€ 9,99

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Descrizione

Checco è un ragazzo che ha realizzato tutti i sogni della sua vita. Voleva vivere con i suoi genitori evitando così una costosa indipendenza e c'è riuscito, voleva essere eternamente fidanzato senza mai affrontare le responsabilità di un matrimonio con relativi figli e ce l'ha fatta, ma soprattutto, sognava da sempre un lavoro sicuro ed è riuscito a ottenere il massimo: un posto fisso nell'ufficio provinciale caccia e pesca. Con questa meravigliosa leggerezza Checco affronta una vita che fa invidia a tutti. Un giorno però tutto cambia. Il governo vara la riforma della pubblica amministrazione che decreta il taglio delle province. Convocato al ministero dalla spietata dirigente Sironi, Checco è messo di fronte a una scelta difficile: lasciare il posto fisso o essere trasferito lontano da casa. Per Checco il posto fisso è sacro e pur di mantenerlo accetta il trasferimento. Per metterlo nelle condizioni di dimettersi, la dottoressa Sironi lo fa girovagare in diverse località italiane a ricoprire i ruoli più improbabili e pericolosi. Proprio quando è sul punto di abbandonare il suo amato posto fisso, Checco conosce Valeria, una ricercatrice che studia gli animali in via d'estinzione e s'innamora perdutamente di lei. Inizia così un'avventura fantastica nella quale Checco scoprirà un nuovo mondo, aprendo la sua piccola esistenza a orizzonti lontanissimi...

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Susanna

    22/09/2018 15:18:22

    Uno dei temi principali del film è il lavoro e la demolizione, almeno così si è voluto vedere, del vecchio obsoleto mito del "posto fisso" e del relativo modo clientelare della politica di utilizzare il pubblico impiego nella "prima repubblica". In verità Zalone evidenzia sia le pecche riconoscibili del vecchio sistema, sia quelle altrettanto evidenti del nuovo: soprattutto la precarietà, l'incertezza e lo sballottamento del lavoratore anche volitivo e capace.

  • User Icon

    Antonio

    22/09/2018 14:36:12

    Erano anni che non ridevo così di gusto per un film. Ho visto altri suoi film, anch’essi belli e divertenti, ma questo è il top. Checco Zalone mi ha conquistato. I suoi film sono apparentemente semplici ma sono in realtà molto intelligenti, mettono in scena i pregiudizi, le fissazioni e luoghi comuni italiani. Non vedo l’ora che esca un altro suo film. Il dvd ha un ottimo rapporto prezzo/qualità. Approfittate di questo film per trascorrere una felice serata in famiglia

  • User Icon

    Christian

    19/09/2018 18:02:30

    Zalone non si smentisce mai. Guidato da un brillante Gennaro Nunziante ( che veniva dai successi con Solfrizzi e Stornaiuolo), il nostro amato Checco da il meglio di sé con una commedia brillante che fa ridere a crepapelle ma anche riflettere come si comanda a una comicità leggera ma con uno spessore di fondo

  • User Icon

    a97

    19/09/2018 09:37:08

    Film super apprezzato e consigliato.

  • User Icon

    Nicole

    24/07/2017 06:54:25

    La simpatia di Checco va oltre la normalità e con questo film si vede anche l'intelligenza nell'ironia, il messaggio che ci manda è mescolato tra il sorriso e la realtà italiana. Ora che vivo in Libano, Checco è arrivato anche qui!! :)

  • User Icon

    Ernesto

    28/04/2016 15:46:05

    Visto che "Quo vadis?" significa: dove vai?, presumo che "Quo vado?" significhi: dove vado? Per Checco una cosa è certa: sicuramente non a quel paese, visto l'enorme successo ottenuto, anche se devo ammettere che quest'ultima fatica non si discosta molto dai precede lavori. Molto probabilmente la coppia fenomeno Nunziante/Zalone ha contribuito molto sulle scelte del pubblico.

  • User Icon

    Lucrezio

    16/03/2016 11:30:20

    Primo film che vedo con Zalone ed è molto bello

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione

Storia accattivante, battute gustose e satira in musica. Ma la comicità di Checco è più addomesticata e meno deliziosamente iconoclasta che in passato

Trama
Checco è stato allevato dal padre con il mito del posto fisso. A quasi 40 anni vive quella che ha sempre ritenuto essere la sua esistenza ideale: scapolo, servito e riverito dalla madre e dall'eterna fidanzata che non ha alcuna intenzione di sposare, accasato presso i genitori, assunto a tempo indeterminato presso l'ufficio provinciale Caccia e pesca, dove il suo incarico consiste nel fare timbri comodamente seduto alla scrivania. Ma le riforme arrivano anche per Checco, e quella che abolisce le province lo coglie impreparato: il suo status di single relativamente giovane lo rende idoneo alla richiesta "volontaria" delle dimissioni, a fronte di una buonuscita contenuta. Ma Checco, consigliato dal senatore che l'ha "sistemato", non cede alle richieste della "liquidatrice", la granitica dirigente Sironi e lei, al fine di liberarsene, lo spedisce in giro per tutta l'Italia, nelle sedi più disagiate e scomode. Checco si adatta e non molla. Alla Sironi non resta che tentare un'ultima carta: mandare l'impiegato al Polo Nord, in mezzo alle nevi perenni e agli orsi bianchi. Per fortuna al Polo c'è anche Valeria, una ricercatrice di grandi ideali e di larghe vedute che cambierà il destino del nostro eroe e gli farà scoprire i piaceri (e le responsabilità) di una vita civile.

  • Produzione: Warner Home Video, 2016
  • Distribuzione: Warner Home Video
  • Durata: 85 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Inglese; Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: dietro le quinte (making of); speciale; spot tv