Il prossimo traguardo

Luigi Mundula

Editore: Correre
Anno edizione: 2015
Pagine: 250 p., Brossura
  • EAN: 9788898889495

€ 15,30

€ 18,00

Risparmi € 2,70 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    antonella

    12/07/2016 08:14:32

    Luigi Mundula corre e scrive. Corre per superarsi, scrive per mettersi alla prova. Questo teorema era valido con il primo libro ma con questa sua seconda fatica Luigi ci fa capire che la maratona è ormai diventata una fedele compagna del suo tempo, una compagna che non pretende corteggiamenti assillanti, non gli chiede alimenti e lo sostiene nel mare mosso della vita. L'esigenza di scrivere non è più ricerca di consenso o di equilibrio ma diventa coinvolgimento puro, con l'idea di pubblicare e commentare anche i racconti appassionati di alcuni dei suoi più fedeli amici di corsa. E si tratta di un'idea molto interessante perché nel libro convivono ravvicinati tanti differenti atteggiamenti e modi di interpretare questo sport. Appaiono più delicate e intime le storie delle donne amiche di Luigi, più orientate alla sfida sportiva quelle degli uomini. Luigi cuce queste storie, le commenta e accompagna con aforismi e colonne sonore ideali. E non risparmia il racconto delle sue nuove avventure, riprendendo in parte l'ordine cronologico delle maratone descritte nel primo romanzo "Io e la maratona una passione infinita". Le idee non mancano allo scrittore Mundula, questo secondo libro ha una struttura innovativa che ha risolto il rischio di presentare un semplice seguito del primo libro. Nel momento del bisogno è importante avere degli amici accanto, Luigi li ha cercati e se li è portati dentro le sue pagine. Questo "aiuto" si sente, rende il libro divertente e vario, introduce dei "time out" che consentono all'autore di ricaricarsi mentre nella immaginazione del lettore si presenta un nuovo autore con storia e stile sempre diversi su cui risintonizzarsi. Ma la vera forza del libro è la passione, il libro ne è intriso e prima dell'ultima pagina diventa automatico indossare un paio di scarpette da running e uscire con Giorgio Calcaterra per una corsetta defaticante?? Benedetto Deriu

Scrivi una recensione