QED. La strana teoria della luce e della materia

Richard P. Feynman

Traduttore: F. Nicodemi
Editore: Adelphi
Collana: Gli Adelphi
Anno edizione: 2010
Formato: Tascabile
In commercio dal: 29 settembre 2010
Pagine: 195 p., Brossura
  • EAN: 9788845925344

14° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Scienze, geografia, ambiente - Fisica - Fisica quantistica

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
In questo libro, con stupefacente chiarezza, un grande fisico ci spiega come tutto ciò che percepiamo dipenda da accadimenti naturali che violano ogni aspettativa del senso comune. La via scelta è la seguente: guidare, come in un vero tour de force, ogni testa pensante negli impensabili meandri dell'elettrodinamica quantistica (abbreviata nella sigla QED del titolo). Feynman procede dunque mantenendo sempre la spiegazione in stretto contatto con l'esame di varie esperienze fisiche, così da farci entrare, improbabilmente, nella mente dello scienziato che le osserva (e, per certi fenomeni, la prima mente che osservava fu proprio la sua).

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    n.d.

    13/11/2018 12:30:37

    Come testo divulgativo non lo trovo neppure interessante.

  • User Icon

    .

    23/09/2018 16:04:36

    Dopo aver letto questo libro probabilmente si guarderà il mondo con occhi diversi. Con gli occhi, per l'appunto, di uno scienziato che è in grado di notare ogni piccolo dettaglio della natura e della realtà circostante. Sicuramente da leggere per ogni appassionato di fisica, nonostante le semplificazioni siano inevitabili vista la complessità del tema principale del libro.

  • User Icon

    Luca Mauri

    21/09/2008 09:35:36

    E' un libro interessantissimo, presuntuoso come solo un volume di Feynman potrebbe essere. Lo scopo è spiegare la teoria dell'Elettrodinamica Quantistica a profani con un ciclo di conferenze in poche lezioni. Il risultato è buono, ma non soddisfacente, a mio avviso. Mentre l'autore riesce bene a mostrare i <i>conti con i fagioli</i>, come li descrive lui stesso, non tenta nemmeno di avvicinare il lettore da questa astrazione dei calcoli alla realtà fisica del fenomeno calcolato. Ovviamente i concetti che stanno dietro i calcoli sono estremamente complessi e, come spesso si ripete nel testo, ci vogliono anni di specializzazioni per capirli, ma penso che i principi quantistici fondamentali avrebbero potuto essere almeno introdotti in maniera soddisfacente. Con il proseguire dei capitoli assistiamo invece a un improvviso approfondimento della materia a un livello piuttosto complesso che a mio avviso è spiegato in maniera troppo superficiale per essere compreso da tutti. Ne risulta complessivamente un testo che non soddisfa i curiosi nella prima parte e che è probabilmente troppo dettagliato nella seconda. Imperdibile poi la parte finale che non riguarda la QED, ma che da un interessante infarinatura della Cromodinamica Quantistica. Il volume segue l'impostazione della lunga Collana a cui appartiene: solita copertina sobria con alette, carta color avorio e stampa perfetta.

  • User Icon

    Alex

    15/01/2007 09:02:07

    Con frecce e orologi riesce a spiegare in 4 lezioni una materia affascinante, sconosciuta e incomprensibile (se si usa il metodo standard di ragionamento). Semplicemente splendido.

  • User Icon

    In questo libro, con stupefacente chiarezza, un grande fisico ci spiega come tutto ciò che percepiamo dipenda da accadimenti naturali che violano ogni aspettativa del senso comune. La via scelta è la seguente: guidare, come in un vero tour de force, ogni testa pensante negli impensabili meandri dell’elettrodinamica quantistica (abbreviata nella sigla QED del titolo). Il punto di partenza è la riflessione della luce. Prendendo le mosse da esperienze elementari, Feynman ci mostra come tale riflessione, lungi dall’essere un semplice mutamento di direzione di un raggio luminoso, sia un accadimento che va contro tutte le concezioni del senso comune. Da ciò una serie inarrestabile di conseguenze, in ogni direzione. E – ciò che più conta per il lettore non specialista – Feynman procede mantenendo sempre la spiegazione in stretto contatto con l’esame di varie esperienze fisiche, così da farci entrare, in certo modo, nella mente dello scienziato che le osserva (e, per certi fenomeni, la prima mente che osservava fu proprio la sua). Mentre al tempo stesso riesce a presentare concetti ben noti in termini sorprendenti per gli stessi fisici. C’è poi una importante novità di atteggiamento, in Feynman. Mentre alcuni fra i suoi illustri predecessori, pur avendo riconosciuto la sconcertante realtà della meccanica quantistica, continuavano a guardare con nostalgia alle sicurezze del senso comune insite nella fisica classica, Feynman è stato forse il primo fisico a vivere senza inibizioni lo shock della quantizzazione. Il suo criterio sembrerebbe il seguente: porsi spudoratamente al di là del buon senso e della intuizione comune, purché i conti tornino e le misure siano esatte. Intorno a Richard Feynman si è venuta formando una sorta di leggenda.

  • User Icon

    Marco Vitturi

    07/04/2005 00:56:42

    è un capolavoro della divulgazione scientifica. L'immediatezza espositiva e l'abilità di Feynman di lasciarti intuire i suoi pensieri sono eccezionali. é una teoria che ha creato lui, non parla delle scoperte fatte da qualcun'altro, e te la offre così generosamente, condividendo la sua visione personalissima del mondo con te, che non puoi non rimanere estasiato una volta finitolo. Una teoria così bella spiegata così splendidamente: fantastico. Feynman come al solito ti fa sembrare di stare parlando con un amico al bar più che con un maestro della fisica ad una lezione. Una lettura obbligata per chi è interessato alla materia (la prospettiva che ti dà è unica), e un libro interessante sul nostro mondo per chi ne è a digiuno ma non è refrattario alla cultura scientifica (tanto nel libro non ci sono formule, ma non perchè lui abbia semplificato così tanto da farle scomparire, solo perchè la teoria è semplice di per sé).

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione