Offerta imperdibile
Prestiti scaduti. Un'indagine del commissario Kostas-Charitos - Petros Markaris - copertina
Prestiti scaduti. Un'indagine del commissario Kostas-Charitos - Petros Markaris - 2
Prestiti scaduti. Un'indagine del commissario Kostas-Charitos - Petros Markaris - 3
Prestiti scaduti. Un'indagine del commissario Kostas-Charitos - Petros Markaris - 4
Prestiti scaduti. Un'indagine del commissario Kostas-Charitos - Petros Markaris - 5
Salvato in 45 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Prestiti scaduti. Un'indagine del commissario Kostas-Charitos
9,75 € 18,90 €
LIBRO USATO
Venditore: Libro di Faccia
-48% 18,90 € 9,75 €
disp. immediata disp. immediata (Solo una copia)
+ 5,30 € sped.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libro di Faccia
9,75 € + 5,30 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libro di Faccia
9,75 € + 5,30 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Chiudi
Prestiti scaduti. Un'indagine del commissario Kostas-Charitos - Petros Markaris - copertina
Prestiti scaduti. Un'indagine del commissario Kostas-Charitos - Petros Markaris - 2
Prestiti scaduti. Un'indagine del commissario Kostas-Charitos - Petros Markaris - 3
Prestiti scaduti. Un'indagine del commissario Kostas-Charitos - Petros Markaris - 4
Prestiti scaduti. Un'indagine del commissario Kostas-Charitos - Petros Markaris - 5
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione


Sono passati pochi mesi dal matrimonio dell'amata figlia, quando Charitos si trova di fronte a uno strano caso, un omicidio inusuale. L'ex direttore di una grossa banca viene trovato morto nel suo giardino: decapitato in modo netto, probabilmente con una spada. Qualche giorno dopo un altro direttore di banca, stavolta un inglese, va incontro alla stessa sorte: decapitato con un colpo netto. Il fatto che la seconda vittima sia straniera mette tutti in agitazione: viene chiamata Scotland Yard per aiutare il Nucleo Antiterrorismo: ma il terrorismo non c'entra nulla. Contemporaneamente compaiono sui muri di Atene, e a pagamento su un paio di giornali, annunci che incitano i cittadini a non preoccuparsi e a non pagare se si trovano alle strette per debiti con le banche. Non può succedergli nulla. Ovviamente, questo incitamento alla "disubbidienza finanziaria" crea grandissimo scompiglio e, a complicare le cose, seguono altri due omicidi con lo stesso metodo, la decapitazione.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2011
328 p., Brossura
9788845267130

Valutazioni e recensioni

3,75/5
Recensioni: 4/5
(8)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(4)
3
(3)
2
(0)
1
(0)
Recensioni: 4/5

intrigante giallo di un ottimo Markaris, con un movente inedito e tanto gradito

Leggi di più Leggi di meno
Laura
Recensioni: 3/5

È il primo libro di Markaris che leggo. Non mi ha entusiasmato; interessanti i cenni alla crisi economica, poca suspence.

Leggi di più Leggi di meno
n.d.
Recensioni: 3/5

Lettura di svago, molto godibile, una visione disincatata e ironica della società greca (ed europea in fondo)

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

3,75/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(4)
3
(3)
2
(0)
1
(0)

La recensione di IBS

Atene oggi è un ginepraio. Se provi a spostarti per le vie del centro, ad esempio per raggiungere gli uffici governativi o quelli della Banca Centrale, puoi solo sperare in un miracolo: le vie sono sempre gremite di manifestanti indignati, pensionati precari, impiegati in sciopero contro i tagli imposti dall’Unione Europea.
Atene è anche un pantano. Così com’è difficile muoversi in lungo e in largo tra le sue vie, è difficile allo stesso modo arrivare fino in fondo, comprendere i meccanismi profondi di quello che sta succedendo: la crisi economica, i milioni di debito pubblico, il rialzo dei tassi d’interessi, l’iperinflazione, la disoccupazione e le sue vittime.
Il commissario Charitos conosce i criminali e gli ambienti torbidi della nuova immigrazione, le dinamiche della malavita e le regole dei quartieri popolari, ma di fronte al corpo dilaniato di un elegante banchiere decapitato, Charitos arranca. L’uomo è Nikitas Zisimòpulos, ex direttore della Banca Centrale in pensione, banchiere abile e scaltro, ma anche una persona invisa ai più a causa di un pessimo carattere. Da quando è morta sua moglie, vive in una grande tenuta circondata da un parco, ed è lì che l’assassino lo sorprende mentre fa giardinaggio, mozzandogli la testa con un colpo netto. L’unico indizio che il killer lascia è una lettera D stampata su un foglio e appuntata su petto della vittima. Come se per la polizia non fosse già abbastanza complicato, il giorno seguente un altro banchiere viene trovato decapitato. Stavolta si tratta di un giovane inglese in attività con una passione per gli hedge found. Anche a lui la testa viene mozzata di netto, anche lui ha una grossa D appuntata sul petto.
La polizia si muove in più direzioni e malgrado entrambi gli omicidi abbiano tutta l’aria di una vendetta, il Ministro dell’Interno e Scotland Yard insistono per far intervenire il Nucleo Antiterrorismo. “Di questi tempi” - spiega il capo della polizia - “siamo sotto la lente dell’Unione Europea, quindi non possiamo permetterci neanche un passo falso. Dobbiamo seguire tutte le ipotesi”. Anche a costo di affidare le indagini a un bullo come Stathakos, deciso da sempre a rubare la scena a Charitos.
Del resto, soprattutto in questa fase, è necessario distrarre l’attenzione dell’opinione pubblica e dei giornalisti, mentre il commissario Charitos continuerà regolarmente a svolgere le sue indagini con i soliti metodi: parlando con la gente, cercando indizi ovunque, aguzzando l’ingegno. E diventa anche un po’ comico pensare a questo signore di mezza età, abituato a battere palmo a palmo la sua città, intento questa volta a consultare il dizionario per capire la differenza tra “banchiere” e “usuraio”, senza per altro afferrare molto. Dopo aver superato un infarto e accompagnato sua figlia Caterina all’altare, dopo aver rottamato la sua inseparabile Fiat Mirafiori per una Seat Ibiza e aver visto il suo vicino volar giù dalla finestra per i troppi debiti, adesso il commissario Charitos è costretto a fare i conti con un Paese a un passo dal fallimento.
Un killer spietato si sta vendicando sull’unica categoria che è riuscita a trarre beneficio dalla situazione, i banchieri, e probabilmente le stesse persone che oggi manifestano in piazza contro i tagli delle indennità e delle tredicesime domani saranno pronte a sostenere il giustiziere. Ma naturalmente tra di loro non può esserci Charitos.
“In questo Paese ci sono due tipi di provocatori” - gli dice un giorno Ghikas, il comandante della polizia - “quelli che spaccano tutto e quelli che governano. Tu sei un poliziotto. Con chi stai?”- “Con quelli che governano.”
Risponde “a denti stretti” il commissario, e in questa mezza risposta c’è tutto il personaggio di Kostas Charitos e tutta l’abilità narrativa di Petros Markaris, che con una pennellata d’autore è capace di descrivere un mondo sconosciuto e complesso. Un poliziesco che inevitabilmente sfocia nel thriller finanziario, un libro da godersi fino all’ultima pagina.

Leggi di più Leggi di meno

Conosci l'autore

Petros Markaris

1937, Istanbul

Petros Markaris è nato a Istanbul nel 1937. Ha collaborato con Theo Angelopoulos a diverse sceneggiature, tra cui L’eternità e un giorno, Palma d’Oro a Cannes nel 1998.In Italia ha pubblicato con Bompiani e La nave di Teseo. Tra le sue pubblicazioni: Ultime della notte (2000), Difesa a zona (2001), Si è suicidato il Che (2004), La lunga estate calda del commissario Charitos (2007), La balia (2009), Prestiti scaduti (2011), L'esattore (2012), Resa dei conti. La nuova indagine del commissario Charitos (2013) e Titoli di coda (2015), Il tempo dell'ipocrisia. Un nuovo caso per il commissario Kostas Charitos (2019). Ricordiamo anche la raccolta di racconti I labirinti di Atene (2008), l’autobiografia Io e Kostas Charitos (2010) e Quarantena (2021).

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore