Il primo uomo

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Gianni Amelio
Paese: Italia; Francia; Algeria
Anno: 2011
Supporto: Blu-ray
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 9,74

€ 12,99
(-25%)

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
Blu-ray

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 12,99 €)

Tra i rottami dell'auto su cui Albert Camus trovò la morte nel 1960, fu rinvenuta la stesura incompleta di "Il primo uomo", che la figlia ricostruì e pubblicò. Attraverso le impressioni e le emozioni del protagonista che, nel desiderio di ricordare il padre morto nella prima guerra mondiale, torna in Algeria per incontrare chi l'aveva conosciuto, Camus ripercorre parte della propria vita: l'infanzia, le amicizie, le tradizioni, i sogni vissuti...
  • Produzione: 01 - Home Entertainment, 2012
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 98 min
  • Lingua audio: Italiano (DTS 5.1 HD)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • AreaB
  • Contenuti: commenti tecnici; scene inedite in lingua originale; dietro le quinte (making of): backstage con commento audio del regista; provini; foto; filmografie; trailers
  • Gianni Amelio Cover

    Gianni Amelio si è laureato in Filosofia. Inizia a lavorare come aiuto regista e operatore negli anni Sessanta. Il debutto come regista risale al 1970 quando dirige la pellicola La fine del gioco, programma sperimentale della RAI. Gianni Amelio, nel corso della sua carriera ha vinto numerosi premi internazionali. Tra i film che ha diretto ricordiamo Colpire al cuore, Porte aperte, Il ladro di bambini, Lamerica, Cosí ridevano, e Le chiavi di casa; Tra i suoi libri: Lamerica (Einaudi, 1997), diario di lavorazione del film omonimo, Così ridevano (Lindau, 1999), Il vizio del cinema. Vedere, amare, fare un film (Einaudi, 2004), Le chiavi di Casa (marsilio, 2004), La stella che non c'è (Marsilio 2006), Un film che si chiama desiderio (Einaudi, 2010), L'ora... Approfondisci
  • Maya Sansa Cover

    Attrice italiana. Inizia giovanissima gli studi teatrali e nel 1999 debutta sul grande schermo con il film La balia di M. Bellocchio, dando prova di straordinarie doti attoriali (vince la Grolla d’oro come rivelazione dell’anno). Dopo numerose apparizioni in alcuni film minori (Benzina, 2001, di M. Stambrini e La vita degli altri, 2002, di N. de Rinaldo), si impone all’attenzione del pubblico interpretando sempre ruoli di donne forti e passionali, da Mirella Utano in La meglio gioventù (2003) di M.T. Giordana, alla giovane carceriera di Moro in Buongiorno, notte (2003) di M. Bellocchio, fino all’ambigua e volitiva Stella, vittima di una drammatica violenza, nell’ultimo film di F. Infascelli, Il vestito da sposa (2004). Raggiunta ormai la notorietà sul panorama internazionale, viene incoronata... Approfondisci
Note legali