Categorie

Antonio Skármeta

Traduttore: A. Donati
Editore: Garzanti Libri
Edizione: 12
Anno edizione: 1997
Formato: Tascabile
Pagine: 121 p. , Brossura
  • EAN: 9788811668305
Disponibile anche in altri formati oppure usato:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Moreno C.

    20/11/2009 14.47.10

    Ho trovato questo libro gradevole e interessante, ma non molto dotato della capacità di conquistare realmente. Forse a causa di una certa altalenanza di efficacia nello stile e nelle atmosfere (molti momenti ben riusciti sono affiancati da altrettanti scarsi passaggi) e forse per un esaurimento troppo veloce delle situazioni migliori della storia (di vari episodi importanti non si ha più quasi nessunissima traccia nelle pagine successive: vedere, per dirne una, con quanto assoluto e sofferto amore Mario e Beatriz finiscano per sposarsi, prima, e come lui non sembri mai più curarsi di avere una moglie che ama così tanto, subito dopo), il lettore poche volte ottiene di venire assorbito pienamente dalla storia. Da leggere, più che altro, se si vuole avere un'infarinatura sulle drammatiche vicende politiche del Cile nel secolo appena trascorso.

  • User Icon

    Tiziana

    21/06/2009 12.25.20

    Ho appena finito di leggere questo libro che ha i miei stessi anni ma che solo da qualche mese tenevo sul comodino, materiazizzato in edizione Einaudi. Sono passati pochi minuti e l'unica cosa che penso è che mi piacerebbe tornare indietro nel tempo. Vorrei che il libro fosse ancora lì, chiuso e immacolato. Vorrei dimenticarlo per riprovare le stesse emozioni di questa prima lettura. La scrittura di Skarmeta è ricca di vivacità e simpatia. Troppo divertenti il personaggio della suocera materialista e impicciona o l'immagine di Mario che registra per Neruda il ruomore dei gabbiani e, in sottofondo, la sua stessa voce che li esorta a cantare con un deciso "Gridate, figli di puttana!". Ma ci sono anche poesia, territorio, storia, e, soprattutto, una profonda umanità nella penna di questo autore cileno che fa vivere momenti davvero indimenticabili. "Le parole bisogna assaporarle. Bisogna lasciare che si sciolgano in bocca." c'è scritto ad un certo punto del libro. Coglietelo come consiglio di lettura di questo dolcissimo romanzo d'amore e amicizia che, alla fine, riserva un retrogusto molto amaro.

  • User Icon

    Laron

    20/11/2008 19.53.40

    Pessimo il ritratto del gande Neruda, il quale avrebbe meritato ben piu' di una semplice pennellata di parole...la storia d'amore è mal impostata e non piacevole... Voto reale 2.5

  • User Icon

    Cristiano

    03/03/2008 12.00.18

    Difficile dire se è più bello il libro oppure il film di Massimo Troisi che da questo romanzo è stato tratto (Il postino). Il libro è un capolavoro, qualcosa di affascinante dalla prima all'ultima pagina, come fosse una lunga indimenticabile poesia. Consiglio di leggerlo tutto d'un fiato e dopo, se non lo si è già visto, di vedere il film.

  • User Icon

    Andrea91

    06/10/2006 20.36.17

    Questo libro è qualcosa di più di un semblice romanzo: in così poche pagine Skarmeta è riuscito a parlare di un Paese a volte dimenticato, spesso ignorato... E' un libro molto originale, anche se devo confessare che alcune parti mi hanno un pò delusa, nel complesso il libro mi è piaciuto e lo vorrei consigliare a chiunque volgia leggere un libro diverso dai soliti romanzi, e per molti versi davvero ben riuscito! Buona lettura..ciao!

  • User Icon

    Stefania

    28/07/2006 13.09.59

    IL libro è un intreccio di vicende piuttosto movimentate. non mi ha preso nella lettura perchè impegnativo e piuttosto noioso. la finale non l'ho capita, il postino mario che fine fa?? non lamentatevi del mio voto, è una mia opinione da lettrice. grazie

  • User Icon

    Iced

    25/07/2006 11.59.37

    Un bel libro, breve, divertente, poetico, appassionante e infine (purtroppo) tragico. E' incredibile come in poche pagine si possano condensare così tante emozioni. Cercate di leggeterlo lentamente, così ve lo gusterete a fondo. Io non ci sono riuscito.

  • User Icon

    irene

    09/10/2005 14.13.02

    io come tanti altri voi ho letto questo libro che mi è piaciuto tutto molto fino alla fine che non ho capito benissimo il finale!penso sia un libro molto avvincente e interessante. e bello che ci sia intrecciata sia la trama storica che una storia d' amore.

  • User Icon

    Leo

    27/04/2005 15.19.52

    Mi è piaciuto questo libro di Skarmeta nel complesso, tranne che in alcune parti. Se non altro la realizzazione filmica di Troisi è eccezionale! Tornando a Skarmeta posso solamente dire che l' opera è sì carina e divertente ma non è mi ha appassionato. Sicuramente sufficiente...

  • User Icon

    LODOVICO

    13/04/2005 16.21.00

    La mia più che una recenzione è una parola,una buona parola che spreco per questo libro che mi ha fatto copire e recepire la bellezza dei luoghi in cui Antonio Skàrmeta,con le sue descrizioni,mi ha fatto viaggiare per tutta la durata di lettura da me impiegata.E' una storia bellissima e colma,piena e finemente descritta da quest'autore che è.........non sò come descriverlo xhè è stato in grado di comporre e di scrivere uno dei libri secondo me tra i più belli in assoluto in circolazione,xhè in sole 119 paggine è stato in grado di descrivere un'intero paese con i suoi problemi e i suoi difetti,con i suoi colori e con i suoi pregi....qualcosa di meraviglioso!!!!lo consiglio a tutti i ragazzi sedicenni come me xhè è un gran libro!!!!!!!!ciao by DJ MODOS...xhè anche i DJ leggono ! ! ! !

  • User Icon

    marco

    17/03/2005 21.14.14

    E' fantastico

Vedi tutte le 11 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione