altro per rivivere il clima di guerra fredda che si viveva in quegli anni, soprattutto nella Berlino del 1961 divisa dal muro fresco di costruzione.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente

Un film di bruciante attualità, profondamente consapevole della sua funzione sociale

Trama
Brooklyn, 1957. Rudolf Abel, pittore di ritratti e di paesaggi, viene arrestato con l'accusa di essere una spia sovietica. La democrazia impone che venga processato, nonostante il regime di guerra fredda ne faccia un nemico certo e terribile. Dovrà essere una processo breve, per ribadire i principi costituzionali americani, e la scelta dell'avvocato cade su James B. Donovan, che fino a quel momento si è occupato di assicurazioni. Mentre Donovan prende sul serio la difesa di Abel, attirandosi l'incomprensione se non il disprezzo di sua moglie, del giudice e dell'opinione pubblica intera, un aereo spia americano viene abbattuto dai sovietici e il tenente Francis Gary Powers viene fatto prigioniero in Russia. Si profila la possibilità di uno scambio e la CIA incarica Donovan stesso di gestire il delicatissimo negoziato.

2016 - Oscar [Academy Awards] - Miglior attore non protagonista - Mark Rylance

  • Produzione: 20th Century Fox Home Entertainment, 2016
  • Distribuzione: The Walt Disney Company Italia
  • Durata: 140 min
  • Lingua audio: Italiano (DTS 5.1);Inglese (DTS 5.1 HD)
  • Lingua sottotitoli: Inglese; Italiano
  • Formato Schermo: 2,40:1
  • AreaB
  • Contenuti: speciale: Un caso durante la guerra fredda; dietro le quinte (making of): Berlino 1961: ricreare il muro - Aereo spia U-2; finale alternativo: Scambio di spie: uno sguardo all'altro finale
  • Steven Spielberg Cover

    Propr. S. Allan S., regista e produttore statunitense. È indubbiamente il più popolare e affermato regista contemporaneo (suoi i più grandi incassi della storia del cinema), ma è anche un grande maestro del racconto, capace di influenzare pesantemente l'immaginario di tutto il secondo Novecento. Al culmine di una fortunata esperienza televisiva, gira il film tv Duel (1971), geniale evoluzione del road-movie che si contamina con l'incubo grazie a un controllo della narrazione che già indica la grandezza del regista. Debutta al cinema con Sugarland Express (1974), originale rivisitazione del tema dell'inseguimento fra poliziotti autoritari e marginali post-hippies, cui segue il celebre Lo squalo (1975), intelligente unione di tensione emotiva e senso dello spettacolo. Il successo economico del... Approfondisci
  • Tom Hanks Cover

    "Propr. Thomas Jeffrey H., attore statunitense. Privo di una formazione professionale specifica, si distingue per lo stile fresco e spontaneo. Debutta come attore teatrale e televisivo e quindi s'impone al cinema prima con l'originale Splash - Una sirena a Manhattan (1984) di R. Howard, con Big (1988) di P. Marshall e poi con il sofferto ruolo di un avvocato malato di Aids in Philadelphia (1993) di J. Demme, con il quale vince l'Oscar e inaugura una parata di magistrali interpretazioni che segnano gli anni '90: vince un secondo Oscar con il premuroso idiota di Forrest Gump (1994) di R. Zemeckis, un giovane che cresce secondo i dettami del «right citizen» vecchia maniera e che imprevedibilmente raggiunge sempre miracolosamente il successo, senza però accorgersi che gli Stati... Approfondisci
Note legali