Categorie

Steven Pressfield

Traduttore: L. Bianciardi
Collana: Superbur
Anno edizione: 2000
Formato: Tascabile
Pagine: 450 p.
  • EAN: 9788817251228

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    PIERLUIGI

    05/09/2016 15.59.06

    Francamente non riesco a capire tutti questi giudizi entusiastici. Un libro assolutamente nella media. Scritto in modo accattivante e, solo qua e là, con riflessioni e considerazioni interessanti. Manca di impronta stilistica e non SEGNA. Voi, amanti dei romanzi storici, leggetevi la CANZONE DI ACHILLE di Madeleine Miller e allora capirete quando un libro RIMANE dentro (emozionando profondamente)! Pier da Roma.

  • User Icon

    giuseppe

    14/06/2016 23.23.30

    Non avrei mai potuto posare occhio su un libro migliore di questo, Nomi..luoghi,mappe,eventi....tutto ben delineato e rispettoso del vero,fantastico !!!!! Steven ha fatto un lavoro grandioso !!! DA LEGGERE E RILEGGERE...E RILEGGERE

  • User Icon

    Elena

    26/11/2015 21.25.39

    Il romanzo è da leggere, lo consiglio vivamente. Il voto esatto sarebbe stato 4,5; il motivo per cui non assegno il massimo è il fatto che in alcuni punti è un po' dispersivo e perde vigore. Ma la battaglia, la preparazione, la descrizione dello spirito dei soldati, di ciò che li animava è fantastico. Inoltre, cosa molto importante per me quando leggo un romanzo di questo genere, le cartine sono precise e curate.

  • User Icon

    daniele

    26/11/2015 02.09.49

    Il mio libro preferito. Consiglio di leggerlo e di regalarlo agli amici.

  • User Icon

    Deimoss

    05/09/2014 16.53.50

    La battaglia delle Termopili come non l'avete mai letta prima. Un pugno d'eroi, cresciuti ed educati in un sistema eretto sul piedistallo della violenza e della guerra, si appresta a combattere uno scontro perduto già prima che le armi di entrambi gli schieramenti coinvolti si bagnassero di sangue. Sublime atto di eroismo e di infinito ardore per la libertà ellenica, per la quale diedero il più grande dono che fossero in grado di possedere: la vita.

  • User Icon

    umberto

    04/08/2014 14.04.58

    Se ti piace la storia e Sparta oppure ami il film 300, questo libro è un must! L'ho letto in inglese, che dire: epico!

  • User Icon

    Vincenzo

    19/10/2013 12.20.21

    Il libro stupendo, ricco di citazioni storiche e, a parte qualche "esagerazione" nella descrizione della battaglia finale, è storicamente fedele alle fonti (anche in quei dettagli che potrebbero sembrare secondari o inventati). Un viaggio nella cultura classica che lascia spesso senza fiato. La cosa grande di Pressfield è che oltre ad aver scritto un racconto sublime, è l'aver dato ad esso una base storica solida ricca di tanti piccoli dettagli presenti nelle opere di Erodoto e Tucidide. Commovente il finale. Nulla di pacchiano né chissà che epica conclusione, semplicemente commovente.

  • User Icon

    disposablehero

    15/05/2013 07.26.38

    Pressfield descrive fedelmente la vita ed il credo dei cittadini di Sparta, una società guerriera dove l'eroismo era ridimensionato a fatto ordinario. E poi la battaglia delle Termopili, con i suoi immensi protagonisti destinati ad essere ricordati nei secoli. Eccellente.

  • User Icon

    Roberto Lo Duca

    18/02/2012 01.22.59

    Un romanzo avvincente che trascina in un mondo che non esiste più. Il libro è diviso in nove parti ognuna intitolata a un personaggo del romanzo. Il modo di rivolgersi di Leonida ai suoi uomini prima della battaglia è quello di un grande uomo prima che un grande re, ben consapevole del destino che lo attende e a cui va incontro stoicamente, senza mai cedere il passo alla paura e continuando a infondere coraggio ai suoi uomini e agli alleati elleni. Ho apprezzato i dialoghi filosofici tra Dienece e i suoi compagni, così come l'importanza di cui vengono rivestite le donne in questo romanzo, donne che peraltro secondo la legge di Licurgo erano tenute allo stesso allenamento fisico degli uomini fino ai sedici anni di età, e dove la dimensione umana è privilegiata, davvero toccanti i dialoghi tra Leonida e Paraleia prima di partire per le Termopili. Non manca di accennare allo sviluppo di Atene dopo l'esito di Platea. Grandissimo.

  • User Icon

    Christian

    09/12/2011 16.52.52

    Grandissimo libro. Mi ha catturato dalla prima pagina conducendomi in una società viva di cui ne emergono tutte le sfaccettature. Una sorta di romanzo-documentario in grado di cogliere in pieno gli aspetti delle società spartana e persiana. Consigliato agli amanti del genere e non solo. Chiunque voglia tuffarsi nella storia antica per assaporare in pieno la cultura e gli ideali dei due imperi in questione non deve far altro che leggersi questo libro, storico ed epico. Ottimo lavoro del grande Steven.

  • User Icon

    giuseppe

    31/05/2011 15.17.28

    D'accordissimo con stefano che ha dato 3, buon libro, ma alcuni intrecci sono inutili, sale di tono quando tratta le parti storiche per il resto è un pò diluito, cmq da leggere rispetto alla spazzatura che c'è in giro

  • User Icon

    Alessandro Rossolini

    26/09/2010 22.49.17

    Veramente un gran bel romanzo. Ottima trama e fluidità narrativa. Mi ha fatto letteralmente innamorare del mondo classico. L'esempio di Leonida, Dienece, Alessandro e Xeone, nonchè delle donne spartane, seppur in modo romanzato rende magistralmente l'idea di come si viveva a quei tempi, e di che pasta erano fatti i veri uomini, o meglio di quando i nostri antenati erano moralmente più avanzati di noi che ci definiamo una civiltà "progredita". L'esempio dei 300 spartiati e dei loro scudieri, assieme agli altri alleati elleni meriterebbe di essere approfondito di più, in qualunque scuola. E non ultimo dai nostri politici per farli scendere dal piedistallo della loro grassa saccenza. Consiglio a tutti di leggere questo libro, è veramente bellissimo. Commovente e avvincente tocca le corde più profonde della nostra anima. Bravo Pressfield, mi hai fatto davvero emozionare.

  • User Icon

    Enrico

    10/06/2010 13.54.22

    Ricostruzione rigorosa di una vicenda epica che descrive la società ellenica ed in particolare quella spartana in tutti i suoi aspetti, con la risultanza di una un popolo nato per combattere e morire in battaglia e che ha comunque, come sua forza, le donne spartane, vera fonte di coraggio. La differenza principale con i persiani è evidente: Serse manderebbe a morte intere popolazione pur di vincere mentre Leonida moorirebbe per ciascuno dei suoi soldati. Questo cercando di sintetizzare una storia cruda, come doveva essere quell'epoca, ma reale tanto che a volte ti sembra di essere al centro della battaglia con i protagonisti pronti all'estremo sacrificio pur di fermare l'invasore. Buoni anche i dialoghi e la ricostruzione del rapporto tra "allievo" e " maestro. Lo consiglio vivamente a tutti gli amanti del romanzo storico.

  • User Icon

    Estelgard

    10/04/2010 20.18.22

    Senza ombra di dubbio il libro è avvincente, la storia scorrevole e animata e lo stile denso, senza eccedere in tecnicismi, ma nemmeno scarno e con caratteri da action-movie come il mediocre Dan Brown. Onestamente non ho ancora letto Manfredi, citato più volte come una possibile fonte d'ispirazione per Pressfield, ma penso che presto mi cimenterò con "Lo scudo di Talos". Nel frattempo posso affermare che la storia della battaglia delle Termopili è davvero molto attinente alla realtà dei fatti, come ci viene tramandato dalle fonti storiche e dai rinvenimenti archeologici; inoltre la prima parte, che ci presenta spaccati della società di Sparta, rispecchia con veridicità la cultura oligarchica padrona del Peloponneso. Con lo scorrere delle pagine, mi sono tornate alla mente le regole di vita spartana studiate per gli esami di storia greca all'università e mi sono immerso totalmente nella Grecia del V secolo a.C., appassionandomi alle vicende dei personaggi di fantasia, mai descritti superficialmente, anzi spesso ricchi di un certo spessore. Per ora resta certamente il romanzo storico migliore che abbia letto, pertanto lo consiglio vivamente a coloro che amano il mondo antico e le storie d'avventura e battaglia.

  • User Icon

    stefano

    06/04/2010 10.10.10

    forse il racconto di una singola battaglia, per quanto epica, non è abbastanza per reggere un romanzo di oltre 450 pagine. Il ritmo rimane blando e forzatamente dispersivo. Bello, ma non un capolavoro.

  • User Icon

    Salvatore

    22/01/2010 15.37.16

    L'unico difetto di questo libro è che non ha difetti! Nulla da dire se non capolavoro assoluto

  • User Icon

    andrea carturan

    17/12/2009 15.08.16

    Se qualcuno mi chiedesse un bel libro avvincente da leggere "Le porte di fuoco" sarebbe sicuramente nei consigli.Ha carattere e sicuramente trasmette passione per l'epoca e i suoi personaggi.

  • User Icon

    Giovanni B.

    21/07/2009 23.23.43

    Semplicemente grandioso, epico, eroico... Splendida narrazione di grandi contenuti epici, eroici, di lealtà e coraggio, con anche alcuni piccoli spunti filosofici. Non l'ho letto tutto d'un fiato poiché la storia si svolge senza eccessivi "colpi di scena"... non è cioé così "avvincente" come un altro romanzo storico che ho letto, di Valerio Massimo Manfredi. La lettura è però forse più bella perché più profonda e nel contempo stimolante, con la giusta dose di suspence che però, come ho detto, non è il leit motiv del libro. Ho anche preso vari appunti di alcuni discorsi davvero belli di qualche comandante persiano o di altri protagonisti...

  • User Icon

    claudio 72

    28/04/2009 20.15.09

    Premetto che adoro i libri storici e sono un cultore di tutti i libri storici di V.M. Manfredi, ebbene questo è il primo libro di Pressfield che leggo, il consiglio che voglio dare a tutti gli appassionati del genere e non, è di non farsi sfuggire questo romanzo, perchè è semplicemente straordinario, le scene di battaglia descritte con una superba accuratezza . grande grande grande. ho gia preso i venti dell'egeo..

  • User Icon

    Gianni

    16/04/2009 00.58.43

    Il primo libro che ho letto dell'autore e la scoperta di quello che successe alle Termopili (a scuola studiavo poco o niente) ne fanno uno dei miei romanzi preferiti. A volte sembra quasi che l'addrestramento delle reclute Spartane rifaccia il verso al film Full metal jacket! Libro meravigliso, come il mio preferito dell'autore, I venti dell'egeo. Da leggere tutto d'un fiato

Vedi tutte le 63 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione