-15%
La ragazza di fronte - Margherita Oggero - copertina

La ragazza di fronte

Margherita Oggero

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Mondadori
Collana: Omnibus
Anno edizione: 2015
In commercio dal: 5 maggio 2015
Pagine: 223 p., Brossura
  • EAN: 9788804653035
Salvato in 22 liste dei desideri

€ 15,72

€ 18,50
(-15%)

Punti Premium: 16

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

La ragazza di fronte

Margherita Oggero

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


La ragazza di fronte

Margherita Oggero

€ 18,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

La ragazza di fronte

Margherita Oggero

€ 18,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

€ 9,99

€ 18,50

Punti Premium: 19

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Quando era bambino, arrivato a Torino dal Sud, Michele era rimasto incantato dalla bambina che leggeva, seduta sul terrazzino di fronte. Quando era bambina, tormentata dai fratelli gemelli scatenati, Marta si rifugiava sul balcone per sognare le vite degli altri. Come una folata di vento che scompigli la quiete del grande cortile che li separa, ora la vita ha rimescolato le carte. Marta è una donna adulta, indipendente e sola, con un solo motto - bastare a se stessi, come i gatti - e un solo piacere segreto: spiare da dietro le tende, al buio, la finestra di fronte. È andata lontano, ha viaggiato e da poco è tornata a casa, in un condominio simile a quello dell'infanzia. Anche Michele si è spinto dove nessuno avrebbe pensato, e ogni giorno per mestiere vede gente che fugge e che torna: guida i Frecciarossa attraverso l'Italia, e in poche ore solca la penisola per poi rientrare nel suo nuovo appartamento e affacciarsi ancora una volta su un cortile. Fino a quando succede una cosa imprevista, anzi più d'una: di quelle che accelerano il corso dell'esistenza, che costringono a uscire dal guscio protettivo che ci costruiamo, a guardarsi negli occhi. A quanti di noi è capitato di abitare in un grande caseggiato, di quelli con un ampio cortile di giorno popolato di voci e la sera di luci che rivelano le vite degli altri?
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

2,7
di 5
Totale 10
5
3
4
0
3
2
2
1
1
4
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Rosanna

    05/10/2017 12:14:22

    Raramente ho letto un romanzo più inutilmente ingarbugliato come questo. A parte la punteggiatura, che spesso non aiuta o costringe a rileggere il periodo per capire, la Oggero fa un frutto misto di vicende, personaggi, includendo di tutto e di più per arrivare ad un finale che definire frettoloso e grottesco è fin troppo generoso. Sconsigliato.

  • User Icon

    RossaMina

    23/05/2017 07:02:40

    All'inizio un po’ difficile da seguire, poi invece mi è piaciuto seguire il filo della storia, ma è finita troppo improbabilmente improvvisamente sdolcinata.

  • User Icon

    Elena

    03/04/2017 13:22:22

    Devo bocciare questo libro della Oggero, che è molto brava nel genere giallo ma nel genere rosa un po' meno. I suoi libri gialli infatti mi piacciono tantissimo, secondo me dovrebbe continuare su quel filone e lasciar perdere le storie d'amore.

  • User Icon

    LallaD

    10/10/2016 12:43:27

    Anche io non capisco i giudizi negativi, bel libro, bella trama, bel finale!!!

  • User Icon

    stefania

    08/10/2016 15:16:36

    La storia narra le vite parallele di due giovani destinate ad incontrarsi. Questa in breve è la trama del romanzo. Ben scritto; la vicenda si sviluppa raccontata dai due protagonisti, con continui sbalzi temporali. Il finale però, scontato fin dall'inizio, è troppo frettoloso. Un passo indietro rispetto ai precedenti romanzi. Comunque, senza pretendere, lettura piacevole.

  • User Icon

    marina

    31/07/2016 16:39:35

    Primo libro che leggo della Oggero e non mi ha entusiasmato. I personaggi inconsistenti e superficiali, solo il nonno mi è piaciuto, quello più vero. La storia annacquata e il finale sbrigativo. Il tutto poco emozionante, solo un po' la descrizione di Torino specialmente sotto la neve.

  • User Icon

    micky

    10/05/2016 16:49:49

    Non capisco i commenti negativi... trama molto curata, oltretutto non scontata... sullo sfondo una Torino magnifica... Scritto bene

  • User Icon

    bruno

    27/10/2015 16:00:51

    la professoressa Oggero non riesce neanche questa volta a spogliarsi del suo abito professionale di ex insegnante. A fronte di una trama inconsistente ed improbabile, si esibisce in sfoggi di cultura superflui quanto fastidiosi spaziando da Benedetto Alfieri all'Anobium punctatum (tarlo del legno),dall'ipotesi di riemann alla tassonomica, dalla galalite al dimetilfosfato,dal liquimofono Intonarumori dll'intona rumori, passando dai musei di Lisbona a quelli di Monaco di Baviera (citati per nome) ed ancora da Blondi cane di Hitler alla regina Elisabetta prima... E via così (omettendo citare gli altrettanto superflui francesismi, inglesismi e le citazioni in latino. Ribadisco: tutto ciò non c'entra con la narrazione.

  • User Icon

    Corrado Siri

    04/09/2015 15:47:02

    Della Oggero ho letto anche L'ora di pietra, che mi è piaciuto molto. Nutrivo quindi notevoli aspettative per il suo ultimo lavoro. Purtroppo fortemente deluse. Prosa al limite del discorsivo; superficialità nei contenuti e trama prevedibile, quasi imbarazzate per certe trovate. Mi aspettavo tutt'altro tipo di libro. Inoltre avendola sentita l'anno scorso ad un incontro di giallisti con Morchio, Varesi e altri, mi aveva fatto anche un'ottima impressione umanamente, colta, ironica, molto simpatica. Vabbè, ci riproverò con um altro dei suoi libri:-)

  • User Icon

    Bianca

    25/08/2015 21:23:30

    Scritto benissimo con un lessico colto ma non ricercato perciò accessibile e godibilissimo. Trama originale piena di sorprese mai banale e scontata. Forse perché non ho fresca memoria degli altri libri della Oggero ma questo lo trovo il migliore.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente


Vincitore del Premio Bancarella 2016.

«No, non mi stava spiando. Era sul suo terrazzo per godersi qualche minuto della bella mattinata e sono comparsa io, tutto lì.»

«Amore da vicino: c’è solo un cortile a separarli; amore da lontano: non una parola è corsa tra loro.»

Silenzi, sguardi, rimpianti, il passato forse troppo presente e un futuro che stenta a decollare, non detti e un mondo di desideri, viscidi ricordi – più subdoli dell’edera infestante – che si abbarbicano nelle menti dei protagonisti, e un’irrefrenabile voglia di amare. Ma, soprattutto, di essere amati. Questi sono i sentimenti che caratterizzano i protagonisti di un romanzo che potrebbe essere già la sceneggiatura, fatta e finita, di una piacevole commedia dal retrogusto acre. Qualche catartica (e dunque piacevole lacrima) vi scivolerà furtiva sulle sue pagine.

La suddivisione dei capitoli in prima battuta spiazzerà il lettore, invitandolo però a spingersi oltre: ogni sezione del libro, intitolata alla protagonista o al protagonista, viene successivamente smembrata in “tessere”, frammenti del mosaico dell’esistenza, atomi di ricordi perduti, pagine sbiadite della memoria. Il racconto non è lineare, ma nebuloso e imprevedibile, perché rispecchia il libero fluire del pensiero, che si dimena si strappa e si ricompone in un piacevole flusso di coscienza.
La storia è ambientata a Torino, ex capitale del regno sabaudo, in cui ancora le ricche scalinate e gli austeri androni dei palazzi altoborghesi si ergono a simulacri di un aureo e malinconico passato. Una cento mille Torino: nella metropoli, infatti, gli antichi fasti non esitano a ibridarsi con storie di famiglie che lì hanno deciso di trasferirsi per dare il la a un nuovo corso della propria esistenza.

Da un lato del cortile c’è Marta, la figlia di un rinomato cardiochirurgo, accanita viaggiatrice e archivista presso la fondazione Garbero-Bessone che ha lo scopo di gestire e conservare la memoria della vita culturale della Regione nella seconda metà del ʽ900; dall’altro c’è Michele, un piacente guaglione «a cui le “femmine” piacciono assai» che per lavoro guida i Frecciarossa, vivendo così sospeso tra una vita sulle rotaie, dove incrocia gli sguardi di un’infinità di sconosciuti, e il suo nuovo appartamento che si affaccia (guarda caso) su un cortile.

Nelle menti dei due protagonisti di tanto in tanto affiorano i ricordi dell’infanzia: lui in testa, oltre ai profumati unguenti e dopobarba custoditi nel retrobottega dal nonno Peppino, ha l’immagine di una ragazzina dai capelli «quasi rossi» che leggeva, o fingeva di leggere, nella casa di fronte al suo balcone; lei con dolore ricorda la madre inesistente e lontana, un amore passionale evaporato troppo in fretta, e suo padre che di tanto in tanto le faceva una carezza o le illuminava le giornate con un sorriso più unico che raro. Entrambi viaggiano, forse più col pensiero che fisicamente, e hanno paura di vivere in modo sereno la propria affettività. Troppe delusioni, troppe sconfitte, troppo poco tempo. Forse, troppo egoismo: c’est la vie.

Sembrerebbe assurdo che due vite così distanti siano già state così vicine. E se i binari delle loro esistenze fossero destinati a entrare in collisione?

  • Margherita Oggero Cover

    Margherita Oggero vive a Torino e ha insegnato in quasi tutti i tipi di scuola. Ha pubblicato il suo primo romanzo, La collega tatuata, con Mondadori nel 2002.Da quest'opera Luciana Littizzetto ha tratto il fortunato film Se devo essere sincera. Nel 2003, sempre con Mondadori, è uscito Una piccola bestia ferita che ha ispirato la serie televisiva Provaci ancora, prof! con Veronica Pivetti. In seguito pubblica L'amica americana (2005), Qualcosa da tenere per sé (2007), Orgoglio di classe (2008), Risveglio a Parigi (2009), L'ora di pietra (2011), Un colpo all'altezza del cuore (2012), La ragazza di fronte (2015, vincitore del Premio Bancarella 2016), La vita è un cicles (2018) e i racconti Il rosso attira lo sguardo (2008), tutti editi da Mondadori. Per... Approfondisci
Note legali