I racconti delle tenebre - Fabio Genovesi - ebook

I racconti delle tenebre

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Curatore: Fabio Genovesi
Editore: Einaudi
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 579,18 KB
Pagine della versione a stampa: 360 p.
  • EAN: 9788858432310
EBOOK € 9,99

32° nella classifica Bestseller di IBS Ebook eBook - Narrativa straniera - Horror e narrativa gotica - Narrativa horror

Salvato in 2 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Da sempre gli esseri umani intrattengono un discorso ininterrotto con il brivido. Che la si rifugga o la si insegua, che la si corteggi o la si ignori, la paura è parte di noi. E c'è una paura più forte di quella delle tenebre? Solo quando il giorno cede il passo alla notte uno spaventapasseri piantato in un campo può prendere vita all'improvviso, un semplice viaggio in treno trasformarsi in un incontro col demonio, e una voce che proviene da una barca nel mezzo del Pacifico far correre un fremito lungo la schiena di chi ascolta... La luce artificiale ha inseguito il mondo dell'oscurità nei vicoli deserti, in fondo alle soffitte e alle cantine più nascoste della nostra esistenza. Scacciandola come facciamo col lupo, quando tenta di invadere spazi che in realtà sono sempre stati suoi. È successo come per le stelle: le insegne colossali delle città brillano così forte da coprire e nascondere la volta celeste. Eppure gli astri stanno ancora lassù, nessuno potrebbe mai dubitare della loro esistenza. Allora è possibile che lo stesso capiti con le creature delle tenebre: forse la luce ci abbaglia tanto da nascondere il loro mondo magico e misterioso, che continua a danzarci intorno, invisibile. Di certo in questo libro - un viaggio da incubo fra gli autori che hanno fatto dello spavento un'arte - trovano spazio fantasmi, vampiri, mostri orribili e crea-ture incantatrici, morti che tornano o che non vogliono andarsene. Ma anche amori infelici che durano oltre la tomba, maledizioni che non perdonano. Dai maestri del genere - Poe, Lovecraft e Stoker - ad autori meno noti al pubblico italiano, Fabio Genovesi prende per mano il lettore e lo precipita là dove da solo non si sarebbe mai avventurato. Storie che fanno veramente paura, da leggere ad alta voce nelle lunghe ore dopo il tramonto, con l'oceano buio dell'oscurità che brulica di mistero tutt'intorno.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 2
5
2
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Fabio Scarnati

    02/11/2019 08:35:28

    Una raccolta di classici del terrore imperdibile, con alcuni inediti. Cinque stelle meritate.

  • User Icon

    Sandro G. '74

    29/10/2019 07:04:26

    17 racconti, di cui molti ultra classici del genere, anche di recente spesso antologizzati. Dal capolavoro d'atmosfera "I salici" di Blackwood, sino a l'incubo fungineo di Hodgson "La voce nella notte", e poi Stoker con "La casa del giudice", "Nella cripta" di Lovecraft, la storia più potente di Machen, "Storia del sigillo nero", Bierce (Quella dannata cosa), Poe, (Il rumore del cuore), M.R. James (Una vista dalla collina), Le Fanu, (Il fantasma di Madame Crowl), "La carrozza fantasma" di Amelia Edwards, "Perchè il sangue è vita" di F.M. Crawford. Fra i racconti meno celebri sono presenti "La famiglia del Vurdalak" di A. Tolstoj, "Mujina" del grande Lafcadio Hearn, "Thurney abbey" di B. Landon, "Lo spaventapasseri" di G.R. Wormer, ed infine i nostri Salvatore Di Giacomo, con "La fine di Barth", e Ardengo Soffici con "Satana in treno". Antologia di ottima qualità, ma adatta soprattutto a chi conosce poco l'Horror classico, dato che i lettori di vecchia data come me, conoscono sino alla nausea quasi tutte le storie di questa raccolta. Diciamo che il curatore è andato sull'usato sicuro, quasi nullo il lavoro di ricerca e senza tener conto che diversi racconti sono stati proposti negli ultimi tempi da diversi editori.

Note legali