Categorie

Marcel Proust

Traduttore: M. Ferrara
Editore: Passigli
Collana: Le occasioni
Anno edizione: 2009
Formato: Tascabile
Pagine: 149 p. , Brossura
  • EAN: 9788836811465

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Nicola

    19/01/2013 10.08.51

    perfetto nell'essere vero.Ora come sempre potrà non piacere il "tema" dell'opera...ma signori miei la penna di Proust è insuperabile nel "far di un'uomo tanti uomini...".

  • User Icon

    Adriana

    03/08/2012 11.27.26

    150 pagine di ossessione nevrotica. 150 pagine di nulla.

  • User Icon

    La Recherche

    09/07/2009 23.44.27

    [...] In questo volume, così come ne “La prigioniera” Proust dispiega agli occhi del lettore la sua enorme capacità di indagine psicologica, egli sonda con abilità e precisione chirurgiche il cuore del geloso innamorato, già come aveva iniziato a fare in “Un amore di Swann”, ci presenta quelle alternanze, quelle famose intermittenze proustiane, di un cuore innamorato, che alterna attimi di calma illusoria ad altri di terribile sofferenza, in cui la gelosia analizzando ogni minima frase od atteggiamento si auto-alimenta. Ma la gelosia nell’alimentarsi dà vita anche all’amore, che per Proust è inscindibile dalla gelosia, potremmo addirittura dire inimmaginabile senza gelosia. Leggere un testo di Proust è sempre un’esperienza sensoriale, dalla lettura la mente evoca gli altri sensi e le frasi hanno via via un profumo, un gusto, un loro aspetto tattile che rende la lettura unica, ed in questa sorta di estratto, di miniatura di una più ampia opera tutto questo gusto resta intatto, la stoffa è quella del capolavoro, anche se qui proposta in scampolo, di fronte a “Precauzione inutile” ci si sente come quando si osserva un piccolo battistero, accanto ad una imponente cattedrale, esso ci appare minuscolo a confronto dell’edificio maggiore, ma ad una attenta osservazione esso è creato dallo stesso architetto, costruito nello stesso modo e decorato dagli stessi mirabili ed insigni artisti.

Scrivi una recensione