Pranzo di nozze di Richard Brooks - DVD

Pranzo di nozze

The Catered Affair

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: The Catered Affair
Paese: Stati Uniti
Anno: 1956
Supporto: DVD
Salvato in 7 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 9,99 €)

L'ambizione di un matrimonio costoso rischia di guastare una famiglia. La giovane Jane Harley, figlia di un tassista, annuncia che vuole sposarsi con un matrimonio semplicissimo, ma sua madre non è d'accordo e vuole, invece, tutto il costoso rito tradizionale. Sorgono infiniti problemi e la situazione si fa sempre più tesa, fino a che, finalmente, si impone il buon senso.
3
di 5
Totale 1
5
0
4
0
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Patrizia

    07/09/2019 20:10:29

    Una figlia si sposa e decide di farlo con la sola cerimonia in chiesa senza alcuno sfarzo ma la decisione provoca una vera tempesta nella famiglia composta da gente semplice, senza mezzi, con tanti conflitti affettivi irrisolti nascosti dalle necessità di tutti i giorni. Il film offre ottimi spunti di riflessione: la frustrazione del capofamiglia, i rimpianti della madre che non ha avuto quello che si aspettava dalla vita, l'inutilità di certi obblighi sociali; il tutto supportato da un ottimo cast anche se la recitazione enfatica della Davis rende il suo personaggio di donna triste e delusa, esageratamente duro. Buono il bianco e nero e ottimo il doppiaggio d'epoca mentre la versione originale non è purtroppo fornita di sottotitoli.

  • Film in bianco e nero
  • Produzione: A & R Productions, 2014
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Durata: 93 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area0
  • Contenuti: foto; manifesto originale; trailers
  • Richard Brooks Cover

    Regista statunitense. Comincia scrivendo drammi radiofonici, sceneggiature e romanzi in cui evidenzia da subito il piglio e i ritmi dell'autore di storie forti e ben congegnate. Sceneggia fra gli altri Forza bruta (1974) di J. Dassin, uno dei capolavori del genere cosiddetto «carcerario», protagonista B. Lancaster alle prese con un sadico aguzzino e una evasione che sfocia in carneficina. L'esordio nella regia è del 1950 con La rivolta, melodramma di buona fattura seguito da altri sei film fra cui il noir con H. Bogart L'ultima minaccia (1952) e lo strappalacrime L'ultima volta che vidi Parigi (1954), con una L. Taylor all'apice della sua bellezza. La sua vera vocazione drammaturgica si esprime tuttavia al meglio nella rudezza e nella tensione: in tal senso gira nel 1955 la sua opera più famosa,... Approfondisci
  • Bette Davis Cover

    "Attrice statunitense. Approda a New York poco più che adolescente e presto riesce ad avere qualche parte importante a Broadway. Trasferitasi a Hollywood, sembra destinata a una carriera di comprimaria a causa del suo modesto aspetto fisico. Il volto leggermente grifagno, il corpo ben lontano dalla perfezione, possiede tuttavia due occhi che mandano lampi taglienti, e soprattutto un grande talento unito a una tenacia di ferro. Appare fugacemente in una quindicina di film, fino a quando trova un ruolo di rango in 20.000 anni a Sing Sing, girato nel 1933 da M. Curtiz, in cui recita a fianco di S. Tracy. L'anno successivo può finalmente dare prova della sua bravura in Schiavo d'amore (1934) di J. Cromwell, che la lancia definitivamente. Nel 1935 ottiene il primo Oscar con Paura d'amare di A.... Approfondisci
  • Ernest Borgnine Cover

    Nome d'arte di Ermes Effron Borgnino, attore statunitense. Figlio d'immigrati italiani, trascorre parte dell'infanzia a Milano, studia negli Stati Uniti, si arruola in marina nel 1935 e si congeda dopo dieci anni. Incoraggiato dalla madre a studiare recitazione, comincia dal teatro e si fa conoscere al cinema con il ruolo del sergente sadico in Da qui all'eternità di F. Zinnemann (1953). La parte del sensibile innamorato in Marty, vita di un timido (1955) di Delbert Mann gli fa vincere un Oscar, ma il suo volto caratterizza più spesso personaggi di contorno, malvagi o perdenti. Tra i molti film, interpreta Quella sporca dozzina (1967) di R. Aldrich, con tutti i seguiti, Il mucchio selvaggio (1969) e Convoy - Trincea d'asfalto (1978), entrambi di S. Peckinpah, 1997 - Fuga da New York (1981)... Approfondisci
  • Debbie Reynolds Cover

    Nome d'arte di Mary Frances R. Attrice e cantante statunitense. A sedici anni vince un concorso di bellezza e la mgm le offre un contratto per interpretare giovani donne graziose, vivaci, ingenue ma piene di temperamento. Cantante dotata, non nasce come ballerina ma lo diventa quando G. Kelly la sceglie come partner in Cantando sotto la pioggia (1952) di S. Donen. Seguono numerose commedie frizzanti, divertenti e gradevoli come Il fidanzato di tutte (1955) di C. Walters, Pranzo di nozze (1956) di R. Brooks e Tammy fiore selvaggio (1957) di J. Pevney. Negli anni '90 appare in Tra cielo e terra (1993) di O. Stone e nel film di F. Oz In & Out (1997). Approfondisci
Note legali