Editore: Longanesi
Collana: Il Cammeo
Anno edizione: 2008
In commercio dal: 31 gennaio 2008
Pagine: 296 p., Rilegato
  • EAN: 9788830422575
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione

Cosa c'era prima del Big Bang? E a cosa somigliavano lo spazio e il tempo prima che tutto avesse inizio? Dall'inizio del XX secolo i teorici - da Planck a Einstein a Hawking - non smettono di riflettere su tali domande e sulle eventuali risposte. Ed è proprio il grande romanzo dell'origine assoluta che Igor e Grichka Bogdanov hanno cominciato a esplorare a loro volta, in questo libro dotto ma serenamente divulgativo. Per la prima volta tracciano anche, a partire dalle scoperte più recenti e basandosi su ricerche originali, diverse ipotesi destinate ad avere grande risonanza: l'universo prima del Big Bang era forse già un complesso d'informazioni? E non potrebbe esserci, all'origine di quest'universo, un «codice cosmologico» come esiste, per i viventi, un codice genetico?

€ 14,96

€ 17,60

Risparmi € 2,64 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    giuseppe

    18/02/2009 01:18:10

    Testo presentato in maniera non proprio scientifica, anzi, anche troppo fantasiosa, comunque do il massimo dei voti all'idea del tempo immaginario tra la singolarità e il muro di plank. Formule a parte, ho capito benissimo cosa vogliono dire i fratelli Bogdanov, l'unica cosa davvero incomprensibile è la trasformazione da istantoni a i loro duali che sembra un po fantasiosa. Il lavoro dei Bogdanov è stato deriso dalla comunità scientifica e quindi davvero poco affidabile, ma nonostante questo alcuni credono che potrebbe essere andata davvero così. Io non lo escludo (forse perché non sono uno scienziato? Probabile). L'idea di pura informazione all'entropia nulla nella singolarità iniziale è davvero interessante, eviterebbe infatti il problema dell'esistenza del tempo prima del big bang, ossia non essendoci materia (in uno spazio 4D (++++) euclideo), il tempo sarebbe immaginario puro ovvero "non ci sarebbe necessità di un tempo reale per non sovrapporre gli eventi dettati dalla materia" non esistendo quest'ultima. In altri termini, non occorrerebbe il tempo reale per misurare gli eventi, non essendoci quest'ultimi per l'assenza di materia. Resta sempre il dilemma di come sia scaturito il big bang e perché. Personalmente penso in una casualità, e non per esperimenti in qualche pseudo laboratorio alieno che sembra solo una speculazione di qualche predicatore cristiano, immaginate il professor Jeova col camice bianco a posto della tunica? L'ipotesi degli universi brana sembra credibile, chissà se le idee dei Bogdanov sono compatibile con le brane!

  • User Icon

    Andrea

    28/10/2008 11:47:46

    Libro difficile. Non mi posso pronunciare sull'attendibilità delle teorie proposte. La considerazione che faccio è che un libro divulgativo non può usare gli strumenti matematici necessari alla comprensione di temi come questi. Ne risulta un testo che non è ne carne ne pesce, che rimane come una verità rivelata ma non pienamente comprensibile, difficilemnte credibile. Ha disatteso le mie aspettatitive

Scrivi una recensione