-15%
Il problema Spinoza - Irvin D. Yalom - copertina

Il problema Spinoza

Irvin D. Yalom

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Serena Prina
Editore: Neri Pozza
Anno edizione: 2012
In commercio dal: 29 marzo 2012
Pagine: 441 p., Brossura
  • EAN: 9788854504479
Salvato in 177 liste dei desideri

€ 14,88

€ 17,50
(-15%)

Punti Premium: 15

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Il problema Spinoza

Irvin D. Yalom

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Il problema Spinoza

Irvin D. Yalom

€ 17,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Il problema Spinoza

Irvin D. Yalom

€ 17,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 17,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Estonia, 1910. Il diciassettenne Alfred Rosenberg viene convocato nell'ufficio del preside Epstein. Gli occhi grigio-azzurri, il mento sollevato con un'aria di sfida, i pugni serrati, il ragazzo adduce ben poco per difendersi dall'accusa di aver proferito violenti commenti antisemiti in classe. All'ebreo Epstein non resta perciò che condannarlo a una singolare punizione: imparare a memoria alcuni passi dell'autobiografia di Goethe, il poeta che l'adolescente dichiara di venerare come emblema stesso del popolo tedesco. In particolare si tratta dei brani in cui l'autore del Faust si dichiara fervente ammiratore di Baruch Spinoza, il grande filosofo ebreo del diciassettesimo secolo. La lettura insinua nella mente del giovane un tarlo che lo accompagnerà per il resto della vita: come può Goethe aver tratto ispirazione da un uomo di razza inferiore? Le opere di Spinoza non smettono di tormentare, sotto forma di incessanti domande, l'"ariano" Rosenberg, divenuto uno dei fondatori del partito nazista e stretto collaboratore di Hitler: davvero Baruch Spinoza, quest'uomo appartenente a una razza da sterminare, è riuscito a sviluppare un pensiero filosofico così lucido e geniale? O forse il segreto della sua genialità non sta nella sua mente, ma altrove? Magari nella sua biblioteca personale, su cui la guerra consente di mettere le mani? Un romanzo sulla vita misteriosa e controversa di Baruch Spinoza nella Amsterdam del Seicento e l'ossessione per le sue opere nella Germania antisemita.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,48
di 5
Totale 29
5
22
4
2
3
2
2
3
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    lucia

    17/11/2019 18:30:09

    Bella l’idea di fondo del libro, mettere in parallelo le vite di due personaggi, opposti per personalità, mentalità, cultura: il filosofo di origine ebraica Baruch Spinoza, e il nazista della prima ora, teorico della superiorità della razza ariana, Alfred Rosenberg. Quest’ultimo non riesce a capacitarsi del fatto che un ebreo possa essere diventato un eminente filosofo, osannato da tutti e in particolare dal “germanissimo” Goethe. Così mentre seguiamo Rosenberg che tenta di venire a capo di quello che per lui è un vero e proprio mistero, vediamo Spinoza diventare il filosofo che tutti conoscono: inizialmente parte della comunità ebraica e ammirato dal rabbino capo per la sua intelligenza e memoria, si distacca da essa in nome di un razionalismo che lo porta a leggere la Bibbia per quello che è, un testo scritto da uomini e non da Dio, e a mettere in discussione e respingere l’autorità della sinagoga. Per questo Spinoza è colpito dal cherem, la scomunica, una vera e propria maledizione che impedisce a ogni ebreo di avere rapporti anche minimi con lui. È una scelta, consapevole e ricercata seppur sofferta, che porta Spinoza a una vita di solitudine. La solitudine caratterizza anche l’esistenza di Rosenberg, mai davvero accettato e benvoluto nell’entourage di Hitler; la filosofia (o, per meglio dire, la velleità filosofica) lo terrà sempre un po’ ai margini della vita politica del regime. Inoltre sia Rosenberg sia Spinoza hanno un alter ego che li aiuta a scandagliare la propria interiorità. Franco è l’incarnazione dei valori della tradizione e del senso di attaccamento alla comunità, sentita come superiore al valore della verità, difesa invece da Spinoza; Friedrich incarna i valori dell’umanità, sentiti e presentati come superiori come superiori a quelli della razza, ovvero a quelli della comunità di appartenenza. Come a dire: Come a dire: attenzione a elevare la verità a principio assoluto; ma attenzione anche a elevare la comunità a principio assoluto.

  • User Icon

    Angelo

    20/09/2019 20:01:23

    Romanzo filosofico che mette a confronto le vite del grande filosofo ebreo Baruch Spinoza e dell'ideologo nazista dell'antisemitismo Alfred Rosenberg. Utile non tanto per inquadrare il pensiero di Spinoza - a causa del quale subì un bando definitivo dalla sua stessa comunità ebraica - quanto quello stesso ambiente ebraico nel quale il suo pensiero è germogliato. Riuscita meglio, attraverso la narrazione della vita di Rosenberg, poi condannato a morte a Norimberga, la descrizione dell'avvento e della presa del potere da parte di Hitler. Molti di noi sono abituati a pensare che il contesto materiale e sociali influenzi in maniera determinante le ideologie di una società. Questo libro induce a pensare il contrario: lo sviluppo di una società, e il suo destino, sono innanzitutto una guerra di idee.

  • User Icon

    Sergio

    29/03/2019 07:11:04

    Tra tutti i bellissimi romanzi di Yalom (Le lacrime di Nietzsche, Sul lettino di Freud, La cura Schopenhauer, Il problema Spinoza), l'ultimo, "Il problema Spinoza", è quello che mi ha entusiasmato meno all'inizio. Per limiti miei, personali, visto che non ho un particolare interesse né per Spinoza né per gli ideologi del nazismo. Ma forse è stato il romanzo di Yalom più stimolante alla fine della lettura! (Attenzione: e' impossibile, dopo averlo letto, non aver voglia di leggere anche le opere di Spinoza, che non devono essere proprio una passeggiata)

  • User Icon

    Anna

    29/10/2018 20:59:29

    La vita di un grande pensatore e il ponte che lo collega alla storia recente. Molto interessante, e anche ameno.

  • User Icon

    Frà

    22/09/2018 12:43:18

    Un libro davvero interessante! Consigliato a chi è appassionato di storia, filosofia e psicologia. Yalom riesce a legare, in maniera alquanto originale, due personaggi storici molto diversi e lontani tra loro quali furono Baruch Spinoza e Alfred Rosenberg, destreggiandosi bene tra storia e finzione

  • User Icon

    da consigliare

    23/03/2016 14:56:15

    libro molto bello sia per la prosa, sia per la trama . inquadra molto bene il contesto storico e tratta di filosofia senza annoiare.molto interessante, da consigliare .

  • User Icon

    maurino

    12/02/2016 22:16:45

    Ho letto dello stesso scrittore le lacrime di Nietzsche e mi sono appassionato, ma purtroppo in questo romanzo, pur riconoscendo una scrittura di alto livello, non sono mai riuscito a trovare un filo della storia che mi facesse venire la voglia per continuare la lettura... Chiuso a metà libro, e mai più aperto, qualcosa che mi capita molto raramente

  • User Icon

    sam cohen

    25/11/2015 16:45:26

    non mi riesce proprio di condividere l'entusiasmo di molti lettori. la storia è intrigante, ma la scrittura è di un elementare imbarazzante. Si ha l'idea d'essere davanti ad un copione per una serie televisiva. Di certo Yalom non è scrittore con la s maiuscola, ma mi vien da pensare che non lo sia neppure con la s minuscola. mi spiace, la storia meritava ben altra penna.

  • User Icon

    Chiara

    29/07/2015 12:18:24

    Mi sono accostata alla lettura di questo romanzo su suggerimento di un'amica. Ho scoperto un autore interessante, in grado di far riscoprire filosofia e storia in maniera semplice, senza appesantire la narrazione. Ovviamente infarcendo la realtà storica con qualche avvenimento di pura invenzione letteraria, Yalom ci presenta due figure superbe: Spinoza con il proprio razionalismo illuminato e il rifiuto della tradizione ebraica e Alfred Rosenberg, folle antisemita al servizio di Hitler e dell'ideologia nazista. Pregevoli anche le figure di Franco e dello psichiatra Friedrich, inventate dall'autore per scandagliare la psiche delle due figure protagoniste in un vero e proprio processo di analisi.

  • User Icon

    francesco v

    28/07/2015 23:17:42

    quanto lavoro e quanta fatica si celano dietro tanta semplicita'? yalom al secondo riuscitissimo tentativo diventa uno dei miei scrittori preferiti.

  • User Icon

    Ladymariane

    24/06/2015 14:54:16

    Mi dispiace di non poter sottoscrivere tante recensioni favorevoli, ma a me il libro non è piaciuto. A metà tra il romanzo e il saggio, è lento e didascalico. La parte relativa a Rosemberg secondo me è la meno felice: inoltre sono stanca di questa scelta letteraria, che sta diventando molto comune, di alternare i capitoli con due diversi filoni narrativi. Peccato, forse non era il libro per me.

  • User Icon

    Giovanni B. Martinez

    01/04/2015 17:13:53

    Che splendido ritorno alla storia della filosofia studiata al Liceo!!! Con grandissimo interesse, e con altrettanto piacere, si ripercorre (aiutati da uno stile discorsivo, semplice ma estremamente efficace) la storia di un pensatore e filosofo, Baruch Spinoza, tanto straordinario quanto rarissimo esempio (soprattutto rispetto al dilagante materialismo dei nostri giorni) di persona Grande, nel suo essere, ma umile e modesta, nel suo porgersi agli altri. Figura sapientemente contrapposta a quella del moderno Rosemberg, uomo del suo tempo (dalla nascita del nazismo alla fine del Terzo Reich) e vittima delle sue stesse contraddizioni (che sono, forse, un po' anche le contraddizioni dei nostri tempi). Un entusiastico invito a leggere questo libro e, per quello che mi riguarda, sto ordinando gli altri due libri "filosofici" dello stesso Autore ('La cura Schopenhauer'e 'Le lacrime di Nietzsche').

  • User Icon

    tom

    01/02/2015 00:07:37

    Ho trovato questo libro appassionante e intrigante l'espediente (anche se non originalissimo) di avvicendare i capitoli con le storie di due personaggi: Baruch (o Bento) Spinoza (nell'Olanda del '600)il filosofo che gettò le basi dell'Illuminismo e Alfred Rosemberg (nella Germania del '900) uno degli ideologi del nazismo. Vediamo il giovane Bento affermare il proprio pensiero con coraggio e una rigorosa razionalità che gli impedirà di accettare qualsiasi compromesso con la sua comunità mentre Alfred, cercando di soddisfare la sua ambizione con la scrittura, si tormenterà x risolvere "il problema Spinoza": come ha potuto un ebreo elaborare teorie così intelligenti e profonde e influenzare menti eccelse come Heine, Lessing e soprattutto Goethe che si portò in tasca l'etica x un anno?Entrambi vivranno una vita piuttosto solitaria ma x motivi diversi: il 1° x preservare la propria integrità e libertà, il 2° xché nonostante la sua brama di attenzioni e ammirazione non avrà mai la considerazione che cerca da parte della famiglia, della gente e dei gerarchi del partito. Nel libro la speranza di Spinoza di vivere in un mondo dove le persone possono pensare liberamente senza censure, condizionamenti, superstizioni si alterna alla visione assurda e distorta di Rosenberg sull'esistenza di una razza prescelta. Yalom fonde molti elementi, filosofia, religione, storia e psicologia con abilità, la dottrina di Spinoza è spiegata in modo semplice e chiaro anche se a tratti un po' sussiegoso(specialmente nelle conversazioni tra Bento e l'amico Franco). A me questo libro è piaciuto molto, credo che possa stimolare ed avvicinare alla filosofia chi come me non ha un retroterra solido in questo campo e pone davanti a interrogativi universali: come costruiamo la ns realtà? Quanto siamo influenzati da idee irrazionali? Finiremo mai di considerarci dalla parte della ragione, superiori agli altri x razza, cultura, religione?

  • User Icon

    stefano

    22/12/2014 09:40:41

    Uno dei più bei libri letti nell'ultimo anno. Ho trovato l'argomento affascinate ed intrigante. Spinosa un gigante della filosofia, un vero e proprio spirito innovatore, intransigente, severo, illuminato, diventa un'ossessione, trecento anni dopo, per un tecnocrate nazista, invidioso, bifolco, ignorante, pieno di Sé. La comparazione ed il confronto di queste due vite che Yalom mette in scena, con la sua scrittura equilibrata, efficace, solida, insieme alle sue straordinarie competenze nel campo della psicologia clinica che si concretizzano in rapide pennellate grazie alle quali i personaggi appaiono vivi e reali, fanno sì che questo romanzo rimanga a lungo nella memoria di chi abbia avuto la Possibilità ed il privilegio di leggerlo. Ottimo.

  • User Icon

    epifani giovanni

    01/02/2014 19:10:06

    Stavo leggendo "le lacrime di Nietzsche" e mi sono innamorato del modo di scrivere di Yalom: limpido, vivace, efficace. E mi sono appassionato degli argomenti trattati tutt'altro che banali. Sono corso a comprarmi anche "Il problema Spinoza" e "la cura Schopenhauer". Adesso, con grandissimo piacere, li porto avanti tutti e tre insieme...nessuna confusione e tanto godimento!

  • User Icon

    Anna

    29/01/2014 13:19:19

    Libro che ho letto l'anno scorso, incredibilmente bello come tutti i libri di Yalom, che si conferma un genio nel mettere insieme passato e presente, filosofia e psicanalisi, dolore antico che si fonde col moderno, il dramma umano della vita che resta sempre lo stesso nonostante i secoli, insomma, lo consiglio veramente a chi non conosce ancora Spinoza e non ha tempo o voglia di leggere le sue opere che possono risultare "indigeste" a chi non è dentro certe tematiche. Spinoza è uno dei più grandi filosofi della storia e io lo amo molto, questo libro gli rende assolutamente giustizia e lo innalza ancora di più a "eroe" moderno.

  • User Icon

    Giacomo

    28/11/2013 10:08:47

    Prima o seconda mia lettura di questo autore, mi è piaciuto moltissimo da tutti i punti di vista, ritengo molto interessante conoscere le idee dei più grandi filosofi in questa modalità narrativa ed il pensiero di Spinoza mi affascina. L'alternanza del racconto del XVII secolo in Spinoza con quello dei più recenti avvenimenti del ventesimo secolo per me è valida e rende la lettura piacevole. Per me è un libro ottimo e lo consiglio vivamente.

  • User Icon

    FabCat

    09/05/2013 12:18:49

    Più appassionante di La cura Schopenhauer e Le lacrime di Nietzsche, questo è per me il migliore finora. La narrazione scorre parallela tra il filosofo rivoluzionario del XVII sec. e l'ascesa del nazismo nel XX sec. ed è folgorante, attuale. Da leggere per capire come le ideologie sono sempre dannose quando diventano dogmi, religione compresa. Spinoza emerge come una persona vera e coraggiosa per le sue teorie rivoluzionarie, e vi ci affezionerete. Lo consiglio vivamente.

  • User Icon

    silvia

    15/01/2013 23:24:51

    Una lettura che informa, insegna, interroga più di un libro di storia e di filosofia. Una lettura ricca, intensa, con interessanti percorsi psicologici che guidano a un'autoanalisi di propri comportamenti, pensieri, reazioni. Una lettura da soppesare. Prosa chiara, accattivante, di spessore. Un altro bel libro di Yalom.

  • User Icon

    gianni

    15/11/2012 17:21:37

    Migliore del suo libro su Nietzsche, questo romanzo su Spinoza si legge piacevolmente. Il doppio binario su Rosenberg poteva essere approfondito. Forse eccessiva la struttura freudiana, ma non banale, o almeno non del tutto. Aspettiamo il prossimo transfert filosofico. Di pensatori da strizzacervelli ce n'è parecchi.

Vedi tutte le 29 recensioni cliente
  • Irvin D. Yalom Cover

    Nato in una famiglia ebraica, è cresciuto in un ambiente povero. Si laurea Bachelor of Arts alla George Washington University nel 1952 e Doctor of Medicine alla University School of Medicine di Boston nel 1956. Dopo due anni di servizio nell'esercito al Tripler General Hospital di Honolulu, Yalom inizia la carriera accademica presso la Stanford University nella quale entra nel 1963 per restarvi fino al 1968. Insegna psichiatria alla Stanford University. All'attività clinica affianca quella di scrittore, che gli ha permesso di ottenere successi e gratificazioni importanti (soprattutto con il suo romanzo E Nietzsche pianse, i cui titolo è successivamente stato ritradotto da Neri Pozza in Le lacrime di Nietzsche). Tra gli altri suoi romanzi, pubblicati da Neri Pozza,... Approfondisci
Note legali