Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Shopper rossa
Dati e Statistiche
Wishlist Salvato in 204 liste dei desideri
Il popolo dell'abisso
Attualmente non disponibile
10,45 €
-5% 11,00 €
10,45 € 11,00 € -5%
Attualmente non disp.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
10,45 € Spedizione gratuita
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
10,45 € Spedizione gratuita
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Il popolo dell'abisso - Jack London - copertina
Il popolo dell'abisso - Jack London - 2
Chiudi

Promo attive (0)

Chiudi
popolo dell'abisso

Descrizione


A Londra nell'estate del 1902 Jack London condivide la vita di vagabondi, disoccupati e operaie, si veste da clochard e abita nel dedalo di vicoli dove, un quindicennio prima, si aggirava Jack lo Squartatore. Per raccontare il cuore di tenebra della metropoli, il vasto slum proletario a ridosso del fiume e dei docks, questo autore promettente, fiore all'occhiello del giovane movimento socialista statunitense, non si limita a usare la penna: con la sua Kodak e un'attenzione da etnografo mai priva di umanità, scatta decine di folgoranti istantanee. Visi e corpi dialogano efficacemente con la parola scritta per raccontare l'East End londinese all'apertura del secolo.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2018
Tascabile
30 gennaio 2018
XXVIII-273 p., ill. , Brossura
9788804684596

Valutazioni e recensioni

4,75/5
Recensioni: 5/5
(4)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(3)
4
(1)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Recensioni pubblicate senza verifica sull'acquisto del prodotto.

luciano
Recensioni: 5/5
Gli ultimi della terra.

Il ventiseienne Jack London, nell'agosto del 1902, arriva a Londra dalla California, con l'intento di documentare le condizioni di vita di chi vive nell'East End, quartiere dei bassifondi londinese. "L'abisso di Londra mi apparve come un'unica, enorme bolgia infernale, un vero e proprio mostruoso scannatoio" dove vivono quattrocentocinquantamila esseri umani. In questo abisso vi agonizzano i miserabili, i disperati, i dimenticati, i dannati della terra. Questi scarti umani, "nel cuore del più gigantesco, del più ricco, del più potente impero che il mondo abbia mai conosciuto", formati da vecchi, donne, bambini e disoccupati, trattati come animali, non hanno nulla da mangiare: "Qua e là raccoglievano briciole, croste di pane dalle dimensioni di un pisello, torsoli di mele ormai così neri e sporchi che era impossibile riconoscerli per tali, e tutto ciò si ficcavano in bocca masticandolo e inghiottendolo". Un documento che è come un pugno allo stomaco, perché nelle periferie del mondo milioni di persone continuano a vivere come si viveva nel 1902 nei bassifondi di Londra a due passi dai paesi opulenti, che costruiscono muri, per tenere lontani gli ultimi della terra.

Leggi di più Leggi di meno
Beatrice
Recensioni: 4/5
Bel Reportage nell'East End londinese

Lo stile narrativo di London, rapido, acuto, essenziale non si smentisce neanche in questo reportage dai bassifondi di Londra nell'East End dove lo scrittore si mimetizza per immergersi nella miseria dei lavoratori a giornata dei senza fissa dimora, Bello. Consigliato.

Leggi di più Leggi di meno
Savina
Recensioni: 5/5

Interessante capire la prospettiva della modernità vista dagli occhi di un americano a Londra a fine 800

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,75/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(3)
4
(1)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Recensioni pubblicate senza verifica sull'acquisto del prodotto.

Conosci l'autore

Jack London

1876, San Francisco

Pseudonimo di John Griffith London, scrittore statunitense. La sua figura è una delle più singolari e romanzesche della letteratura americana: figlio illegittimo di un astrologo, cresciuto dalla madre e dal suo secondo marito John London, abbandona la scuola a 13 anni e diventa rapidamente adulto tra Oakland e San Francisco con ladri e contrabbandieri, praticando vari mestieri non sempre legali tra cui strillone di giornali, pescatore clandestino, cacciatore di foche, operaio, lavandaio, venditore porta a porta, avventuriero alla ricerca dell'oro in Klondike. Nel 1897, infatti, Jack London lasciò San Francisco per l'Alaska sulla scia della febbre dell'oro scoppiata in quegli anni. Tra mille peripezie raggiunse il Klondike, e proseguì al di là delle montagne,...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore