Una ragazza cattiva - Alberto Beruffi - ebook

Una ragazza cattiva

Alberto Beruffi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Newton Compton
Formato: EPUB
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 960,16 KB
Pagine della versione a stampa: 442 p.
  • EAN: 9788822724922
EBOOK € 0,99

nella classifica Bestseller di IBS Ebook eBook - Narrativa italiana - Thriller e suspence - Thriller

Salvato in 17 liste dei desideri

€ 0,99

Punti Premium: 1

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Un autogrill si trasforma in un'orribile scena del crimine dopo il ritrovamento del cadavere di una delle cameriere. Si tratta di Giulia Scarpanti, a detta di tutti una brava ragazza, figlia minore di un avvocato. È stata strangolata con la corda di una chitarra. Ma non è tutto. Le è stata messa della colla sulla bocca per farla "sorridere", le pareti del locale sono state riempite di poster e accanto al corpo è stato ritrovato un piccolo carillon a forma di juke-box, che diffonde una musica tutt'altro che casuale, apparentemente scelta con agghiacciante lucidità. Qual è il messaggio segreto dietro questa messinscena? I macabri particolari della vicenda ossessionano Mattia Mantovani, un chitarrista dal passato tormentato, al punto da portarlo a collaborare con la squadra investigativa di cui fanno parte Marco Pioggia e Lara Tarantino, da poco trasferitasi in Italia dopo vari anni di collaborazioni in usa con l'FBI. Ma i tre dovranno agire in fretta. Da qualche parte, infatti, l'assassino sta per colpire ancora.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,95
di 5
Totale 12
5
8
4
1
3
1
2
0
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Maria

    23/09/2019 12:14:40

    Bellissimo thriller avvincente, con interessanti richiami musicali, che ben rispecchiano l'epoca degli anni ottanta. Attendiamo una nuova indagine per Marco Pioggia, su cui, di certo, pioverà un nuovo intricatissimo caso da risolvere.

  • User Icon

    Alessandra

    22/09/2019 07:50:55

    Questo libro è impossibile leggerlo! La storia non sarebbe brutta, ma c’e troppa confusione. Ogni capitolo salta da un argomento all’altro!!! Assolutamente Bocciato.

  • User Icon

    Ilenia

    18/09/2019 06:54:39

    Bello, ma non bellissimo. Un po' confusionario l'inizio, poi ci si prende la mano tra presente e passato. Ho trovato abbastanza prevedibile il colpevole, anche se un po' il colpo di scena finale c'è stato lo stesso. Lavoro enorme svolto sulla bibliografia musicale interna al libro. E un bel tuffo negli anni ottanta che non può far sognare chi ci è passato anche solo per striscio. Troppo specifico per marche/programmi probabilmente. Da persona che prova a scrivere ho notato tanti piccoli errori che denotano ancora la poca esperienza di Beruffi. Ma non sono questi che fanno calare il piacere del libro. La cosa principale direi che secondo me c'è fin troppa carne al fuoco e si rischia di dimenticare qualcosa (ad esempio il movente per questa Giulia, come scritto in un'altra recensione). Credo che per Beruffi abbia avuto un ottimo esordio. Sicuramente se Marco Pioggia avrà un seguito probabilmente lo leggerò.

  • User Icon

    Rosita

    17/07/2019 14:18:38

    Thriller molto bello, avvincente, ben strutturato. Una sola perplessità riguardante la prima vittima: perché è stata uccisa Giulia, sorella di Elisa?

  • User Icon

    Giada

    13/06/2019 13:07:32

    Eccezionale. Un libro che ti tiene con il fiato sospeso ed enfatizza il nostro legame con la cultura e la musica italiana. Ottimo esordio, non vedo l'ora di leggere il prossimo!

  • User Icon

    E.

    05/04/2019 17:31:33

    Un bel thriller, ambientato in una splendida città d'arte dove un filo rosso sangue unisce il presente con il passato. E il finale è stato sorprendente.

  • User Icon

    Francesco

    03/04/2019 12:04:41

    È la prima volta che abbandono la lettura di un libro a metà !!! Forse mi ci sono approcciato male, forse non sono riuscito a entrare in sintonia con il personaggio, forse chi lo sà, ma la morale della favola è che dopo più di 200 libri decido di riporlo nello scaffale con la promessa però che un giorno ci riproverò a leggerlo. Al momento mi astengo anche da dargli un voto ......

  • User Icon

    Jhonny

    11/03/2019 22:24:50

    Ottimo thriller, ottimo ritmo, ottima lunghezza. Lo consiglio.

  • User Icon

    Paolo

    09/03/2019 13:08:08

    "Una ragazza cattiva" di Alberto Beruffi, è il thriller d'esordio di questo autore. Il libro coinvolge subito il lettore all'interno di una trama che si dispiega in maniera innovativa. Le vicende si suddividono in due spazi temporali ben definiti: il passato degli anni ottanta, scandito dai ritmi di un collegio cristiano e il nostro presente, arricchendo così gradualmente la storia di dettagli e rivelazioni. I personaggi all'interno delle vicende sono molti e il protagonista, l'ispettore dai dolorosi trascorsi Marco Pioggia, affiancato da un'affascinante profiler giunta dall'America, dovrà districarsi fra loro, cercando un nesso fra un susseguirsi di omicidi inizialmente senza logica ed alcun legame, che sembreranno trovare un senso solo con l'introdursi nell'investigazione di un peculiare musicista.

  • User Icon

    Deborah

    26/10/2018 06:54:28

    Qual è il confine tra giustizia e vendetta? Chi è il vero carnefice e chi la vittima? Sono questi gli interrogativi che mi hanno accompagnato durante tutta la lettura di Una ragazza cattiva. Una storia che, tra passato e presente, colpi di scena e indagini ben costruite è riuscita a catturarmi e coinvolgermi. L'autore ha voluto dare una connotazione musicale agli omicidi, ognuno dei quali rappresenta una canzone e il messaggio che il killer sembra voler lasciare. Una scelta a mio avviso vincente e originale da parte di Beruffi e che esalta ancora di più quel sapore nostalgico di un periodo, quello degli anni Ottanta in cui hanno radici gli eventi passati che sembrano collegare i delitti. Un'alternanza tra passato e presente che permette di ricomporre un puzzle in cui ogni pezzo trova il suo posto, ma in ogni momento può cambiare forma spiazzando con colpi di scena e costringendolo a rivedere le sue convinzioni. Personalmente i miei sospetti iniziali si sono rivelati giusti, ma a ogni capitolo l'autore è riuscito a instillarmi il dubbio facendomi cambiare direzione e sviandomi sino alla fine. Un altro aspetto che ho trovato particolarmente interessante è il tema da cui Beruffi ha scelto di iniziare la sua storia: il bullismo. Qui l'autore riesce con lucidità e realismo a descriverne gli aspetti e le conseguenze, il dolore e il senso di solitudine che ne derivano. Un thriller investigativo con risvolti emotivi molto forti, al punto che ci si ritrova coinvolti dai sentimenti e dai rapporti che vengono a crearsi tra tutti i personaggi, arrivando a un punto in cui condannare totalmente il colpevole diventa difficile, quasi che il carnefice possa essere trasformato in vittima egli stesso.

  • User Icon

    Rita

    16/10/2018 17:11:56

    "Una ragazza cattiva” ha una storia accattivante, con tutti gli elementi giusti per appassionare il lettore: scena del crimine, indagini, effetto wow. Quello che mi ha colpito più di tutto è la base. E’il punto in cui ordito e trama si incontrano, per dirla con linguaggio “tessile”. E’ tutto ciò che l’autore vuole farci conoscere mentre racconta i fatti: sono i luoghi di quella splendida città che è Mantova. E’ la collocazione cronologica, che mette a diretto confronto i giorni nostri e gli anni Ottanta. Interessante è il modo in cui tutto ciò va a contornare il racconto. Professori di storia dell’Arte che ci portano alla scoperta di luoghi tante volte sconosciuti, raccontandoci aneddoti tanto spesso dimenticati. La musica in questo romanzo viene insegnata, viene amata, viene ricordata, viene utilizzata… e costringe il lettore a scavare nei ricordi. Tante piccole sfingi che coi loro sguardi, capitolo per capitolo, ci pongono i loro enigmi attendendo pazienti una nostra risposta, che non sempre arriva. Fabula e intreccio di questo romanzo vanno scoperti a poco a poco, perciò non voglio rivelare nulla. La base, la zattera sicura che ci guida lungo questa storia, ci accompagna ondeggiando lenta, ma senza fermarsi mai. Sembra quasi di osservare tetti e cupole di questa città al tramonto da uno dei traghetti che portano i turisti tra i laghi di Mantova.

  • User Icon

    Rita

    16/10/2018 06:14:56

    “Una ragazza cattiva” ha una storia accattivante, con tutti gli elementi giusti per appassionare il lettore: scena del crimine, indagini, effetto wow. Quello che mi ha colpito più di tutto è la base. E’il punto in cui ordito e trama si incontrano, per dirla con linguaggio “tessile”. E’ tutto ciò che l’autore vuole farci conoscere mentre racconta i fatti: sono i luoghi di quella splendida città che è Mantova. E’ la collocazione cronologica, che mette a diretto confronto i giorni nostri e gli anni Ottanta. Interessante è il modo in cui tutto ciò va a contornare il racconto. Professori di storia dell’Arte che ci portano alla scoperta di luoghi tante volte sconosciuti, raccontandoci aneddoti tanto spesso dimenticati. La musica in questo romanzo viene insegnata, viene amata, viene ricordata, viene utilizzata… e costringe il lettore a scavare nei ricordi. Tante piccole sfingi che coi loro sguardi, capitolo per capitolo, ci pongono i loro enigmi attendendo pazienti una nostra risposta, che non sempre arriva. Fabula e intreccio di questo romanzo vanno scoperti a poco a poco, perciò non voglio rivelare nulla. La base, la zattera sicura che ci guida lungo questa storia, ci accompagna ondeggiando lenta, ma senza fermarsi mai. Sembra quasi di osservare tetti e cupole di questa città al tramonto da uno dei traghetti che portano i turisti tra i laghi di Mantova.

Vedi tutte le 12 recensioni cliente
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali