Il potere del cane

Don Winslow

Traduttore: G. Costigliola
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2011
Formato: Tascabile
In commercio dal: 8 marzo 2011
Pagine: 714 p., Brossura
  • EAN: 9788806203252
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

Art Keller è un poliziotto ambizioso, con una mentalità da crociato, deciso a combattere in prima fila la guerra che gli Stati Uniti hanno lanciato contro il traffico internazionale di droga. Miguel Angel Barrera è il boss della Federación, il cartello che riunisce tutti i narcos messicani, e i suoi nipoti, Adàn e Raùl, smaniano all'idea di ereditarne l'impero. Nora Hayden, dopo un'adolescenza complicata, è diventata una prostituta d'alto bordo, sempre in bilico tra il cinismo più spinto e un insolito senso morale. Padre Parada è un sacerdote nato e cresciuto in mezzo al popolo, potente quanto incorruttibile. Sean Callan è un ragazzo irlandese di Hell's Kitchen che si è trasformato quasi per caso in un killer spietato, al soldo della mafia. Sono tutti, in modo diverso, coinvolti nel mondo feroce del narcotraffico messicano: una guerra senza esclusione di colpi, che coinvolge sicari senza scrupoli e politicanti corrotti, i servizi segreti americani e la mafia, tra inganni, tradimenti, vendette spietate. Una guerra dove non esiste innocenza possibile, e dove è sempre in agguato, pronto a esplodere, il male assoluto: quella demoniaca crudeltà di uomini e cose cui una millenaria tradizione ha saputo dare un solo nome, evocativo quanto misterioso. Il potere del cane.

€ 13,60

€ 16,00

Risparmi € 2,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Floriano

    24/07/2018 06:20:51

    Capolavoro. Equiparabile per grandezza a It di Stephen King. C'è da capire inizialmente la struttura, i rimandi cronologici e classificare per bene i personaggi (che sono tanti), attività che occupa il primo centinaio di pagine. Ma poi la storia si dipana senza interruzioni, con ritmo incalzante, dura violenza e pietas per i soggetti innocenti. Fantastico

  • User Icon

    ChiaraElisa

    23/10/2017 14:00:39

    Dalle strade di New York a Città del Messico, sino al Brasile ed alla giungla amazzonica una storia di violenza, di malvagità, di corruzione, di avidità e di potere, il potere del cane appunto. Non è facile districarsi tra la miriade di personaggi che vengono presentati e tra le vicende storico-politiche, le rivoluzioni e le guerriglie civili che fanno da sfondo alla lotta senza tregua e senza scrupoli di un poliziotto americano, Art Keller, contro il traffico internazionale di droga ed in particolar modo contro il suo principale rappresentante Adan Barrera, prossimo erede al trono dei narcos messicani.  Ma lo stile di Winslow è talmente coinvolgente ed immediato che le pagine di questo libro (e non sono poche) scorrono nella mente con la stessa velocità dei fotogrammi di una pellicola, leggendo il libro si ha come la sensazione di guardare un film adrenalico, violento, indimenticabile.

  • User Icon

    ChiaraElisa

    23/10/2017 14:00:01

    Dalle strade di New York a Città del Messico, sino al Brasile ed alla giungla amazzonica una storia di violenza, di malvagità, di corruzione, di avidità e di potere, il potere del cane appunto. Non è facile districarsi tra la miriade di personaggi che vengono presentati e tra le vicende storico-politiche, le rivoluzioni e le guerriglie civili che fanno da sfondo alla lotta senza tregua e senza scrupoli di un poliziotto americano, Art Keller, contro il traffico internazionale di droga ed in particolar modo contro il suo principale rappresentante Adan Barrera, prossimo erede al trono dei narcos messicani.  Ma lo stile di Winslow è talmente coinvolgente ed immediato che le pagine di questo libro (e non sono poche) scorrono nella mente con la stessa velocità dei fotogrammi di una pellicola, leggendo il libro si ha come la sensazione di guardare un film adrenalico, violento, indimenticabile.

  • User Icon

    ANNA

    20/06/2016 17:04:21

    hai presente quando cominci un libro e ti dispiace già arrivare alla fine? questo libro è uno di quelli! accattivante

  • User Icon

    luciano

    03/01/2016 22:19:07

    Questo avvincente romanzo fiume è, anche, per la sua verosimiglianza, un atto di denuncia che mi ricorda " Gomorra" di Saviano. Nel romanzo da una parte c'è il mondo dei narcotrafficanti che hanno nel loro libro paga gran parte della polizia e del governo messicani ( è di oggi la notizia dell'assassinio di Gisela Mota, 33 anni, sindaca anti narcos): "l'intero governo di un paese si è venduto a un cartello di mercanti della droga"; dall'altra c'è il mondo dei senzaterra, degli affamati, degli ultimi, dei campesinos, che vivono in baracche di " cartone, lamiera, compensato...con fogne a cielo aperto e bimbi denutriti con il ventre gonfio e gli occhi grandi", il cui diritto alla vita, in Colombia, viene rivendicato dai ribelli. E allora nasce la paura che il comunismo, o più semplicemente la giustizia sociale, possa mettere piede nell'America Centrale, ciò crea un intreccio micidiale tra narcotrafficanti, che si sentono minacciati, servizi segreti, pezzi dell'esercito statunitense e la Chiesa cattolica più reazionaria che ha fatto di tutto per estirpare la teologia della liberazione. E così gli abitanti dei villaggi-baracca, che appoggiano i rivoluzionari, vengono razziati " dagli squadroni della morte fascisti... che fanno strage di contadini, gettandone i cadaveri agli incroci e nelle piazze dei villaggi, violentando e uccidendo le donne, e giustiziando i bambini sotto gli occhi dei genitori". L'eroe del romanzo è Art Keller un poliziotto degli Stati Uniti appartenente alla DEA (Drug Enforcement Administration - Ufficio del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti) il cui compito è stroncare il traffico di droga dall'America Latina agli Stati Uniti, passando per il Messico. Il mondo descritto dall'autore è un mondo torbido, in cui governa il male e in cui nulla è come appare.

  • User Icon

    Zuckerman

    07/11/2015 12:27:34

    Impossibile leggerlo, non si capisce nulla, senza senso; mai più!!!

  • User Icon

    Luca

    07/03/2015 01:24:01

    Ci sono libri che meriterebbero una scala di merito con segno meno davanti. Per quest'opera, al contrario, 5/5 è decisamente poco. É un romanzo stupendo. Duro e crudo, coinvolgente, appassionante, non si riesce a staccarsene. Don Winslow riesce a tirare fuori il meglio e il peggio da ogni personaggio, in un continuo avvicendarsi di avvenimenti e situazioni magistralmente intersecati fra loro, senza mai perdere il filo logico. La narrazione efficace e scorrevole, il ritmo brillante di ogni capitolo non lo rende mai noioso. Si arriva alla fine e si crede di aver appena iniziato. É la prima opera che leggo di questo autore, una bellissima scoperta. Capolavoro!

  • User Icon

    Costantino

    11/02/2015 22:04:25

    Semplicemente stupendo.

  • User Icon

    nick

    08/09/2014 18:10:38

    Preso in mano sospinto dalle unanimi acclamazioni, il libro mi ha profondamente deluso. E' una sequela scontata e prevedibile di faide, tardimenti, traffici, uomini uccisi come formiche, vendette, insomma un robusto polpettone di quanto abbiamo già letto in romanzi di maggiore qualità. Ma mancano il pathos,l'emozione, l'affezione al personaggio in una ricostruzione di assassini, di trafficanti, di capimafia uccisi dai delfini. Ripeto, nulla di nuovo. Infine, la lunghezza è eccessiva ed ingiustificata dalla sostanziale ripetitività dei fatti raccontati. Francamente deluso e non leggerò altro dell'Autore, anche per il molto tempo impiegato nella lettura.

  • User Icon

    KidChino

    19/06/2014 12:03:27

    Ho lasciato questo libro in sordina per troppo tempo. Ma l'attesa ha ripagato tutte le mie aspettative! Con un ritmo incalzante sin dalla prima pagina mi ha trascinato in questa guerra senza frontiere come se nulla fosse, con prepotenza e la giusta cattiveria. Come solo un grande libro può fare. Si, perchè questo è un grande libro. Winslow sviluppa una trama fitta e ben delineata. Il carattere dei personaggi è snocciolato in modo quasi perfetto ed ogni situazione è studiata a fondo nei minimi particolari. Dai luoghi alle situazioni riuscire ad intrecciare storie di persone cosi diverse in un'unica vicenda è qualcosa di molto raro. Non riuscivo davvero a staccare gli occhi dalle pagine tenendomi incollato al libro fino ad orari improponibili! Un libro davvero superbo e un autore davvero impeccabile! Ho già in casella altri due libri di Winslow e non vedo l'ora di farmi di nuovo trascinare dentro da questo bravissimo scrittore! Straconsigliato!!!

  • User Icon

    Dario

    15/04/2014 09:58:41

    La guerra alla droga vista da così vicino fa paura,una paura disarmante che paralizza.Il bene ed il male, in questa guerra, hanno confini netti, che i protagonisti devono conoscere bene ed essere disposti ad oltrepassare; la pace è utopia anche per i più fiduciosi.Art Keller fiducioso non lo è, ma è un poliziotto che ha deciso da che parte stare e per vincere la sua guerra, per assecondare quella che si è ben presto trasformata in un'ossessione, studia i confini ed accetta di varcarli in una continua danza con il pericolo.Il 'peccato originale' e la nascita della federacìon (l'organizzazione creata negli anni 70 da Miguel Angel Barrera che riunisce tutti i cartelli Messicani della droga) della quale Art è stato in parte spettatore all'inizio della sua carriera e che decide di voler sconfiggere sacrificando in pratica tutta la sua vita.La federacìon diventa molto potente e può contare sull'appoggio di politici e poliziotti corrotti. Trovare la forza per stare dalla parte giusta si rivela cosa ardua per Art che sembra essere solo contro tutti; ignorare la propria coscienza, per prendere decisioni che sono come una condanna a morte per persone innocenti, fa parte del terribile gioco al quale egli non vuole rinunciare. Gli anni passano, i morti e le guerre si moltiplicano ma la federacìon, ereditata dai nipoti del fondatore, Adan e Raul Barrera, sembra essere sempre più potente. In realtà non è una sensazione ma è una verità consolidata.Quanto si è disposti a sacrificare pur di vincere questa guerra? Art va fino in fondo.. Un pugno nello stomaco, forse peggio. Un noir nero come una notte senza luna e una domanda nasce spontanea:chissà se l'alba fa parte ancora di questo mondo?Di luce purtroppo se ne vede poca ma la notte è una di quelle che è necessario affrontare alcune volte.Leggendo questo libro sono stato davvero catapultato in una realtà mai immaginata prima grazie ad uno stile di scrittura asciutto, a personaggi ben definiti e ad un ottimo intreccio.

  • User Icon

    Stefano De Rosa

    01/02/2014 18:58:12

    Contenuto interessantissimo, la storia c'è, il coraggio di dire cose su Messico e Stati Uniti in relazione a politica estera, narcotraffico, ecc., pure ma... andrebbe riscritto, a mio gusto, perché è pulp, molto pulp, pure troppo! Linguaggio da filmaccio americano di serie z, torture, e anchela dose di sesso, tutto inutilmente insistito. Peccato!

  • User Icon

    Nando

    22/01/2014 11:36:40

    Semplicemente un capolavoro......consigliatissimo!!!

  • User Icon

    il buffone

    16/11/2013 14:36:18

    Romanzo Enorme. Nero come la notte, anzi, di più. Nero come il più profondo degli abissi. Oltre 20 anni di guerra al narcotraffico narrati attraverso gli occhi di numerosi, indimenticabii, personaggi. Boss, killer, prostitute, amori, odio, pentimenti, tradimenti, ed un poliziotto che vive oltre ogni regola. Quando lo chiudi per l'ultima volta, una sola domanda ti rimane in testa: Quanto sei disposto a perdere per sconfiggere il male?

  • User Icon

    achi53

    08/11/2013 13:55:32

    Ho letto tutti i libri di Winslow e sono tutti di grande livello, questo è meraviglioso, non vedevo l'ora di finirlo ma al tempo stesso volevo che non finisse mai. è un libro non da 5 ma da 10 e lode.

  • User Icon

    Giovanni

    30/10/2013 16:06:29

    E' il terzo libro di Winslow che leggo e ne sono rimasto entusiasta. Lo consiglio vivamente agli amanti del genere!

  • User Icon

    Mario

    20/08/2013 14:22:01

    lettura scorrevole, storia avvincente.. un bel libro, potenziale sceneggiatura per una serie tv alla "romanzo criminale".

  • User Icon

    Emiliano

    14/07/2013 12:45:46

    Non posso che unirmi al coro unanime che lo indica come un capolavoro del genere. Si legge tutto di un fiato. Ci si sente come dentro la storia a fianco dei protagonisti. Imperdibile

  • User Icon

    Bruce Harper

    08/07/2013 00:06:40

    Bella storia sullo sfondo del narcotraffico messicano. Ti fa capire come funziona il narcotraffico, cosa succede laggiu', cosa comporta il fiume di soldi che da esso deriva, e altro ancora. La storia oltre che bella e' anche ben scritta, a volte cruda ma sempre molto piacevole. Mai banale, non ti stanca mai fino alla fine.

  • User Icon

    joe roberts

    07/07/2013 23:49:08

    Libro straordinario per ritmo e potenza narrativa. Non gli assegno il massimo per l'approssimazione, nonostante quello che leggo, relativa alla psicologia dei personaggi: sì, è vero, sono tutti angosciati e infelici(caratteristiche che generano compassione nel lettore), ma nessuno che riesca a immedesimarsi veramente in coloro ai quali hanno causato dolore e sofferenza, e nessuno che, a parte Art, dia serie motivazioni sul proprio agire. Ad esempio Nora che, all'improvviso, da donna senza scrupoli diventa una buona samaritana senza nessun accenno che ci potesse far pensare a un cambiamento del genere.

Vedi tutte le 103 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione