Proprietà privata di Joachim Lafosse - DVD

Proprietà privata

Nue propriété

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Nue propriété
Paese: Belgio; Francia; Lussemburgo
Anno: 2006
Supporto: DVD
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 4,99

Punti Premium: 5

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Una donna vive con i due figli gemelli in una bella casa di campagna. Sebbene sia divorziata da anni, continua a litigare con l'ex marito davanti ai figli, due ragazzi incapaci di badare a se stessi. I rapporti fra la madre e i gemelli, caratterizzati da un'intimità fuori dal comune, cominciano a deteriorarsi quando lei inizia una relazione e decide di vendere la casa. Incapace di gestire la situazione, la madre parte e lascia i figli completi padroni del territorio. Ma la sua assenza scatena una guerra fratricida.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Produzione: BiM, 2016
  • Distribuzione: Videodelta
  • Durata: 92 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Francese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Contenuti: trailers
  • Isabelle Huppert Cover

    "Propr. I. Arm H., attrice francese. Studia arte drammatica e comincia con il teatro. Già dal suo quarto film, I santissimi (1974) di B. Blier, mostra di possedere un misto di grazia e forza drammaturgica che i capelli rossi, l’incarnato diafano e lentigginoso e gli occhi acquosi contribuiscono a rendere di volta in volta sempre più aderente ai personaggi, dall’angelico al diabolico. Nel 1977 si accredita come diva, soprattutto in patria, evocando la soave follia di Pomme, la protagonista di La merlettaia di C. Goretta, e l’anno dopo rifulge di ambiguità nei panni della sospetta avvelenatrice di Violette Nozière di C. Chabrol, che le vale un premio a Cannes. Da questo momento si può permettere di scegliere i ruoli che alterna fra cinema d’autore e operazioni da botteghino, ma senza mai superare... Approfondisci
Note legali