Categorie

Querelle

(Querelle de Brest)

Titolo originale: Querelle de Brest
Paese: Germania; Francia
Anno: 1982
Supporto: DVD
Vietato ai minori di 18 anni

€ 14,99

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Luca Taj

    17/05/2016 07.20.17

    Cominciamo con la parte comica. Questo film, uscito nel 1982 per la regia di R.W. Fassbinder fu candidato al Razzie Award per la peggior colonna sonora. Per i cultori, gli autori delle musiche terribili furono Peer Raben e Jan Jankeie. In effetti, non avevano tutti i torti i miei amici del Razzie. Querelle, che va tradotto correttamente con "magnaccia" o "pappone", andrebbe visto nell'edizione originale, visto che in Italia fu cesoiato di brutto nella scene più scabrosa, quella della sodomia di Nono nei confronti di Querelle. Fu l'ultimo film di Fassbinder prima della sua morte per infarto indotto da overdose e Marcel Carné si battè strenuamente (fu l'unico) per fargli assegnare il Leone d'Oro a Venezia, che invece andò a Wim Wenders con "Lo stato delle cose". Cosa rimprovero al film? Che sia stato girato interamente in un teatro di posa, togliendo l'ambientazione cruda e realistica dell'originale romanzo di Jean Genet, quello sì un capolavoro, e con i dialoghi più assurdamente letterari nella storia del cinema, che niente hanno a che vedere con il mondo di ladri, prostitute e omosessuali descritto magistralmente, invece, dal maudit Genet. Se qualcuno volesse sentire ancora la canzone che Lysiane canta nel film, è la sigla del programma Amore Criminale (su Rai3): e non è per niente brutta.

  • User Icon

    Giacomo Ardito

    12/01/2010 19.07.26

    Capolavoro assoluto. Non vedo cosa il tema dell'omosessualità abbia a che fare con il film....in realtà il regista, secondo me, approfondisce il tema dell'Inferno che sono le relazioni umane. Nessuno è al sicuro, nessuno è veramente puro....eistono prevaricazione, rammarico, delusione e giochi di potere. Ma soprattutto dipendenza e sottomissionel, volontaria o meno. Il tema viscerale e introspettivamente oscuro, n quanto è più che oscura la materia che tratta, è illuminato da un'arte e da uno stile luminoso e brillante.

  • User Icon

    Morgana

    21/05/2007 00.50.42

    Questo ultimo film di Fassbinder è un capolavoro e una pietra miliare nella storia del cinema.Lo vidi x la prima volta alla sua uscita nel 1982,andai al cinema da sola e fiera della mia maggiore eta' appena raggiunta,dato che era vietato ai minori!Proprio stasera dopo qc anno l'ho rivisto sul grande schermo e continuo a provare grandi emozioni,penso che le tematiche che affronta che non sono solo quella dell'omosessualita',siano di grande interesse.

  • User Icon

    HULK

    12/01/2007 10.16.04

    Ho avuto la fortuna di vederlo al cinema, quando uscì nelle sale. dopo una mezz'ora mezzo cinema era vuoto, il pubblico usciva schifato, fa piacere sapere che a qualcuno è piaciuto. Non credo sia il suo film testamento, a 36 anni.....Purtroppo lo è diventato, vista la sua precoce scomparsa. Diversi erano i progetti ai quali lavorava. Infatti nonostante la sua brevissima vita , ha lasciato un notevole numero di opere, tra l'altro tutte di notevole spessore artistico e stilistico. Ho sempre avuto una predilezione per le opere 'Classiche', Veronica, Lola, dove univa il melodramma Sirkyano alle tematiche personali. Altre opere pur valide, scimmiottavno lo stile della Nouvelle vague, ormai datata. Querelle cos'è, un sogno, un incubo, secondo me un film di 'Transizione', Fassbinder stava per entrare nella maturità, in quest'opera secondo me sono presenti le caratteristiche del cinema della seconda parte della sua vita, che purtroppo non ha potuto sviluppare.

  • User Icon

    st-dekky

    06/02/2006 11.24.16

    Il film, si conosce già, è quel discusso capolavoro che la storia del cinema narra, da quella strana edizione della mostra del cinema di venezia ... un capolavoro ... ma il dvd: che delusione: non è un doppio con gli extra di cui avero letto in molte recensioni, che vedevano inserito nel secondo inesistente dvd il documentario "L'ultimo Fassbinder", e che onestamente era il vero scopo dell'acquisto, e mi domando perche la Repley's ha messo in giro queste voci ... un solo dvd e come extra una intervista a Nero (inutile, forse!) e Chambre 666 di Wenders (2 minuti circa) ... deludente edizione

  • User Icon

    Fabio

    29/11/2005 18.33.17

    Beh un Cult da avere assolutamente per gli amanti di Fassbinder e non...gay e non...aspettavo questa uscita su DVD da anni ho già il VHS originale(anche se con dei tagli) speriamo che finalmente sia la versione integrale...forse il vero vincitore del festival di Venezia 1982(non ottenne il leone d'oro ma la giuria si spaccò)ah sono quasi sicuro che i DVD nella confezione sono 2 e non 1 come scritto nella descrizione

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione
  • Produzione: RHV - Ripley's Home Video, 2016
  • Distribuzione: RHV - Ripley's Home Video
  • Durata: 115 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono);Inglese (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Contenuti: speciale: "Fassbinder: l'ultimo anno"; foto; trailers