Il racconto della passione e della risurrezione nel Vangelo di Matteo

Bruno Maggioni

Editore: Cittadella
Collana: Bibbia per tutti
Anno edizione: 2011
  • EAN: 9788830811225
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    alida airaghi

    17/04/2011 15:22:21

    Mons.Bruno Maggioni, docente universitario e biblista di fama internazionale, dedica ai capitoli 26-28 del Vangelo di Matteo questo importante commento edito da Cittadella.Il libro si divide in due parti: il racconto della Passione di Cristo,scandito in otto sezioni,e il racconto della sua Resurrezione,in due sezioni. Gli ultimi giorni di Gesù sono narrati da tutti e quattro i Vangeli, con una particolare somiglianza tra Matteo e Marco. E infatti l'esegesi di Maggioni sottolinea con puntuali raffronti e rigorose traduzioni dal greco le differenze e le somiglianze tra i due evangelisti."Matteo non è un semplice ricalco di Marco,anche se mostra molto rispetto per la sua tradizione. Introduce nel racconto precisazioni,omissioni e aggiunte,che tradiscono la mano di un abile redattore, il quale riesce con poche modifiche a rendere il testo più pulito e scorrevole, a sminuirne le spigolosità teologiche e a evidenziare ciò che ritiene più importante"(pag.24). I riferimenti e i rimandi al corpo delle Scritture non si limitano al Nuovo Testamento, ma spaziano da Genesi ai Profeti ai Salmi, citati questi ultimi con assidua attenzione. Degli otto capitoli dedicati alla Passione di Gesù, si intuisce nell'autore una partecipazione emotiva più forte quando si sofferma a esaminare il comportamento di alcuni protagonisti: Pietro,e il suo rinnegamento (e tornano qui in mente le pagine altissime di René Girard) e Giuda, con il suo tormentato tradimento (avvenuto più che per amore del denaro,per delusione messianica: "Giuda tradisce perché si sente tradito"). Ma molto acute sono anche le pagine in cui Maggioni esamina il comportamento della folla, prima e dopo la crocefissione,e la dedizione delle donne nei due momenti della Passione e della Resurrezione. Con la sottolineatura insistita che questo secondo momento deve rappresentare il fondamento della fede cristiana, penetrando "tutte le manifestazioni della vita della Chiesa".

Scrivi una recensione