Categorie

Carlos Ruiz Zafón

Traduttore: B. Arpaia
Editore: Mondadori
Collana: NumeriPrimi
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
Pagine: 349 p. , Brossura
  • EAN: 9788866210511
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Salvatore

    24/11/2015 16.22.26

    Molto bello! Certo non parliamo del libro rivelazione dell'anno ma leggibile! Dall'ombra del vento, Fermin e Daniel sono i miei personaggi preferiti in assoluto capaci di trasformare un'ambientazione tetra in allegria. Certo bisogna dire alcune cose: questo è un libro che fa da congiunzione tra 3 storie (la prossima uscirà a breve) e quindi presenta situazioni e personaggi collegati strettamente fra loro anche se non sembra all'apparenza. Una critica la devo fare: prima che inizi il libro viene specificato che può essere letto separato dagli altri. Su questo non sono affatto d'accordo perchè io che ho letto i precedenti libri ho avuto difficoltà a fare un resoconto finale...figuriamoci uno che lo legge per primo..non capirebbe niente! C'è qualche erroretto di trama ma alla fine è un libro abbastanza fantastico quindi...Finale bellissimo che apre le porte al prossimo sicuramente epico libro! Voto: 4/5

  • User Icon

    elena.bazz

    26/07/2015 16.58.52

    Fermo restando che "L'ombra del vento" è e rimane il miglior romanzo di Zafon, posso dire che questo mi è piaciuto abbastanza... sempre scorrevole e piacevole lo stile di questo scrittore... Questa volta ci narra la vicenda di Fermin, il fedele amico di Daniel e di come sia arrivato alla libreria dei Sempere. La trama non è particolarmente ricca (peccato!) e anche il finale rimane aperto ad un eventuale seguito...quindi il romanzo alla fine risulta un po' inconsistente...ecco perché non posso dare un giudizio più alto.

  • User Icon

    Giammarco

    30/06/2015 18.23.53

    Se giudicassi "Il Prigioniero del Cielo" paragonandone la trama a "L'ombra del vento" o al "Gioco dell'Angelo", gli darei un voto relativamente basso per l'abissale differenza di "impatto narrativo ed emotivo" tra i tre libri, sennonché ho trovato piacevolmente interessante l'esteso flashback nel quale viene chiaramente presentata al lettore la figura di Fermin nel suo completo, descrivendo minuziosamente la parte di vita antecedente il suo incontro con Daniel Sempere, la quale è poi un po' il fulcro di tutta la vicenda narrata, così come gli altri rapporti fra i vari personaggi che non è il caso di approfondire per ovvi motivi. Potremmo definire questo come un libro esente di trama in quanto non racconti una vera e propria storia, ma ne completa e chiarisce alcuni aspetti. Tuttavia, credo che sia proprio questa analisi il bello e l'importante del libro nella completezza della quadrilogia. Inutile ripetere che lo stile dello scrittore, la perizia letteraria e la capacità di tenere il lettore attaccato al libro siano ineguagliabili, eterna caratteristica di Zafón.

  • User Icon

    Trixter

    23/04/2015 12.44.50

    Bella trama, belle descrizioni e sapienza letteraria sorprendente. Molto elegante nello stile, frizzante nei dialoghi ed avvincente nella trama, Zafon ci regala un romanzo di ampio respiro ed appassionante. I personaggi sono affascinanti e le loro storie avvincono dall'inizio alla fine. Mi è piaciuto!

  • User Icon

    Chiara

    12/09/2013 11.47.49

    D'accordo con chi ha definito questo romanzo interlocutorio... Il ritmo è lento e la vicenda manca di suspence, soprattutto nella parte centrale, dove si narra della prigionia di Fermín. A mio avviso, alcune parti risultano superflue allo svolgersi dei fatti e servono solo ad aumentare il volume delle pagine. Sempre gradevoli i personaggi di Daniel e Fermín e i cenni descrittivi alla Barcellona post guerra. Ad ogni modo, qualsiasi paragone con "L'ombra del vento" è infelice. "Il gioco dell'angelo" non ero riuscita a terminarlo, noioso e troppo prolisso. Pur essendo innegabile l'estro narrativo di Zafón, nutro parecchie riserve su questo autore, sopravvalutato a parer mio dalla critica internazionale. Un capolavoro come "L'ombra del vento" non è sufficiente per paragonare Zafón a maestri del passato come Dickens, Poe o Borges.

  • User Icon

    domenico

    15/05/2013 18.52.09

    Definirlo stupendo,non è niente,zafon ci inebria per la seconda volta dopo l'ombra del vento.

  • User Icon

    Emanuela

    06/05/2013 16.38.06

    Il voto nasce dal grande affetto che nutro per i personaggi di Fermin e Daniel. Non ho però apprezzato molto il fatto che, anche se il libro è ambientato un paio di anni dopo la conclusione de "L'ombra del vento", per buona parte ripercorre il periodo antecedente di Fermin in carcere. Se è vero che così si scoprono ulteriori intrecci e legami tra i personaggi, di fatto questo libro non finisce, tutte le vicende ambientate nel presente della storia restano lì, pronte per un ulteriore volume...

  • User Icon

    Zeno

    15/04/2013 00.13.45

    Un ottimo romanzo che si intreccia perfettamente con i due precedenti e ci porta con ansiosa attesa verso il quarto romanzo di questa splendida tetralogia. Zafon come sempre costruisce una storia intrigante, scorrevole e a suo modo magica. Purtroppo il romanzo non ha un finale vero e proprio, lasciandoci con l'amaro in bocca in attesa del quarto capitolo.

  • User Icon

    Gresi

    27/03/2013 19.45.38

    A differenza dei volumi precedenti in questo terzo volume, l'autore ci fa scoprire qualcosa in più riguardo all'ex girovago Fermin ma soprattutto fa notare come alcuni tratti della storia siano perfettamente proporzionali per rispondere ai tanti dubbi che i lettori erano incappati nei volumi precedenti. Ancora una volta troveremo il simpatico Daniel, ancora alle prime armi nel ruolo di padre, rivestire i panni di detective e Fermin Romeno del Torres che con la sua solita e indescrivibile ironia, ci mostrerà un mondo che ancora i lettori non immaginavano neanche di scoprire. Come fan accanita degli straordinari romanzi di Zafon anche questa volta non posso non affermare di non esser rimasta incantata dello straordinario mondo che solo l'autore riesce a realizzare e soprattutto, consiglio fortemente la lettura di questo ennesimo romanzo agli amanti del genere che credo come me, sapranno apprezzarne la storia.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione