Un pugno di cenere

Elizabeth George

Traduttore: L. Perria
Editore: TEA
Collana: Best TEA
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
In commercio dal: 25 settembre 2014
Pagine: 675 p., Brossura
  • EAN: 9788850237616
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 3,72
Descrizione
Kenneth Fleming poteva avere tutto: ancora un passo e sarebbe diventato il più grande giocatore di cricket d'Inghilterra, avrebbe conquistato l'amore dei suoi sogni e avrebbe vinto la sua battaglia contro un destino iniquo e beffardo. E invece si è addormentato per sempre, lasciandosi alle spalle lo straziante rimorso di sua moglie Jean e il rancore e la solitudine delle altre donne che lo hanno amato. Troppe donne nella vita di Kenneth Fleming, e troppi misteri intorno alla sua morte. Ma Thomas Lynley, ispettore di Scotland Yard, è troppo onesto con se stesso per accettare la comoda spiegazione di un delitto perfetto, e troppo caparbio per lasciare che la verità svanisca per sempre in un pugno di cenere.

€ 5,86

€ 6,90

Risparmi € 1,04 (15%)

Venduto e spedito da IBS

6 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    ginsengman

    10/12/2018 18:10:28

    E' il primo romanzo della George che leggo e mi è piaciuto moltissimo. Scrittura dettagliata che ci descrive ogni attimo della vicenda e la fa sembrare quasi un film. Ricorda un po' Joel Dicker. Personaggi ben delineati e trama appassionante. Certo, sono state 675 pagine...ma le lo ho lette lentamente e intensamente; più di due settimane ben spese!

  • User Icon

    Melania

    30/08/2012 17:10:21

    Ho appena finito di leggerlo e, come quasi ogni libro della George, anche questo mi ha assorbito completamente, facendomi entrare nell'animo più profondo dei personaggi come fossero persone reali. L'abilità dell'autrice è impressionante, e la lunghezza dei suoi libri non stanca mai. Qualcuno se ne lamenta, ma penso che sia un fatto soggettivo. C'è chi ama venire presto al dunque, e chi invece adora perdersi a scandagliare fatti e personaggi. Per me, merita il massimo dei voti!

  • User Icon

    robo kop

    25/01/2012 08:10:22

    Bellissimo, alcune pagine possono essere saltate in quanto sembra che l'autrice abbia in gusto sadico di allungare il brodo proprio quando il lettore è più appassionato al nucleo della storia. E' comunque molto coinvolgente e ci si appassiona ai drammi di tutti i protagonisti, compreso a quello dell'assassino ! L'intreccio è originale e appassionante, l'epilogo della faccenda , sconvolgente, è ben spiegato e non rimane nessun dubbio.

  • User Icon

    Anna

    11/09/2009 13:47:05

    Concordo con Franca, è senz'altro il libro meno riuscito tra quelli che ho letto finora. Troppo lungo, noioso e dispersivo. E poi la mitica Havers ha un ruolo molto marginale. Non sono infine così sicura di avere ben interpretato il finale.

  • User Icon

    franca

    07/07/2009 15:38:23

    Non reputo questo romanzo il migliore della George. A volte troppo prolisso e dispersivo, specialmente quando a parlare in prima persona era Olivia, mettendo in secondo piano la fase delle indagini e perdendo la continuità del racconto. Infatti il romanzo doveva intitolarsi Olivia e non Un pugno di cenere.

  • User Icon

    Tsuby84

    09/10/2008 20:49:49

    Capolavoro!Di sicuro il migliore della George!Voluminoso, ma ogni pagina è fondamentale in questo giallo pieno di risvolti e sconvolgimenti, analizzati al meglio dall'autrice. Bel finale, in fondo non si riesce a non essere d'accordo con Linley e a non provare simpatia per Livie nonostante tutto. Da leggere assolutamente!

  • User Icon

    Valerie

    31/01/2007 23:14:28

    Io AMO questa donna! Mia madre potrebbe essere sorella di quella di Livie e anch'io, come Livie, conosco i mostri dell'autodistruzione. All'inizio del libro ho auspicato un certo svolgimento e... così è stato. Ben le sta, Mrs. Whitelaw. Un grazie sentito a Mrs. George a nome di tutte le figlie vessate da una madre che mette se stessa prima di ogni altra cosa. Conoscevo già questa autrice e mi piaceva moltissimo, ma da ora in poi acquisterò ogni suo libro a scatola chiusa.

  • User Icon

    Giulia

    28/08/2006 20:38:35

    Un capolavoro. Come giallo e come romanzo. Lungo, ma non ha mai un attimo di cedimento. Dialoghi brillanti, belle descrizioni, personaggi perfetti. Un finale strepitoso.Davvero un plauso alla George.

  • User Icon

    Angela M.

    29/12/2005 18:51:56

    E' un thriller e nella sua categoria merita un 5 per la buona delineazione dei personaggi, il ritmo e la storia. Non è mai cattivo gratuitamente.Da leggere.

  • User Icon

    SEBASTIANO

    26/04/2004 17:08:15

    Bellissimo, ma tristissimo... Una dettagliata descrizione di nascita e crescita della sofferenza. E' un libro che ti appassiona anche per la meticolosità con cui Elizabeth riesce a descrivere luoghi, sentimenti, sofferenza e qualcosa che assomigli vagamente all'amore... L'unica critica negativa che mi sento di esprimere si riferisce alla totale assenza di significativi messaggi positivi (credo che ogni opera di qualunque genere di tratti [libro, film, quadro, ecc...] ne debba contenere almeno uno). Quest'opera per quanto bella è un pugno nello stomaco... Elizabeth sei comunque Grande!!!

  • User Icon

    Antonio

    03/02/2004 12:12:54

    Libro assolutamente fantastico. Molto lungo (circa 650 pag.), ma mai noioso. Non so come faccia la George ad essere così superba nella scrittura e nella delineazione dei personaggi. Bravissima!!!

Vedi tutte le 11 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione