Categorie

Christopher Hitchens

Traduttore: E. Kampmann
Editore: Minimum Fax
Collana: Filigrana
Edizione: 2
Anno edizione: 2003
Pagine: 134 p., Brossura
  • EAN: 9788875210090
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Luigi

    12/11/2015 17.58.07

    Finalmente tante cose stanno venendo a galla e l'uomo sta uscendo da quel sonnifero lungo 1000 anni che la chiesa ci ha propinato. E' in corso una profonda rivoluzione nella chiesa, lo stato piu' ricco e potente del mondo. Che sia questa la vera giustizia divina? Magari un giorno ci sara' un papa che inziera' a sconsacrare tutti quei santi messi li per motivi ad oggi occulti...

  • User Icon

    Carlo Lauletta

    14/02/2015 23.05.04

    Io penso che madre Teresa fosse una donna cattiva. Ella, invero, accostava le persone sofferenti non già per far cessare o ridurre la loro sofferenza, bensì per contemplarla, e da questa attività traeva perverso godimento. Era madre Teresa cattolica o atea? Probabilmente all'inizio era cattolica, e ciò presumo sia per l'ovvia ragione che prese il velo sia perché solo la religione può indurre a un comportamento così deviante del vero altruismo; alla fine la stessa madre Teresa scrisse che le erano venuti dei dubbî. Certamente quelli tra i cristiani che intendono la dottrina del loro maestro nel modo migliore comprensibilmente tendono a scaricare questo sinistro personaggio.

  • User Icon

    Anita

    27/12/2014 19.27.38

    Questo libro svela segreti impressionanti. Madre Teresa è (fu) cattolica, contro l'aborto, contro la contraccezione e per evangelizzare il mondo. Non ci posso credere! Chi l'avrebbe mai sospettato! Ma siamo davvero sicuri?? E nessuno ha pensato di processarla per crimini contro l'umanità? Scandaloso. L'aneddoto di Bhopal meriterebbe un posto d'onore nello scandalismo "cracker-barrel" da social network. Hitchens si chiede retoricamente e sardonicamente: come faceva Madre Teresa a sospettare ci fosse qualcosa da perdonare? Provo una risposta: forse perché si è vista attorniata, all'arrivo a Bhopal, dalla folla inferocita dei partenti delle vittime? Se sono inferociti, anziché solo in lutto, magari ti viene il sospetto che ci sia qualcosa da perdonare... L'autore, ispirato senza misteri e senza vergogna, da un fiero fanatismo ateo pretende di smascherare il fanatismo religioso oscurantista di Madre Teresa e di ricordare a tutti noi come sia aperta e sanguinante la piaga dei milioni di pecoroni ignoranti e creduloni tuttora in attesa di essere redenti da un sano illuminismo materialista. Godibilissimo.

  • User Icon

    actarus

    13/02/2014 23.15.08

    Un libro interessante solo per menti mediocri. L'attacco al cristianesimo abbastanza standard. Quello a Madre Teresa ridicolo. Talmente e' accecato Hitchens ( o fa finta di esserlo) che quando ha finito gli argomentucci principali vuole fare passare Madre Teresa per una presa da vanagloria. Chi ha visto Calcutta sopratutto piu di 50 anni fa come fa a bersi che si possa abbandonare la propria vita per decine di anni prima di essere notati dalla stampa internazionale per compiacimento personale. Questo solo per dirne una. Ma per Hitchens Madre Teresa era anche non credente. Questo dopo la publicazione degli scritti segreti di Madre Teresa. Proprio un poveretto se non fosse per i soldi che guadagna sfruttando il mercato offerto da agnostici, atei ...

  • User Icon

    Francesco

    24/09/2012 16.30.47

    Questo libro mi fa venire in mente il titolo di un altro: Difendere l'indifendibile. Ecco allora che il modo migliore per definire il pamphlet di Hitchens Christopher diventa così: Attaccare l'inattaccabile. Ma pamphlet per questa critica a un'istituzione del cattolicesimo internazionale, sebbene negli ultimi tempi piuttosto caduta in penombra, specie nel nostro paese, è appropriato dal punto di vista formale niente affatto per quello del contenuto. Sorprendeinfatti come in una manciata di piccole pagine siano stati condensati tanti attacchi, critiche e riflessioni, non solo su madre Teresa, ma anche al cristianesimo e alle sue istituzioni, toccando aspetti etici, politici, economici, sociali, storici. E sono affondi portati sempre con lucidità, senza mai cadere nella faziosità o nel banale pettegolezzo. Madre Teresa di Calcutta alla fine perde la sua aurea di santità e appare nella sua vera natura di pedina nelle mani di una religione che troppo spesso agisce per compiacere se stessa e le sue anacronistiche convinzioni piuttosto che per il bene degli altri. Leggere per credere.

  • User Icon

    Francisco Scaramanga

    01/03/2011 18.24.59

    Il libro di Hitchens è l'unica voce stonata nel coro unanime degli entusiasti incensatori di Madre Teresa. La figura di Madre Teresa delineata dal saggista statunitense è desolante, a tratti inquietante: amicizie scomode (su tutti spiccano il famigerato dittatore haitiano, lo spietato Baby-Doc Duvalier, e il truffatore americano Keating); dichiarazioni allucinanti; una visione ultraconservatrice dell'esistenza umana (ovviamente Madre Teresa era contrarissima all'aborto, alla contraccezione, al divorzio, ai rapporti sessuali fuori dal matrimonio e alle gonne corte). Ma quello che maggiormente sconvolge l'ignaro lettore, da sempre abituato a immaginarla come un arcangelo di bontà, è il cinismo con cui Madre Teresa trattava i "poveri". Scopriamo che la casa Kalighat dal lei fondata a Calcutta per accogliere i disperati morenti è in realtà uno squallido dormitorio riempito di panche di legno nel quale "gli ultimi degli ultimi" crepano senza alcuna assistenza medica. Non manca invece il conforto spirituale: molti di questi sventurati sono battezzati in punto di morte contro la loro volontà. Le case di Madre Teresa non possono in alcun modo essere definite ospedali: non ci sono medici né personale infermieristico qualificato, nessuna visita specialistica è fattibile, persino i pazienti affetti da patologie facilmente curabili sono abbondanti al loro destino. Al contrario, quando è stata lei ad aver bisogno di cure, Madre Teresa si è umilmente affidata alle provvidenziali attenzioni di alcune tra le più esclusive (e costose) cliniche americane, infatti è giunta alla veneranda età di 87 anni. Alle Missionarie della Carità non mancano certo i soldi. Donazioni per milioni di dollari giungono da ogni parte del mondo, ma sicuramente non vengono spesi per il benessere dei poveri malati di Calcutta. Tutte le affermazioni di Hitchens sono corroborate e per certi versi aggravate dai documenti riportati nel libro di Aroup Chatterjee, "Mother Teresa: The Final Verdict".

  • User Icon

    antonio bigatti

    18/10/2010 13.14.26

    Un ritratto più fedele alla realtà di questa suorina all'apparenza tanto buona e cara ma che in realtà sembra uscita da un film di Dario Argento.

  • User Icon

    SALVATORE

    02/10/2010 11.37.18

    scomodissimo libro. ma dietro ogni verita' che facciamo nostra senza neppure sapere tanto di essa, spesso si nasconde la realta', cruda e senza edulcoranti. sarebbe piaciuto anche a me credere che dietro il mondo missionario e di madre teresa ci fosse davvero tutto quello splendore. ma poi.... libro che non consiglio a chi non ha intenzione di disilludersi... da non perdere per tutti gli altri!

  • User Icon

    Salvatore

    06/09/2010 19.05.12

    Bellissimo da leggere sicuramente per conoscere un personaggio troppo incensato e sicuramente sopravvalutato nelle presunte opere di carità! L' unico neo è la brevità purtroppo...mi chiedo quando stamperanno finalmente in Italia l'altro libro critico verso Madre Teresa scritto da un medico indiano di cui adesso nopn ricordo il nome!Bah...

  • User Icon

    Federico Merlotti

    10/04/2010 16.47.45

    Libro coraggioso,illuminante,bellissimo! GRAZIE Mr. Hitchens

  • User Icon

    manuela

    10/09/2009 09.07.44

    Bellissimo libro. Il giornalista Hitchens offre una bellissima e accurata analisi sul personaggio oscuro di madre Teresa.Compie un bellissimo lavoro di ricerca giornalistica come solo pochi giornalisti ormai sanno fare.Lo consiglio a tutti, da regalare a natale.

  • User Icon

    Stefania

    07/09/2007 07.49.26

    Un libro letto in poco tempo, denso di informazioni. Ne esce fuori un ritratto ambiguo e carico di ombre, soprattutto per chi, come me, in passato aveva letto pagine tutte dedicate al rafforzare il mito di questa "santa in terra". Davvero un peccato sia stato snobbato finora, ma i motivi sono ben chiari. Consigliato.

  • User Icon

    Walter

    23/03/2007 11.42.29

    Ho trovato il libro interessante e assolutamente da leggere. Peccato la scarsa pubblicità, ma si sa che quando un libro tocca argomenti del genere, non sono i lettori ad elevarlo sugli altari della gloria o ad affossarlo nella polvere della dimenticarza, ma una regia molto più grande, che ha tutti gli interessi di non divulgare informazioni scomode. Credo che l'autore, come è stato già scritto, aveva l'opportunità di calacre la mano sulla vera identità di madre Teresa, mettendo ancor più in risalto i metodi del suo operato.

  • User Icon

    Ivan P.

    27/03/2006 14.23.08

    Condivido i commenti precedenti. Peccato che il libro non è pubblicizzato di più. Voto 4

  • User Icon

    sofia

    28/02/2006 12.18.04

    Avrebbe potuto essere meglio data la qualità del materiale raccolto, invece Hitchens si lascia andare troppo spesso a invettive lasciandosi sfuggire occasioni di inchiodare Madre Teresa ancora di più, mostra di non (voler) capire a fondo la religiosità cristiana, e pecca alle volte di superficialità. Nonostante tutto questo, il libro è assolutamente da leggere, non solo per saperne di più su Madre Teresa in sè, ma anche per imparare che nessuno, mai, è immune da critiche e domande scomode. Mai dare niente per scontato.

  • User Icon

    scrocca sctefania

    02/01/2006 14.39.09

    Ho trovato il libro molto interessante, conferma ciò che mi ha raccontato una mia amica cattolica che è stata a fare volontariato a Calcutta. Tutto è gestito dalla la provvidenza ci sono bambini che hanno bisogno di cure specifiche ma non vengono curati,le medicine che si usano all'interno delle case della provvidenza spesso vengono usate senza diagnosticare i malati.Non vengono mai chiamati specialisti ... Passeggiata all'aperto:i volontari che portano i bambini a passeggio fuori dalle case devono evitare di far avere ai bambini orfani contatti con bambini indu'quindi come si fa a non credere a quello che c'è scritto sul libro rispetto alle persone battezzate di nascosto.

  • User Icon

    andrea

    03/11/2005 17.04.17

    Molto interessante questo libello, che distrugge (unico tra molti) l'immagine di perfezione e bontà di Madre Teresa di Calcutta, acriticamente propagandata da tutti i media. L'obiettivo viene raggiunto attraverso rigorose testimonianze, inchieste e prove documentate, "sfuggite" al pubblico dominio anche quando trasmesse in tv. Mai credere alla inumana perfezione di un essere umano, senza scavare almeno un po' dotto la superficie!

Vedi tutte le 17 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione