Categorie

Questo bacio vada al mondo intero

Colum McCann

Traduttore: M. Magrì
Collana: Contemporanea
Anno edizione: 2012
Formato: Tascabile
Pagine: 451 p., Brossura
  • EAN: 9788817061407
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Giuliana

    30/12/2016 13.45.52

    Ho letto questo libro catturata dall'immagine del funambolo che volteggia sulla fune tesa fra le Torri Gemelle. Avevo grandi aspettative per via delle ottime recensioni e, forse anche per questo, sono rimasta in parte delusa. Ho trovato piuttosto noiosa la prima parte del libro, in particolar modo quando l'autore si sofferma in dettagliate descrizioni di luoghi e stati d'animo. Per contro la lettura della seconda parte del libro è risultata molto fluida e finalmente emerge la relazione fra i vari personaggi. Complessivamente lettura piacevole.

  • User Icon

    ALEX

    14/06/2015 10.03.56

    è il secondo libro che leggo di questo autore che ritengo uno dei maggiori esponenti della letteratura moderna. lo adoro in tutte le sue frasi, la sua è poesia pura; le parole non sono mai buttate lì a caso e vi sono centinaia di momenti da ricordare in questo calderone di vite vissute al di sotto di un uomo che attraversa le torri gemelle su di un cavo. e sono proprio le vite della bassa New York che ti lasciano incollato al libro, quelle vite semplici che rimangono abbaiate da un funambolo che compie un'impresa straordinaria e che ha il merito di far alzare a tutti il capo. non capisco cosa i lettori si aspettino di più in un libro; il colpo ad effetto obbligato ad ogni pagina? la stravaganza forzata solo per farti restare a bocca aperta? ne vorrei a centinaia di libri scritti così.

  • User Icon

    marisa cecchetti

    07/04/2015 17.13.20

    E' un libro molto bello, che sorprende, che crea profonda attesa ad ogni nuova storia che si apre. Magistrale quella capacità di tenere in mano la vita di tanti personaggi, di farne conoscere le lacerazioni più profonde, e di collegarli come se fossero legati da un filo invisibile. Intanto il cavo è teso a 110 metri di altezza nel cielo di New York. Realtà e insieme simbolo.

  • User Icon

    alex

    17/03/2015 08.16.35

    L'autore ha voluto mettere tanta carne al fuoco, un bel rischio, ma ha saputo gestir bene i collegamenti, gli intrecci sono sottili ma ben disegnati, le storie sono profonde ed emozionanti e la scrittura molto scorrevole. E allora cosa c'è in questo libro che non gli fa fare il salto di qualità, che non lo fa essere uno di quei libri dai quali non ti staccheresti mai: la presenza di tanti personaggi, il fatto che non ci sia un vero protagonista (il funambolo di certo non lo è visto che è il personaggio di cui tutti parlano ma del quale l'autore ci fa conoscere meno la storia personale), l'assenza del personaggio in cui immedesimarsi, cui affezionarsi come a uno di famiglia, che ti porti nel cuore una volta terminato il libro. Sì, quell'elemento decisamente manca...

  • User Icon

    marcello

    14/10/2013 12.02.03

    Non mi sembra un libro da incensare particolarmente. E' sì interessante questo intrecciarsi di vite molto terra-terra sotto la passeggiata di chi vuol rimanere e godere da solo in aria sospeso e quindi distaccato dalla NY che ospita ,fottendosene, di queste vite, ma la lettura alla lunga diviene scontata anche se con lampi sublimi ed un periodare coinvolgente ma rimane spesso un po' noiosetta. Si va un po' avanti per inerzia aspettando....belle pagine che arrivano sì ma molto raramente

  • User Icon

    maria novella

    30/09/2013 18.18.09

    è un romanzo "a strati" che si rincorrono e alla fine rimangono non risolti, aperti sotto il cielo, il cielo dentro cui cammina il funambolo che è il filo rosso delle storie. Intenso e non banale, in alcuni punti un po' prolisso, ma certo da leggere. Impressionante la camminata fra le torri di NY, che ora non ci sono più.

  • User Icon

    Ianì

    20/08/2013 21.58.16

    Romanzo, ai piu' sconosciuto purtroppo, di una forza e bellezza indescrivibili. Tillie forever!

  • User Icon

    ciobin

    18/09/2012 22.21.52

    Uno dei pochi libri di contemporanei meritevole le 5 stelle.Di una bellezza struggente,sa commuovere,far ridere,intenerire,arrabbiare.. un libro composto da tante storie,da vite che si intrecciano,personaggi che si incontrano,si scontrano,se ne vanno.Una bellezza delicata e completa,un libro che riscalda,che ricorda a noi lettori esigenti perchè amiamo la lettura. Imperdibile. p.s. Da riconoscere anche il merito di un'ottima traduzione.

  • User Icon

    Stefania

    05/09/2012 10.27.52

    bello da mozzare il fiato... New York, agosto 1974. Un uomo, un funambolo, cammina lungo un cavo d'acciaio teso tra le due Torri Gemelle, sospeso nel vuoto a 110 piani di altezza, regalando a tutti un momento di pura contemplazione, un sogno accarezzato dal vento immerso nel silenzio. Ai suoi piedi la città, con una miriade di personaggi che McCann ci racconta. Tante storie che si incrociano, si sfiorano, si congiungono...come un puzzle che via via prende forma. Tante piccole e grandi vite che si rincorrono su un filo teso sul vuoto, qual'e' la vita, cercando quell'attimo di felicita' assoluta, l'equilibrio, che libera dai dolori del quotidiano..un romanzo che e' più romanzi in uno, libro che strabocca VITA. Ricco di passi stupendi che non puoi fare a meno di rileggere più volte, adesso che e' finito, come accade per pochi unici libri, mi ritrovo a sfogliarlo e sottolinearlo, per paura di perdere anche la più piccola delle sensazioni che mi ha suscitato...E mi permetto di sognare: se potessi partire al volo domattina non avrei dubbi sulla destinazione, e arrivata la non potrei fare a meno di alzare gli occhi in alto alla ricerca di quel puntino stagliato contro il cielo, perché alla fine tutti noi abbiamo bisogno di guardare sopra la nostra testa, oltre la realtà per vedere cosa c'è....

  • User Icon

    Carmela

    30/08/2012 16.48.30

    Ho letto questo libro colpita dal titolo e dalla copertina (che non è questa) forse di una precedente edizione .. Non so spiegare cosa ho amato di piu in queste pagine, se i personaggi o il contesto in cui si incrociano le vite dei personaggi nei quali ho trovato una poesia infinita.. Scritto benissimo .. se ci fosse un voto piu alto di 5 lo darei volentieri .. una vera e piacevole sorpresa..

  • User Icon

    nadia

    16/12/2011 14.03.15

    Indubbiamente McCann è un autore di talento, che sa dar vita a storie intense e non scontate. Tuttavia questo libro non è riuscito a catturarmi. Ci sono troppi personaggi e troppe storie, per i miei gusti. Preferisco i romanzi più compatti. Frase che mi ha colpito: "C'era in lei la bellezza dei vinti".

Vedi tutte le 11 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione