I racconti - Giuseppe Tomasi di Lampedusa - copertina

I racconti

Giuseppe Tomasi di Lampedusa

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Curatore: Nicoletta Polo
Editore: Feltrinelli
Edizione: 9
Anno edizione: 2002
Formato: Tascabile
Pagine: 160 p., ill.
  • EAN: 9788807812378

€ 8,00

Venduto e spedito da LOMELLIBRO

Solo una copia disponibile

+ 5,50 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Nei due estremi e intensi anni di vita Tomasi di Lampedusa mise insieme oltre al Gattopardo, anche tre racconti e uno scritto autobiografico: La gioia e la legge, La Sirena, I gattini ciechi e Ricordi d'infanzia.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 2
5
1
4
0
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    caterina

    19/07/2015 16:03:58

    Capitato sotto gli occhi,per caso,e subito la curiosità,ben ripagata di una lettura attenta. C'è il narratore che avremmo conosciuto con Il Gattopardo,ma anche il ritratto di un mondo ormai verso il disfacimento,con la tendenza ad autoraccontarsi glorie passate,non sappiamo,in questo caso,con quanta coscienza di quello che già stava avvenendo,a momento del racconto.Pagine di piacevoli scoperte e riscontri con notizie ..di prima mano.

  • User Icon

    Bi

    20/09/2005 17:16:41

    Quattro racconti: I ricordi d'infanzia dell'autore; La gioia e la legge, che descrive la vita di un lavoratore medio; La Sirena, racconto stupendo su uno storico che racconta ad un giovane giornalista il suo incontro con una sirena nei mari della Sicilia; I gattini ciechi, primo capitolo del romanzo incompiuto di Giuseppe Tomasi di Lampedusa che doveva consistere nel seguito del suo capolavoro: Il Gattopardo.

  • Giuseppe Tomasi di Lampedusa Cover

    Giuseppe Tomasi di Lampedusa, duca di Palma e principe di Lampedusa si formò su scritti illuministici e raccolte di relazioni militari. Il suo casato ha origini bizantine ed è uno dei più antichi del Regno delle Due Sicilie. Da bambino studiò nella sua casa a Palermo sotto l'insegnamento di una maestra, della madre e della nonna, che gli leggeva i romanzi di Emilio Salgari. Frequentò il liceo classico a Roma e in seguito a Palermo. Sempre a Roma nel 1915 s'iscrisse alla facoltà di Giurisprudenza, senza terminare gli studi. Nello stesso anno venne chiamato alle armi, partecipò alla disfatta di Caporetto e fu fatto prigioniero dagli Austriaci, in Ungheria. Riuscito a fuggire, tornò a piedi in Italia. Divenne narratore solo nella seconda... Approfondisci
Note legali