Curatore: C. Ceci
Editore: Marsilio
Anno edizione: 1995
In commercio dal: 13 aprile 1995
Pagine: 132 p.
  • EAN: 9788831761604
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Otto racconti fantastici scritti tra il 1916 e il 1924, otto storie attraversate da una potente vena onirica, da una creatività che si sottrae alle limitazioni del realismo per spaziare nel territorio della libera immaginazione. Si rivisitano leggende, si narrano fiabe, si intessono trame dal sapore surreale in una comune ispirazione fantastica.

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 


scheda di Ravizza, P., L'Indice 1996, n. 3

Gli otto capolavori in miniatura che Akutagawa Ryunosuke (1892-1927) scrisse agli inizi del secolo si rifanno a leggende, tradizioni, eventi storici e cronachistici irreali ma dati per veri, reinterpretati secondo la fervida immaginazione dello scrittore giapponese. Ci sono leggende ("Il tabacco e il diavolo" e "Il tasso"), tre fiabe ("I cani e il flauto", "Momotaro" e "Il filo di ragno") e tre racconti di pura fantasia ("Magia", "Il "sennin"" e "Bianco"), questi ultimi surreali e scritti in un linguaggio efficacissimo a rendere il senso di inafferrabilità di quanto accade: tizzoni di carbone che diventano monete d'oro, un servo non pagato che levita al cielo, un cane bianco che diventa nero. Merita attenzione "Momotaro", la fiaba che "come tutti i bambini giapponesi ben sanno" narra del bravo ragazzino nato da una pesca. Qui il racconto è capovolto: il ragazzino è pestifero, presuntuoso e violento; conosce solo le ragioni della propria volontà. I demoni che lui distruggerà sono un popolo mite e buono. Lo si legge anche così: Momotaro è il Giappone dalle mire espansionistiche di inizio secolo; i demoni, la Corea e la Cina. La splendida traduzione del difficile Akutagawa è di Cristina Ceci.