Le quattro cose ultime

Paul Hoffman

Traduttore: A. Storti
Editore: TEA
Collana: Best TEA
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
In commercio dal: 20 marzo 2014
Pagine: 398 p., Brossura
  • EAN: 9788850234714
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 3,72

€ 5,86

€ 6,90

Risparmi € 1,04 (15%)

Venduto e spedito da IBS

6 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    ilaria

    03/03/2013 14:56:50

    questo libro mi ha un po' deluso, anche se me lo sarei dovuto aspettare avendo letto il primo libro... non sono ancora riuscita a capire dove è ambientata la storia, è fuori dal tempo e dallo spazio! Come idea è originale, ma la trama è stata sviluppata male e risulta pesante, soprattutto nelle descrizioni... inoltre la narrazione è molto difficile da seguire, perchè passa da un argomento all'altro senza pause. Leggerò il terzo solo perchè ormai devo vedere come va a finire...

  • User Icon

    Gianluca

    07/01/2013 19:10:27

    Letto il primo, compro il secondo giusto per trovare un epilogo. Trovato...nel sonno!!!! Pazzescamente lento, insulso, sconclusionato, tradotto in maniera pessima. Ci credete che è una trilogia?!? Il terzo spero davvero che l'autore abbia il buon senso e la dignità di evitarlo!!!

  • User Icon

    Enrico

    16/11/2012 23:12:07

    Ragazzi che fatica!!! Per la miseria, è difficile che non finisca un libro nell'arco di pochi giorni ma questo è stato veramente duro, per più della metà del manoscritto la trama è lentissima, non riesce ad accendere il minimo di brio, di curiosità di interesse, quanto qualcosa si fa interessante e la descrizione comincia essere più avvincente ecco che Hoffman chiude il tutto in modo sommario. Ho dato due stelle perchè almeno nel finale c'è un guizzo che mi ha preso, analogia con il primo libro per più di 3/4 del libro un diesel super lento poi un'impennata. Non riesco inoltre proprio ad accettare la realtà virtuale dove si svolge il libro, perchè ci sono troppi legami con la nostra realtà per luoghi nomi e atti, meglio come fanno tanti altri scrittori fantasy ideare un nuovo "mondo". Acquisterò il terzo solo per la mia inossidabile curiosità nel vedere come una trilogia si conclude avendo letto i primi due...

  • User Icon

    Alessandro

    11/05/2012 15:23:30

    Poche parole: è un libro che "non sta nè in cielo nè in terra"; l'ho trovato talmente privo di senso che spesso mi trovavo a ridere da solo per le castronerie che mi trovavo a leggere. La traduzione forse non è fedele, il libro è molto lungo e gli episodi si svolgono con lentezza. Il tutto è condito da particolari futili: sembra scritto da un adolescente. peccato perché me l'ha consigliato lo Zio che lo decantava come uno degli autori più intriganti in circolazione... Purtroppo è pure il secondo di una trilogia... vedremo se leggere il prossimo o meno.

  • User Icon

    maurizio

    23/02/2012 22:21:29

    non nascondo la mia delusione, ho finito con molta fatica la lettura di questo libro non sembra scritto dallo stesso scrittore che scrisse la mano di dio, la trama non è fluida a volte è addirittura noiosa

  • User Icon

    Andrea Fava

    19/01/2012 20:22:13

    Degno seguito di una delle migliori saghe fantasy dell'ultimo biennio. Ben costruito e con una trama ricca di sfaccettature "emotive" e "tattiche" (alcune descrizioni degli scontri armati sono da manuale). Molto ben sviluppata (forse ancor meglio che nel primo libro) la personalità del protagonista, sempre in bilico tra il bene, il male e l'incertezza sul suo vero ruolo nel mondo...

  • User Icon

    mirko

    07/12/2011 21:44:22

    Concordo con Luca. Dopo una lunga attesa, pensavo che il secondo volume fosse, se non migliore, quantomeno all'altezza del primo libro ma purtroppo così non è stato... Trama non eccezionale, a volte poco fluida con approfondimenti spesso inutili o vaghi. Un vero peccato...

  • User Icon

    Luca

    16/11/2011 14:51:54

    Questo seguito de "La mano sinistra di Dio" sembra scritto da un altro autore. Non coinvolge per niente e spesso si perde in descrizioni superflue e di nessun interesse. La traduzione è stata fatta con poca accuratezza! Peccato! Avevo atteso l'uscita di questo libro con grandi aspettative e purtroppo sono rimasto completamente deluso.

  • User Icon

    peppe

    24/10/2011 23:29:35

    Non e' paragonabile alla Mano Sinistra di Dio; di pesante lettura, a volte verrebbe la voglia di non terminarlo, da aggungere una traduziuone alcune volte davvero pessima.

  • User Icon

    Giovanni D.

    13/10/2011 08:35:33

    Bello! Non siamo ai livelli de La Mano Sinistra di Dio, ma bello. Secondo me c'è stato anche qualche problema nella traduzione, non so ma ho avuto questa sensazione soprattutto nella tempistica dei verbi.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione