Quasi uguali. Storie di immigrazione

Francesco De Filippo

Editore: Mondadori
Collana: Oscar varia
Anno edizione: 2009
Formato: Tascabile
In commercio dal: 26 maggio 2009
Pagine: 201 p., Brossura
  • EAN: 9788804591672
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
"Le storie presenti in questo libro sono tutte vere. Non c'è gran merito nell'averle trovate, basta saper guardare nelle nostre città, nei nostri sgabuzzini, nelle nostre stesse case. L'immigrazione non è un fenomeno transitorio, è strutturale. Molti italiani non si accorgono di parlarne storcendo un po' il naso, come davanti alla scena di un film che ci infastidisce, pensando che basti uscire dal cinema per non guardarla più. Ma questo fenomeno non diminuisce, anzi, aumenterà." Un giornalista ha raccolto le testimonianze di tanti stranieri giunti nel nostro paese: vicende molto differenti le une dalle altre, uomini e donne di diversa provenienza etnica, geografica, sociale, culturale, diverso destino, diversi valori. Ciò che ne emerge è l'istantanea di un panorama in continuo mutamento, nel quale molti vivono in condizioni di miseria e degrado, fantasmi invisibili nella nostra società, ai margini; alcuni sopravvivono più o meno dignitosamente; ma ci sono anche quelli che possono dire di avercela fatta, di essere riusciti a raggiungere un tenore di vita decente, di essersi integrati.

€ 7,88

€ 10,50

Risparmi € 2,62 (25%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    DAMRAM

    09/07/2009 16:30:12

    è un libro di inchiesta, diverso dai precedenti di De Filippo (romanzi come L'affondatore di gommoni, Sfregio, Una storia anche d'amore). sono pagine dure, che raccontano le storie degli immigrati, dei loro viaggi verso l'Italia pieni di speranza, delle loro vite difficili...De Filippo lascia parlare queste persone, dà loro la possibilita di esprimersi e raccontarsi...Lo consiglio, è un libro che sicuramente fa riflettere. E si legge veramente bene, il che non guasta.

Scrivi una recensione