Categorie

Catherine Dunne

Traduttore: A. Arduini
Editore: Guanda
Collana: Le Fenici
Anno edizione: 2013
Pagine: 394 p. , Brossura
  • EAN: 9788823504868
Disponibile anche in altri formati oppure usato:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    And the Oscar goes to ....

    09/12/2015 17.18.20

    Triste storia di bullismo ma molto bella e scritta bene. Consigliato.

  • User Icon

    maria

    15/05/2015 11.42.43

    I ragazzi devono essere ascoltati e guardati sono diversi l'uno dall'altro chi è più forte e impara a difendersi chi è più debole diceva Kafka al padre: quello che per te non è nulla per me è una catastrofe. i padri devono ascoltare guardare essere presenti. disastrosi i padri che dicono '' se non era questo era un altra cosa'' gli episodi di bullismo in questo libro bastano e avanzano.

  • User Icon

    Monica

    22/06/2014 21.28.29

    Questo libro inizia con un pugno allo stomaco che fa pensare di aver sbagliato libro, ma continiando, con la magistrale scrittura della Dunne, si viene coinvolti nella storia di questo coppia e della famiglia in generale. Per genitori di adolescenti uno spunto in più di riflesssione (e di preoccupazione)

  • User Icon

    GianniF.

    25/05/2014 19.18.44

    Un tema angosciante come il suicidio di un adolescente, il bullismo in una scuola, l'amore famigliare, il tutto narrato con delicatezza e forse un po' di retorica. Buon libro, ovviamente tristissimo.

  • User Icon

    Carol

    28/02/2014 14.24.49

    Romanzo intenso, corale, a tratti struggente, ben scritto. Però... come spesso mi è accaduto leggendo altri libri della stessa autrice, trovo che le personalità siano un po' stereotipate. L'eccessivo buonismo dei protagonisti e di altri personaggi di contorno contribuisce a rendere poco realistica la storia. E poi ci sono alcuni punti che mi lasciano perplessa: possibile che due genitori così attenti, due persone con così tanta esperienza di vita non si accorgano non tanto degli atti di bullismo quanto delle conseguenze che questi hanno sul figlio? E questo figlio, possibile che con le doti di cui dispone (intelligenza, determinazione, ecc.) e la certezza dell'amore, della solidarietà e della comprensione dei suoi genitori non riesca a parlare di quanto gli sta accadendo, non riesca a chiedere aiuto, né a loro né ad un'altra figura adulta? In poche parole, a mio avviso, il suicidio di un ragazzo può essere provocato dagli atti di bullismo subiti (pur rimanendo una reazione disperata e per fortuna piuttosto rara), ma diventa esagerata se rapportata al contesto familiare di amore, comprensione, presenza e approvazione in cui il protagonista di questo libro è cresciuto. Ultima pecca: l'autrice parla molto del prima, per scoprire le cause, ma un po' superficialmente dell'elaborazione del dolore da parte dei genitori. Comunque da leggere, perché il tema è attuale e potente, e spero spinga i genitori a vigilare più attentamente sui figli, soprattutto durante l'adolescenza e nel loro uso dei "social". E parlo di genitori di potenziali vittime o potenziali carnefici.

  • User Icon

    lorena

    12/02/2014 13.08.39

    Un grande libro! Un tema attualissimo di grande importanza e da non sottovalutare. Lo consiglio a tutti i genitori soprattutto di figli adolescenti!

  • User Icon

    Alessandra

    14/12/2013 16.25.12

    Un altro capolavoro assoluto di una scrittrice di bravura impareggiabile. C'è tutto in questo libro: non solo il bullismo, male troppo spesso taciuto e ridimensionato, c'è la rabbia latente di una figlia nei confronti del padre; un padre vedovo che riscopre la capacità di amare ancora, ci sono le parole non dette, e quelle dette senza controllo. C'è il dolore straziante di genitori che sopravvivono al figlio. La forza disperata di trovare un senso a un gesto estremo. C'è un patrimonio di affetti, che si riscopre proprio quando si avrebbe voglia di non esserci più... C'è la vita, raccontata in tutta la sua crudezza, e la sua forza...

  • User Icon

    Max

    02/08/2013 23.16.55

    Narrazione precisa e profonda, nella quale i personaggi si raccontano senza veli, con onestà, entrando così nell'intimità del lettore, coinvolgendolo totalmente. Sentimenti veri, penetranti, forti e contrastati. Cuore e Anima. E' la vita che scorre e sempre ci sorprende, con gioie e dolori, ma è solo con la consapevolezza e la generosità d'animo di ognuno che saprà darci e farci sentire sempre al centro e parte integrante di questa complessa umanità, inevitabilmente da condividere. L'ho letto d'un fiato e certi passaggi mi hanno tolto il respiro...

  • User Icon

    norma

    22/07/2013 01.34.36

    Un libro che racconta con un linguaggio appassionato una vicenda familiare, che ha come protagonisti delle "persone" in carne ed ossa. La vitalità e la delicatezza con cui sono affrontati alcuni temi sono paragonabili a delle fotografie familiari, in cui ognuno si racconta' nella sua verita'. La Dunne sa trasmettere le emozioni e ha una vocazione narrativa per vicende in cui compaiono anche temi sociali attuali. Un libro che trasmette una grande fede verso la conoscenza e la verità.

  • User Icon

    sara

    15/07/2013 12.25.08

    Corale affresco di una famiglia allargata travolta da un evento drammatico: il suicidio di un figlio. La morte di Daniel è il punto di partenza per sviluppare le complesse vicende familiari, i conflitti interni, le storie di amore, di risentimento e perdono. All'interno di questo scenario, personaggi costruiti magistralmente si muovono popolando un mondo complesso e delicato, alla perenne ricerca di un equilibrio stabile. Ma il libro delude quando si arriva al nocciolo della storia: nel tourbillon di sentimenti e recriminazioni, nell'indagare i segnali e i perché di una scomparsa così prematura, manca quell'intensità emotiva che ha accompagnato la prima parte del romanzo e sebbene la Dunne cerchi di affrontare la tematica con delicatezza, non riesce a cancellare la sensazione di insoddisfazione che lascia nel lettore la banalità di certe situazioni e certi dialoghi, l'idea di non finito che aleggia sul finale. Tuttavia bisogna riconoscere all'autrice di aver delineato una serie di personaggi di straordinario spessore e di aver costruito attorno a queste figure momenti e immagini che fanno di questo romanzo un'intensa descrizione di un fragile tessuto familiare.

  • User Icon

    alessia

    02/07/2013 14.49.52

    Argomanto difficile... trattato con estrema delicatezza... molto bello!

  • User Icon

    lady a.

    21/06/2013 10.22.41

    Dolce e delicato, malgrado la drammaticità insita nella vicenda stessa, il libro procede con una narrazione lenta che lascia al lettore il tempo di assimilare, di metabolizzare gli accadimenti. Di sentirsi totalmente coinvolto. D'istinto, io avrei voluto sapere di più, capire di più, avere piu' giustizia di cosi'. Ma molto resta sottinteso o appena accennato, lasciando a chi legge il compito, arduo, di trovare dentro di se' le risposte alle domande che restano in sospeso. E alla fine una giustizia ci sarà Ma non è punire i cattivi che ci salverà. Ci salvera'arrivare alla conoscenza e attraverso questa all'accettazione del dolore.

  • User Icon

    elena

    08/06/2013 16.25.10

    catherine dunne non si smentisce.... conosciuta con "la metà di niente", ecco qua un altro racconto toccante e coinvolgente! Forse è vero, sugli episodi di bullismo non scava tantissimo, ma il senso della tragedia, della sofferenza, della fatica di una famiglia, di due genitori c'è tutto. 10elode!

  • User Icon

    cristina

    07/06/2013 18.13.15

    Quando ho messo questo libro nella lista di babbo natale, avevo letto qualcosa ma di certo mai avrei immaginato tutto questo dolore. Mi rivedo in Rebecca, forse perche' anch'io ho un vissuto simile, e non la biasimo per il suo comportamento anzi le due gemelle mi sembrano cosi finte cosi create, cosi senza espressioni. Non riesco a giudicarlo, gli do ' due perche' non mi ha fatto innamorare ne dei personaggi ne di tutto quello che accade, pero' son di parte, il dolore per la perdita di mia madre con la lettura di questo libro son andati troppo di pari passo per riuscire ad essere obbiettiva? Lo consiglierei, anche no, ma chi vuole leggere una storia del genere? non fa parte neanche delle letture commoventi

  • User Icon

    Angelo

    20/05/2013 17.23.20

    Buon romanzo per quanto riguarda la delineazione dei vari personaggi..sia adulti che bambini.. Soltanto mi sembrano debolissimi gli episodi di bullismo descritti... in pratica, quegli episodi descritti avvengono tutti i giorni in ogni scuola,sia pubblica che privata.. I ragazzi, si sa, sono crudeli..è sempre stato così..ma fa parte della normale evoluzione della personalità di ciascun ragazzo imparare a difendersi..Insomma se quelli descritti portano Daniel ad una scelta irreparabile, l'autrice ci ha descritto un ragazzo che avrebbe avuto comunque dei problemi nella sua evoluzione..e se non nell'evento descritto, avrebbe messo fine a sè stesso alla seguente contrarietà..Gli episodi di bullismo, ad alto tasso di crudeltà, che esistono, e sui quali, se se ne viene a conoscenza bisogna intervenire, sono ben altri...e sono sicuro che ogni scuola, pubblica o privata, ha il suo campionario di esempi da portare, attuali..che avvengono al presente..

  • User Icon

    serena belli

    05/05/2013 15.13.14

    Pur non essendo una scrittua ALTA, quella della Dunne è sempre molto scorrevole e piacevole: una garanzia. La storia non è per niente banale ed è avvincente, coinvolgente e nuova. Niente sfumature di rosso o grigio e sequel successivi! E' anche importante che il problema dei social-network venga indagato e stigmatizzato in un romanzo "popolare". Personalmente, a questo proposito, mi sembra di aver imparato qualcosa. I personaggi sono ben delineati, c'è anche qualche scena al alto impatto emotivo (la prima fra tutte, ma non solo quella). Ho passato qualche bella ora leggendo questo commovente romanzo, nel quale nessuna scena è inutile o stiracchiata. Lo consiglio vivamente.

  • User Icon

    Laura

    22/04/2013 11.52.03

    La Dunne, nel suo ultimo romanzo, partendo dalla devastante ed incomprensibile morte di Daniel, dipana la storia di una famiglia: i suoi lutti, le incomprensioni che vi abitano, i caratteri spesso discordanti tra i vari membri, le sofferenze che trovano origine nell'infanzia. E cerca di rispondere ad una domanda: quale persecuzione si può scatenare tramite i social network per un adolescente sensibile e diverso dagli altri? L'elaborazione del lutto passa anche attraverso la conoscenza. Personaggi ben delineati e storia riuscita. Libro intenso.

  • User Icon

    Federica

    02/04/2013 20.47.11

    Scritto molto bene, questo romanzo della Dunne, é avvincente ed é difficile abbandonare la lettura. Affronta in modo sensibile la crudeltà nel mondo degli adolescenti. Anche il ritratto e i contrasti della famiglia allargata sono molto convincenti. Da leggere.

  • User Icon

    Isa

    29/03/2013 17.03.03

    Romanzo che parla di sentimenti, mai noioso ne' scontato.

  • User Icon

    Franco Bianco

    24/03/2013 16.30.38

    Questo libro prende alla gola, fa vivere emozioni forti, così forti che talvolta ci si deve fermare e farle sedimentare; lo direi un coraggioso e spesso angoscioso viaggio all'interno del dolore causato da una sconvolgente tragedia familiare, una discesa coraggiosa dentro i sensi di colpa che questa può generare fino a farli diventare devastanti, perché una madre ed un padre ne sono messi direttamente in causa sia come genitori che come educatori; un libro che perciò tutti gli insegnanti, dalle scuole elementari alle superiori, dovrebbero leggere, perché la storia che esso racconta può avvenire, e spesso certamente avviene, in tutte le realtà in cui vivono assieme giovani e ragazzi dei quali spesso non sanno nulla, o comunque non abbastanza, non solo i loro genitori ma nemmeno coloro che hanno il compito istituzionale di aiutarli a crescere ed a formarsi. Un bel libro, scritto molto bene come sempre quelli di questa magnifica scrittrice dei nostri tempi, con coinvolgenti descrizioni di stati d'animo e di situazioni familiari sia positive che negative: forse uno dei suoi migliori.

Vedi tutte le 30 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione