Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Salvato in 153 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Raccontarsi. L'autobiografia come cura di sé
13,30 € 14,00 €
LIBRO
Venditore: IBS
+130 punti Effe
-5% 14,00 € 13,30 €
Disp. immediata Disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
13,30 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Firenze Libri
10,00 € + 5,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Multiservices
14,00 € + 2,50 € Spedizione
disponibile in 8 gg lavorativi disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Max 88
14,00 € + 4,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Koine
14,00 € + 4,70 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Nani
13,30 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Nani
14,00 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
14,00 € + 6,30 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Internazionale Romagnosi snc
14,00 € + 8,50 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
LETTORILETTO
7,99 € + 5,50 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
13,30 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Firenze Libri
10,00 € + 5,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Multiservices
14,00 € + 2,50 € Spedizione
disponibile in 8 gg lavorativi disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Max 88
14,00 € + 4,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Koine
14,00 € + 4,70 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Nani
13,30 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Nani
14,00 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
14,00 € + 6,30 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Internazionale Romagnosi snc
14,00 € + 8,50 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
LETTORILETTO
7,99 € + 5,50 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
Raccontarsi. L'autobiografia come cura di sé - Duccio Demetrio - copertina

Descrizione


Arriva un momento nell'età adulta in cui si avverte il desiderio di raccontare la propria storia di vita. Per fare un po' d'ordine dentro di sé e capire il presente; per ritrovare emozioni perdute e sapere come si è diventati, chi dobbiamo ringraziare o dimenticare. Quando questo bisogno ci sorprende, l'autobiagrafia di quel che abbiamo fatto, amato, sofferto, inizia a prendere forma. Diventa scrittura di sé e alimenta l'esaltante passione di voler lasciare traccia di noi a chi verrà dopo o ci sarà accanto. Sperimentiamo così il "pensiero autobiografico", che richiede lavoro, coraggio, metodo, ma procura, al contempo, non poco benessere.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

1996
1 ottobre 1996
230 p.
9788870784220

Valutazioni e recensioni

4,33/5
Recensioni: 4/5
(3)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(2)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
alberto pierobon
Recensioni: 4/5

Arrivare all’acerba felicità col pensiero autobiografico che ci cura, ridando senso alla vita, come esercizio applicato a sé stessi, un ripatteggiamento-riconciliazione con quanto si è stati, per aprirsi ad altri orizzonti: non più un unico Io, grazie alla retrospezione-interpretazione-creazione. La ricerca dell’unità e la scoperta della molteplicità: qui la scelta ci rende adulti stabilendo nessi, concordanze, coincidenze pur nello spaesamento (Unus et multi in me). Uno dei nostri Io si fa tessitore-mediatore ritrovando la pluralità anche nelle zone d’ombra, negli enigmi irrisolti. La geometria di una vita è informe, eccentrica, quasi sempre con ben poche linee rette: nessuno si sottrae a questa regola, nemmeno gli integerrimi, i santi, gli eroi I 3 fondatori del genere filosofico e letterario: sant’Agostino, Michel de Montaigne, Jean Jacques Rosseau. Nell’antichità greco-latina le memorie, lettere, commentari e orazioni dimora originaria del pesniero autoreferenziale, nell’era cristiana nascita dell’idea di autocoscienza e del conoscere come ricordanza. Come diceva Musil, forse qualcosa agisce in noi come la carta moschicida? Per Proust i movimenti del passato non sono immobili, ci trascinano negli eventi-snodi borgesiani della nostra impalcatura ove il mondo interiore e la mente si muovono come un ologramma, l’uomo è l’essere che non può uscire da sé, che non conosce gli altri se non in sé. L’impredibilità, l’abbandonarsi al divenire, all’incertezza, al piacere della libera erranza intellettuale ed emozionale, mette pace tra sé e gli altri. Lo studio del destino è compito retrospettivo della nostra intelligenza, nei tre tempi agostiniani che esistono nell’anima. Concludere una autobiografia è un tempo che deve arrivare: il nostro kairos. Ottima la bibliografia utilizzata. Una lettura utile a fare ordine dentro le nostre storie e approcci non solo psicologici.

Leggi di più Leggi di meno
Sabrina
Recensioni: 4/5

Un libro molto utile per chi, come me, vorrebbe riuscire a scrivere una propria autobiografia, iniziando almeno da un diario personale. Uno strumento utile alla riflessione, sul significato dello scrivere di se stessi, sul fatto che - arrivati ad un certo punto della propria vita - diventa un'esigenza. Non è un "manuale di scrittura", ma qualcosa di più profondo, pur dando comunque anche dei suggerimenti pratici. Da leggere con accanto segnalibri, matita e taccuino per gli appunti. Da rileggere, anche più volte, a stralci o per singoli capitoli.

Leggi di più Leggi di meno
Cristiano Cant
Recensioni: 5/5

L'arrivo di ogni inutile partenza per ogni inutile dove, l'Io. Non si sfugge al suo imperativo, ci si può mentire per una vita, immaginarsi altri in mille "sentieri che si biforcano" (per citare Borges); la tratta, anche se mescolata in altre che solo in apparenza la sviano, la tradiscono, rimarrà sempre quella. Siamo lì immersi nella preziosità di voli lontanissimi, e tuttavia il corpo resta sulla sedia e il pensiero sul foglio, al soldo di sua maestà la memoria. Una frase di Oliver Sacks in tal senso semplifica tutto: "Si deve cominciare a perdere la memoria, anche solo brandelli di ricordi, per capire che in essa consiste la nostra vita. Senza memoria la vita non è vita. La nostra memoria è la nostra coerenza, la nostra ragione, il nostro sentimento, persino il nostro agire". Questo libro è un tuffo in quelle viscere instabili, nei segreti più riposti e negli incantevoli echi di qualcosa che è tempo risolto, immanenza precisa, un adesso periodico, eterno presente scandito sulla pagina. Le risonanze si perdono: Agostino, Proust, Canetti, Pavese, Kafka, Gramsci, per dirne sei che già da soli basterebbero a colmare una compagnia per il resto dei giorni. Una traversata interiore nel mondo della scrittura come specchio e coscienza di sé, la traccia di una voce restituita (e liberata) oltre le cortine del proprio grido frustrato, il mistero che si sveste e si dà, e che crea sapienza e bellezza nel gioco di destini malati, solitari, infelici, straordinari spiriti che, nel concerto di questa lettura, si possono solo amare. Quei ricordi "che non hanno data, ma solo stagioni" per ricordare l'ammonimento di Bachelard, quei semi nascosti in un poema che redimono come nessuna terapia può sognarsi; l'anfratto più oscuro colpito da improvvisi salvifici, questa è la grande lezione della memoria, lacci di cielo inquieto slegati finalmente dalle nocche della parola. Un floppy disk ha olfatto? Può anche darsi, ma sarà sempre gregario rispetto a un cuore che si spreme.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,33/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(2)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Duccio Demetrio

0, Italia

Duccio Demetrio, filosofo dell’educazione all’Università degli studi di Milano-Bicocca, è da sempre attento osservatore della condizione adulta e dei suoi problemi esistenziali. Ha fondato e dirige la Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari e la Società di Pedagogia e Didattica della Scrittura. Tra le sue ultime pubblicazioni: Filosofia del camminare (2005), La vita schiva (2007), La scrittura clinica (2008), L’educazione non è finita (2009), Ascetismo metropolitano. L'inquieta religiosità dei non credenti (2009), L'interiorità maschile. La solitudine degli uomini (2010), Perché amiamo scrivere (2011), La religiosità della terra (2013), Ingratitudine (2016), e Foliage (2018).

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore