Categorie

Magda Szabò

Traduttore: B. Ventavoli
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
Pagine: 252 p.
  • EAN: 9788806219680

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Roberta

    09/05/2016 12.13.25

    E' la storia di un rapporto tra due persone che sono una l'opposto dell'altra, un rapporto molto conflittuale e difficile. Il personaggio principale è Emerenc, una donna delle pulizie, una lavoratrice infaticabile ma molto particolare. Difatti, al contrario di quello che succede normalmente, prima di accettare un lavoro e' lei che si procura informazioni sui datori di lavoro. Nonostante la curiosita' che avevo per Emerenc, la lettura e' stata lenta e poco coinvolgente. Ho faticato a finirlo.

  • User Icon

    AdrianaT.

    26/02/2015 10.10.28

    Gattara, accumulatrice compulsiva, la vecchia Emerec, oltre ad oggetti improbabili, accumula segreti e misteri. Una versione dark di Mary Poppins in termini di efficienza domestica che mi sono immaginata dalle sembianze della macabra Ferula di Glenn Close ne 'La casa degli spiriti'. Personaggio inquietante, al limite dell' inverosimile, però molto forte, efficacissimo, dalla ferrea e lucida follia, che lascia una scia di tetraggine attraverso tutto il libro, ma ti tiene lì. È il rapporto di dipendenza, ossessivo, morboso e per certi versi perverso fra questa domestica sui generis e la padroncina di casa, che si snoda per tutto il racconto, ed è un racconto scritto bene, incalzante. Una lettura un po' claustrofobica che ti catapulta in una specie di lindo e ordinato squallore, e quando alla fine, esci dal tunnel delle loro vite hai una sensazione di sollievo, è vero, ma anche la certezza di avere incontrato qualcosa di profondo, qualcosa d'importante. L'Oscar al miglior attore non protagonista va a Viola, il cane. Questa è la seconda scrittrice ungherese che conosco dopo la notevole Àgota Kristòf, e sebbene lo stile sia completamente diverso, per alcuni tratti, per certe atmosfere crude, cupe, me l'ha ricordata. In fin dei conti, è una storia d'amore: "... l'amore è impegno, passione densa di pericoli e rischi."

  • User Icon

    simona

    27/08/2014 20.30.26

    La storia surreale del particolare rapporto tra la narratrice-scrittrice e la sua domestica che va avanti per oltre venti anni. Rapporto conflittuale sottolineato da dissidi e successivi riavvicinamenti. Molto ben tratteggiati e caratterizzati i personaggi, la domestica rigida con dei principi e una morale molto forti, a volte incomprensibili, e la proprietaria che non comprende gli strani comportamenti di Emerenc. Man mano che si va avanti nella lettura ci si affeziona ai personaggi che cominciano a vivere nella mente del lettore. Romanzo intenso con una bellissima prosa. Da leggere

Scrivi una recensione