-15%
Preparare un fuoco - Jack London - copertina

Preparare un fuoco

Jack London

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Davide Sapienza
Editore: Mattioli 1885
Collana: Experience
Anno edizione: 2007
In commercio dal: 18 marzo 2007
Pagine: 92 p., Brossura
  • EAN: 9788889397657
Salvato in 35 liste dei desideri

€ 7,65

€ 9,00
(-15%)

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Preparare un fuoco

Jack London

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Preparare un fuoco

Jack London

€ 9,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Preparare un fuoco

Jack London

€ 9,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 9,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Un destino profondamente diverso è riservato al protagonista delle due versioni successive di questo racconto, qui riproposte l'una accanto all'altra e accompagnate da un saggio di George R. Adams. A otto anni dalla sua prima apparizione su Youth's Comapanion nel 1902, "Preparare un fuoco" è pubblicato nella raccolta Lost Face del 1910. Nel frattempo, le modifiche apportate da London durante la revisione ne hanno sconvolto l'intreccio e complicato la morale. Nel "bianco silenzio" di una natura indifferente e nemica, si consuma la dura lotta per la sopravvivenza. E quando fa "un freddo dannato", l'unica speranza di salvezza è preparare un fuoco.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,4
di 5
Totale 5
5
4
4
0
3
0
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Claudio S.

    29/10/2013 20:32:44

    Maestro del racconto, un grande della letteratura americana dal quale attingeranno poi in tanti. Produzione enorme se si pensa alla breve vita di London. Interessante il commento e la possibilità di comparare le due versioni del racconto. Per la stessa cifra si va al cinema a vedere della cose immonde.

  • User Icon

    Mirco

    09/01/2013 13:41:07

    Sottoscrivo le cose scritte da Linda, su questo libro.Voto massimo al racconto,che secondo me, rappresenta uno dei momenti più alti di tutta la letteratura americana.

  • User Icon

    Angelica

    17/05/2010 16:08:40

    A me pare evidente che chi dice che questo libro costa troppo non ha la minima idea dei costi di produzione editoriale. Inoltre il mercato è fatto di nicchie, figuriamoci quello editoriale, non vedo perché bisognerebbe scrivere che "l'unica pecca è che si rivolge ad un pubblico di nicchia" come se fosse, appunto, una pecca. Se si vogliono comprare libri da supermercato si è liberi di farlo. Questo non lo è, da nessun punto di vista, tantomeno del contenuto. Ma per me non è certo un punto a suo sfavore, anzi.

  • User Icon

    Linda

    03/10/2007 10:49:05

    Preparare un fuoco è un libro significativo, è la visione della vita di Jack London e le due versioni dello stesso racconto a confronto (con un finale opposto) ci mostrano come sia evoluta negli anni questa visione. Interessante il saggio di Adams. Ottime la traduzione e la curatela di Davide Sapienza. Grandi contenuti quindi, non solo una veste raffinata. 9 Euro non si possono spendere?

  • User Icon

    ada

    28/08/2007 17:38:50

    la storia è interessante. anche questa nuova forma di fare narrativa adottata dalla Mattioli 1885 lo è. l'unica pecca è che si rivolge ad un pubblico di nicchia all'interno della quale ne scova un'altra....questo libro sembra quasi un piccolo saggio per studenti di letteratura straniera che vogliano comparare le due versioni di questo racconto studiandone i mutamenti. la bella carta, la rilegatura a filo di rife e gli angoli smussati non giustificano il prezzo.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente
La stella di Jack London, nel tempo, non si è mai offuscata. A più riprese, anche in Italia, editori importanti o di nicchia lo hanno ritradotto, rieditato, riproposto in forme diverse. Lettura formativa, propedeutica,per adolescenti, esempio irriducibile dell'anticanone americano, archetipo dello scrittore on the road: i temi e gli ambienti come la scrittura di Jack London sono un laboratorio inestinguibile di evocazioni e spunti anche sulla modernità. L'editore Mattioli 1885 aveva già stampato una bella edizione di La crociera dello Snark, il racconto del tentativo, iniziato nel 1907 e mai concluso, di fare il giro del modo toccando i luoghi di Stevenson e di Melville a bordo di un ketch lungo 16 metri, e ora fa tradurre ex novo il notissimo To Build a Fire nella sua versione più tarda, quella che London fece pubblicare nella raccolta Lost Face.
Non è il caso di perdersi in sofisticate questioni filologiche, ma certamente il racconto che leggiamo in questa nuova veste rappresenta l'estremizzazione dei rapporti tra uomo e natura, tra uomo e cane, tra uomo e morte che sono contenuti, a un grado più basso, nella versione del celebre racconto sempre circolata (quella pubblicata in I racconti dello Yukon e dei mari del Sud, Mondadori, 2003). Qui, infatti, un uomo non meglio identificato (mentre nel 1902 e poi nel 1903 il protagonista aveva un nome e un cognome), forse un cercatore d'oro, decide, nonostante le temperature siano scese al di sotto dei quaranta gradi sotto lo zero, di attraversare i boschi sugli argini dello Yukon, il gelido fiume che scorre nei territori del Klondike (un altro dei luoghi mitici dove Jack London peregrinò negli della sua giovinezza). L'esito naturale sarà la morte per congelamento, ma prima l'uomo lotterà strenuamente contro gli attacchi del gelo. Stremato e sorpreso dal freddo sempre più intenso, durante una sosta cercherà almeno di ingollare una galletta. Ma la bocca e l'intero viso sono congelati, non può neppure muovere le labbra. Allora, nonostante le mani siano a loro volte immobilizzate, proverà appunto ad accendere un fuoco. Ma quali e quante saranno le difficoltà. Pochi i rami intorno e umidi i fiammiferi, alla fine un tenue crepitio darà vita al falò di fortuna. Breve sarà però la vittoria, perché inavvertitamente l'uomo farà cadere dai rami piegati un cumulo di neve che, in un attimo, copre fuoco, cane e uomo. Ancora qualche disperato tentativo e all'uomo non resta che un'unica via d'uscita: uccidere il cane per affondare nelle sue viscere calde le mani e finalmente riuscire a muoverle.
Questo è il momento di maggiore intensità del racconto, il momento in cui s'inverte l'ordine naturale o forse quello in cui la legge di natura prende il totale sopravvento (anche Jack London ha le sue ambiguità): il cane avverte un cambiamento nel padrone e scappa lontano decretandone la morte. "Qualcosa l'aveva sorpreso e la sua natura sospettosa avvertiva il pericolo, non sapeva di che tipo, ma a suo modo, in qualche zona del cervello, sviluppò diffidenza nei confronti dell'uomo. Al suono della voce abbassò le orecchie e l'istinto gli fece intensificare il movimento delle zampe anteriori. Il cane non si avvicinò, ma l'uomo si mise a quattro zampe e strisciò verso l'animale. Quell'insolita postura eccitò il sospetto nell'animale, che arretrò di sghembo, evidentemente allarmato".
Altro che Eden perduto, altro che riposizionamento dell'essere umano nella catena evolutiva: il conflitto è più che mai dichiarato, aperto, insanabile. Il cane a cui London ha affidato, in molti suoi racconti e romanzi, un ruolo di testimone, di osservatore neutro dell'umano agire, qui sembra andare oltre il talento istintuale. Avverte, prima dell'uomo, l'odore della morte, prima dell'uomo sa che l'unica via di scampo è altrove, con altri uomini, quelli che lui solo raggiungerà in un campo non lontano, e non con quell'esemplare destinato al fallimento. La traduzione è molto ben fatta, segue l'andamento strappato del racconto, non evita le ripetizioni, e insiste sull'inesorabile andamento negativo. E al lettore insegna, senza la coda di tante sciocchezze, che cosa vuol dire il concetto di wilderness.
  Camilla Valletti
  • Jack London Cover

    Pseudonimo di John Griffith London, scrittore statunitense. La sua figura è una delle più singolari e romanzesche della letteratura americana: figlio illegittimo di un astrologo, cresciuto dalla madre e dal suo secondo marito John London, abbandona la scuola a 13 anni e diventa rapidamente adulto tra Oakland e San Francisco con ladri e contrabbandieri, praticando vari mestieri non sempre legali tra cui strillone di giornali, pescatore clandestino, cacciatore di foche, operaio, lavandaio, venditore porta a porta, avventuriero alla ricerca dell'oro in Klondike. Nel 1897, infatti, Jack London lasciò San Francisco per l'Alaska sulla scia della febbre dell'oro scoppiata in quegli anni. Tra mille peripezie raggiunse il Klondike, e proseguì al di là delle montagne,... Approfondisci
Note legali