Prenditi cura di me - Francesco Recami - copertina

Prenditi cura di me

Francesco Recami

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Collana: Il contesto
Anno edizione: 2010
In commercio dal: 1 aprile 2010
Pagine: 269 p., Brossura
  • EAN: 9788838924682
Salvato in 18 liste dei desideri

€ 13,30

€ 14,00
(-5%)

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

PRENOTA E RITIRA

Prenditi cura di me

Francesco Recami

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Prenditi cura di me

Francesco Recami

€ 14,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Prenditi cura di me

Francesco Recami

€ 14,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Stefano ha quarant'anni, vive a Firenze e la sua vita fa acqua. Non ha figli e la moglie lo ha lasciato. E dopo due attività messe in piedi con amici e presto fallite, si ritrova a fare il trasportatore con partita Iva per una coop. Pieno di debiti. Capace soltanto di inconsistenti fantasie, brevi come uno spot pubblicitario. Per anni, suo obiettivo è stato impadronirsi del gruzzolo depositato sul conto bancario della madre: per raggiungerlo non ha risparmiato bassezze (perfino una finta gravidanza della moglie). Ma l'anziana signora non ha mai ceduto: convivono in lei le chiusure sospettose del mondo contadino e la nuova grettezza urbana. E una donna anziana e nel suo rapporto con il figlio e con il marito morto si riflette tutta l'ansia solitaria di chi è maggioranza anagrafica ed è nel contempo fuori posto nella nuova società italiana che affida a badanti la vecchiaia. La partita crudele tra i due sembra risolversi quando la madre ha un ictus. Una morte sospesa che però di partita ne apre un'altra: ora è Stefano che deve prendersi cura della madre, e questa responsabilità lo tramortisce. C'è da affrontare l'inferno dell'insensatezza delle strutture sanitarie, della solidarietà ambigua, di un futuro caotico e congestionato come il traffico della città, che per Stefano nel suo furgone è incubo quotidiano. A questo punto non ci sarebbero più scuse per differire la sospirata delega bancaria. Poi le condizioni della madre migliorano e la signora comincia a tornare in sé.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,92
di 5
Totale 12
5
6
4
1
3
4
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    virginio

    18/10/2013 19:56:15

    forse perché sto vivendo questo dramma non sono riuscito leggerlo tutto, mi angosciava, Comunque è un buon libro che tratta una dura realtà.

  • User Icon

    Fabio

    16/03/2013 15:48:51

    Questa volta Recami mi ha un po' deluso, pur avendo scritto bene un libro, comunque, piacevole. La storia scorre, ma è un po' troppo frammentata e non sempre coerente con sè stessa o con un ideale percorso. Il colpo di genio arriva nel finale, nel quale si evidenzia meglio la brillantezza dell'autore. In conclusione, un libro che vale la pena di leggere, ma non il migliore di Recami.

  • User Icon

    Jany

    19/07/2012 09:27:56

    Finalmente un libro, che si legge benissimo, con una storia ed un linguaggio realistico che affronta un tema attuale e spinoso, dei problemi psicolgici e pratici di chi si ritrova improvvisamente a doversi prendere cura , e da solo, di un proprio familiare ed è tutt'altro che preparato. Quello che tutti sperano non accada mai.

  • User Icon

    Meningococco

    11/01/2012 18:13:58

    bello...bello....bello..il mio primo Recami scoperto sul tavolo della biblioteca solitario! E che sorpresa... Spero che le prossime letture dell'autore possano darmi ancora quelle emozioni di Prenditi cura di me!

  • User Icon

    marco ferraro

    09/01/2012 23:50:24

    Ancora un libro vicino, questo oltretutto molto vicino tanto che potrebbe anche essere una biografia: quarantenne con mamma vedova ed ex contadina; quanti riferimenti! C'è pure l'orrenda chiesa di Via Baracchini e pure il ritrovo al Mercato Ortifrutticolo. È vero che la scrittura è oggettiva, tanto da sembrare il racconto di un fatto di cronaca ma io avrei preferito anche un'analisi introspettiva dei fatti e delle volte i toni sono eccessivi forse proprio per delineare l'analisi che non fa (l'incubo del traffico, sempre ingorghi inestricabili da catastrofe è certo eccessivo), ma riflettendo i personaggi sono più che realistici. Un libro non eccelso, ma nel complesso buono; nonostante tutto preferisco i finali da commedia e questo, pur lasciando aperte le porte per un seguito, non va in quella direzione.

  • User Icon

    Giacomo

    15/12/2011 18:51:22

    Mi ha un po deluso il finale tuttavia il libro è scritto molto bene e si legge volentieri.

  • User Icon

    gigia

    12/01/2011 09:50:22

    Mi è piaciuto molto il linguaggio che con sfumature gergali del fiorentino ha reso vitali i personaggi e molto realistica la storia. Però non ho capito molto il senso del finale... Forse era meglio chiudere con "la Marta" alla vasca da bagno. Sarebbe sempre stato un finale ermetico, a cui attribuire un significato individuale, ma almeno non avrei avuto l'impressione che l'autore ci avesse messo una toppa tanto per chiudere con un po' più di "originalità".

  • User Icon

    Claudia

    18/12/2010 01:53:53

    Grande ironia e un personaggio principale riuscitissimo. Sarebbe un errore cercare una trama tradizionale, il libro funziona piu' come un insieme di scene importanti. L'autore non sembra dare alcun giudizio morale, e presenta la realta' per come e'. Romanzo molto moderno che lascia grande liberta' all'intelligenza del lettore.

  • User Icon

    flavia macchia

    09/12/2010 23:12:19

    molto deludente rispetto al primo recami. mi aspettavo un romanzo più maturo, dotato di un cinismo e un'ironia più consistenti (mi sembravano una bella caratteristica di quest'autore) e un contenuto evidente. l'impressione che ho avuto, invece, è che recami abbia compilato per svago una pila di fogli con le sue divagazioni, e abbia smesso quando è finita la risma. la trama, secondo me, non ha né capo né coda, ma si spaccia per brillante trovata narrativa quella che è soltanto una carenza di idee. è apprezzabile che tratti l'argomento "badanti", una realtà italiana che merita di essere affrontata in narrativa, ma spesso scade nel cliché, nel già sentito, nella retorica. il personaggio maschile è l'unico davvero riuscito; la madre già insomma, alessia invece, la ex moglie, non ha né arte né parte, forse sarebbe stato meglio non approfondirla affatto come personaggio e farla rimanere ai margini, visto quanto sono futili ai fini dello sviluppo narrativo i brani in cui "agisce". potrebbe essere un riuscito romanzo sull'inettitudine e l'inutilità che io non ho compreso, ma anche in questo caso mi sembra che arrivi con un centinaio di anni di ritardo sull'approfondimento letterario di questo tema! quel che so è che sono riuscita a finirlo, ma è stata una continua delusione pagina dopo pagina.

  • User Icon

    Tom

    27/11/2010 11:14:26

    Caro Francesco, questo libro mi e' piaciuto moltissimo, di quei libri come diceva il giovane Holden che quando li hai letti poi ti va ti chiamare lo scrittore al telefono. Io vivo all'estero da anni e mi piace vedere l'Italia attraverso queste finestre cosi' pulite. Non sono affatto d'accordo con commenti di chi parla di "nuovi miserabili", "vinti", e neanche con la terza di copertina che dice che questo e' un pessimismo sociale. Ma quale pessimismo? Questa e' la vita, difficile per tutti, ed e' veramente una ventata di aria fresca sentire un Italiano che la racconta in materia cosi' pratica e "ossuta". Capisco perfettamente che alla sensibilita' Italiana questo stile puo' sembrare un po' cattivo e radicale, ma in realta' non fai altro che togliere strutture, ipocrisie e porcherie varie, e raccontare la vita per come e'. La poesia c'e' in tutte le cose, comunque, se uno vuole trovarla. Non che poi il nostro Stefano sia cosi' un perdente come magari puo' sembrare - sa sopravvivere, e anche ottenere quello che vuole. Poi va be', alla fine hai deciso di fare un po' "ta-daa", ma il racconto poteva continuare all'infinito senza alcun colpo di scena, o finire senza il focherello, che andava benisimo cosi'. I miei piu' vivi complimenti. Ti prego, continua cosi': non vincerai MAI un premio Strega, ma avrai molti ammiratori veri, duri e onesti come le tue storie.

  • User Icon

    nihil

    22/09/2010 19:31:41

    Una vera chicca, sembra scritta da una persona che ha vissuto realmente queste situazioni. Tra l'amaro e l'ironico, ci sono sprazzi di genialità e introspezione. Libri come questi sono perle rare dell'editoria odierna.

  • User Icon

    andrea

    20/07/2010 17:53:46

    Recami sta a Firenze come me e quindi, avendo letto di lui nelle cronache locali, come topo di biblioteca, mi sono interessato ai suoi libri da anni... tranne "l'errore di Platini" li ho letti tutti. Mi sembra che la sua crescita sia esponenziale, almeno per il mio gusto. Da "Il correttore di bozze" che non mi piacque, in un crescendo continuo, siamo arrivati a questo vero capolavoro. Finalmente qualcuno che in modo asciutto ma partecipato al tempo stesso, senza finte compassioni e senza disprezzo o disinteresse, parla dei vinti "normali" quei milioni di sconfitti senza speranza, che anche se non sono dei veri "drop out" da cronaca nera o da caritas, si trascinano con fatica in questo mondo di solitudine che sono le nostre città sempre più vecchie. Amarissimo romanzo eppure così piacevole...

Vedi tutte le 12 recensioni cliente
  • Francesco Recami Cover

    Scrittore fiorentino, Francesco Recami pubblica due titoli con Mondadori Education: Assassinio nel Paleolitico e Trappola nella neve (2000). Con Bianca Sferrazzo nel 1998 scrive per Giunti Celti e Vichinghi. Ma la sua popolarità arriva con l'editore Sellerio, e particolarmente con il ciclo di romanzi dedicati al pensionato Amedeo Consonni: L'errore di Platini (2006), Il correttore di bozze (2007), Il superstizioso (2008, finalista al Premio Campiello 2009), Il ragazzo che leggeva Maigret (2009, con il quale vince il Premio Scrittore Toscano), Prenditi cura di me (2010), La casa di ringhiera (2011), Gli scheletri nell'armadio (2012), Il segreto di Angela (2013), Il caso Kakoiannis-Sforza (2014), L'uomo con la valigia (2015), Morte di un ex tappezziere (2016), Sei... Approfondisci
Note legali