La ragazza sbagliata

Giampaolo Simi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Collana: La memoria
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 22 giugno 2017
Pagine: 400 p., Brossura
  • EAN: 9788838936616
Salvato in 79 liste dei desideri

€ 12,75

€ 15,00
(-15%)

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

La ragazza sbagliata

Giampaolo Simi

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


La ragazza sbagliata

Giampaolo Simi

€ 15,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

La ragazza sbagliata

Giampaolo Simi

€ 15,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 7,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La storia di una assassina e del suo grande accusatore. La storia di un dubbio, di un inganno, della possibilità di una nuova vita.

Vincitore del Premio Scerbanenco 2015

Vincitore dell Premio Letterario Chianti, 31esima edizione 2017/2018

«Simi, specializzato in noir, è capace di inserire nella narrazione elementi di sorpresa e disturbo, alternando ironia e tensione». - Marco Mathieu, La Repubblica

La colpevole riconosciuta è Greta Beckford, figlia di uno scultore inglese, condannata a quattordici anni di carcere per l’omicidio di Irene Moroni, avvenuto una sera d’estate a Marina di Pietrasanta, in Versilia. Greta aveva vent’anni, Irene diciotto. L’accusatore si chiama Dario Corbo, giornalista. All’epoca dei fatti era un giovane cronista che si era gettato sul caso andando a frugare senza pietà nelle vite di Irene, di Greta e dei loro amici, alla ricerca spasmodica dei segreti più scandalosi da dare in pasto all’opinione pubblica. Ora, a distanza di anni, la sua testata lo ha messo fra il personale in esubero, mentre Greta Beckford ha goduto di uno sconto di pena. È libera e ancora molto facoltosa, ma prigioniera di una depressione che si è fatta più insopportabile proprio da quando è uscita dal carcere. Dario Corbo invece non ha più un lavoro, il conto corrente è in rosso, e ci sono una moglie e un figlio da mantenere. Un grande editore è disposto a investire in un memoriale-intervista fra l’assassina e il suo accusatore. Il libro è destinato a fare notizia, dato lo scalpore che il caso aveva suscitato. Dario inizialmente rifiuta, ma i soldi in ballo sono tanti, e Corbo vede in quel libro la sua unica chance di sopravvivenza. Non firmerà mai la riabilitazione di un’assassina, promette a se stesso e anche alla moglie, perplessa ma rassegnata al fatto che il marito accetti l’incarico. Per quanto imbarazzante sia, Dario Corbo si prepara a un salto nel passato e decide di trascorrere l’estate in Versilia accanto a Greta, la donna che per lui ha ucciso una ragazza innocente.
3,91
di 5
Totale 23
5
11
4
4
3
5
2
1
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    LucaMilano

    28/02/2019 19:54:55

    Prima lettura di Simi, ottima impressione, lineare non scontato una trama ben congegnata senza pecche. Tanto mistero in un noir italiano di livello pregevole con sconfinamenti in fatti di cronaca degli anni 90 che reggono bene. Nero e misterioso come le caverne buie e inesplorate dell'alta Versilia, tenebroso come Nora, la dark Lady Anglo versiliese,  il romanzo di Simi è un giallo sui generis scritto bene, meglio di molti altri sul mercato nazionale.

  • User Icon

    David Manzoni

    23/09/2018 09:55:24

    Ancora il massimo perché sì, proprio non riuscivo a staccarmi ieri. Ho divorato tre quarti del libro dopo che nel primo quarto ho faticato un pochino. Simi è veramente molto, molto bravo soprattutto in una cosa: la caratterizzazione dei personaggi. E' incredibile come questi riescano piano piano quasi a diventare dei nostri "amici", riescono così tanto a coinvolgere emotivamente che è difficile staccarsi dalle pagine. Inoltre il classico caso della ragazza scomparsa nella cittadina di provincia con tutti gli annessi e connessi crea quell'alone di mistero che si autoalimenta pagina dopo pagina. E così ti ritrovi a divorare le 400 pagine e passa per sapere come va a finire, ma soprattutto perché da Dario Corbo fino a Nora Beckford ogni singolo personaggio è caratterizzato in maniera superba. Vincente anche la narrazione che alterna flashback a momenti attuali in maniera molto fluida. Premio Scerbanenco meritatissimo a mio parere. Se cercate qualcosa da leggere sotto l'ombrellone l'avete trovato.

  • User Icon

    Federica

    19/09/2018 15:25:11

    Nora Beckford ha passato quindici anni in carcere accusata di aver assassinato una coetanea, dopo averla brutalmente seviziata, nell’estate del 1993. Dario Corbo allora era un giovane giornalista e di quella storia sa tutto. Ma tutto quello che sa è la verità? Un’indagine ventitré anni dopo il fatto coinvolge Corbo, ormai immerso nella crisi, crisi del mondo moderno – molto lontano da quel tempo remoto senza rete, senza cellulari, senza social network – del suo lavoro, del suo matrimonio. La ricerca della verità – che egli è certo di sapere – si accavallerà con la sua storia personale e la storia drammatica di quegli anni passati, in un gioco di specchi nei quali alla fine sarà chiaro ciò che nessuno avrebbe voluto vedervi. Un noir vero, come raramente capita di leggere. Non conoscevo Simi e la scrittura, la trama, l'ambientazione, tutto mi è piaciuto di questo suo libro. Ho appena comprato il seguito.

  • User Icon

    Fulvia Perillo

    04/09/2018 19:56:14

    Dario Corbo è stato un giornalista di successo, ma le circostanze della vita ed il suo non volersi piegare a compromessi hanno fatto sì che la sua carriera naufragasse. Insieme al lavoro, Corbo si è giocato la famiglia, perchè la moglie Giulia lo ha lasciato, portandosi via il figlio quindicenne. E mi chiedo quando. Quando, esattamente, ho iniziato a cadere? Perchè il punto è che non si precipita mai lentamente. La gravità è una legge implacabile. < Ricostruendo a ritroso la sua vicenda, Dario si imbatte in una estate lontana, quella del 1993, quando, praticante cronista di nera, si è trovato immerso in un caso terribile, quello della scomparsa della diciottenne Irene Calamai, trovata poi morta in tragiche circostanze. Il macabro ritrovamento e la girandola di eventi di quel periodo sono rimasti indelebili nella memoria del giornalista, soprattutto l'arresto dell'unica indagata, una ragazza strana e inquietante, Nora Beckford, figlia di un famoso artista. La Beckford, dopo una prima assoluzione, è stata poi condannata ed ha scontato quindici anni di carcere, per poi tornare alla sua villa in Versilia, diversa e provata, ma pur sempre particolare. Per una sua voglia di verità e sollecitato dal magistrato Lavinia Monforti, Dario torna nei luoghi del delitto e prende a indagare a suo modo. Da qui si dipana una vicenda strana, complessa e decisamente carica di suspence. La storia, pur essendo complicata per trama e ricca di deviazioni, si segue benissimo, appassiona e porta il lettore letteralmente dentro il percorso del giornalista. Attraverso incontri col passato, riflessioni amare e momenti di paura, Dario Corbo vive nuovamente un'estate senza tregua, in cerca forse di un'altra verità oppure di conferme. Una lettura che trascina ed emoziona : davvero consigliata.

  • User Icon

    Ennio

    25/06/2018 13:31:10

    Bello, bella storia, bei personaggi, avvincente, calato nella storia recente. Un po' affrettato e catastrofico il finale. N.B. Bisognerebbe dire all'autore che il 31 giugno non esiste.

  • User Icon

    Martina

    22/05/2018 12:32:21

    Per la prima volta leggo un romanzo di Giampaolo Simi e penso proprio che ne leggerò altri. Scrittura elegante, personaggi ben tratteggiati. La trama è un po' complessa, ma avvince

  • User Icon

    Rosanna

    28/02/2018 16:20:11

    Finalmente l'ho finito! Ma quanta fatica... Un romanzo noioso, contorto, in cui si mescola di tutto, mafia, terrorismo, poteri occulti, mostre d'arte, giornalismo, e tanto altro per imbastire una storia che non è un thriller, non è una storia d'amore, non è un'inchiesta, non è nient'altro che un esercizio di scrittura fine a se stesso. Sconsigliato.

  • User Icon

    Anna

    23/02/2018 15:16:54

    Bel libro. Un po' faticoso l'intreccio. Vorrei più che altro segnalare un grave errore a pag 257: parlando del diario di Irene si fa riferimento al giorno 31 giugno. Che non esiste nel calendario perchè giugno ha solo 30 giorni.

  • User Icon

    jane

    20/01/2018 16:44:34

    Francamente mi aspettavo di più; ci sono buoni ingredienti e buoni personaggi, ma anche parecchi stereotipi ambientali e sociali e alcuni personaggi veramente inutili. Un po' troppa "carne al fuoco" : anziché accumulare ci sarebbe voluto un lavoro "in levare"

  • User Icon

    gianni

    09/12/2017 14:03:42

    ho letto questo libro con grandi aspettative ma purtroppo non mi ha convinto completamente. Trama piacevole ma senza grande suspance, solo nel finale viene fuori l'anima thriller

  • User Icon

    chicca

    09/11/2017 17:12:51

    Bello, bello e bello. Probabilmente il miglior libro che ho letto quest'anno. C'è tutto: trama, suspance, scrittura elegante, personaggi veri, cronaca e critica sociale, mescolati con grande saggezza e maestria. Mi sono sentita particolarmente vicina al protagonista, quasi mio coetaneo, nel suo pacato, quasi rassegnato, racconto del fallimento della nostra generazione.

  • User Icon

    giorgio g

    06/11/2017 15:42:53

    Non mi ha convinto. L'omicidio di Irene Calamai, morta da ventitré anni è ripreso da Dario Corbo, il suo grande accusatore di un tempo e giornalista silurato, e lo porta a scagionare l'indiziata Nora Beckford che fu condannata a quindici anni. Si inseriscono nella storia il Magistrato Lavinia Monforti e tanti, troppi personaggi. Anche lo stile non è dei migliori. Ecco due esempi: "Dovessi riassumere in poche righe la Versilia, direi che il mare è la coperta e la spiaggia il risvolto morbido del lenzuolo.” "Vedendola di profilo e sovrappensiero direi che ecco, potrebbe aver avuto un antenato spartano trucidato alle Termopili.” Cosa avrà voluto dire?

  • User Icon

    n.d.

    04/10/2017 19:09:22

    Veramente molto ben scritto e la storia è coinvolgente.

  • User Icon

    angelo

    23/09/2017 10:02:43

    Ingredienti: la sparizione di una 18enne nell’estate del ’93, la tenacia di un giornalista quasi fallito nel riaprire il caso 23 anni dopo, uno scontro tra apparenze superficiali e realtà nascoste, una indagine in salita che porta ad una rovinosa discesa. Consigliato: a chi vuol ripercorrere gli anni di tangentopoli, stragi mafiose e “Anime salve”, a chi trova la propria condanna nella ricerca e scoperta della verità.

  • User Icon

    giorgio64

    06/09/2017 11:50:56

    Nel complesso non è male, peccato che la narrazione diventi via via pesante con l'inserimento nella trama di troppi personaggi per arrivare ad un finale direi quasi scontato. Per come la vedo io sempre meglio di tanti noir nordici o americani, per carità. Mi è comunque sembrato che l'autore (molto simpatizzante col protagonista, un ex giornalista in crisi) abbia voluto mettere troppa carne al fuoco. Alcune cose potevano essere più ampiamente trattate, altre forse lasciate più nell'ombra.

  • User Icon

    luca bidoli

    30/08/2017 13:53:27

    Splendido, all'inizio, nelle prime centocinquanta/ settanta pagine; uno splendore relativo, è ovvio, visto la pochezza che ci viene, specie o soprattutto da libri recenti, proposta. Poi: una storia che si fa inverosimile, si intreccia con trent'anni o quasi di vicende torbide nostrane, si aggroviglia, si svuota e si riempie di trame che coinvolgono carabinieri in pensioni, magistrati rampanti, squallori di mafie e camorre, attentati nei primi anni novanta, Falcone e Borsellino, un tessuto del nulla che cerca una superficie nelle vicende, sempre più grottesche ed inverosimili di personaggi che, alla fin fine, alla caratura e lo spessore delle sottilette fila e fondi. Prevedibile e stucchevole. Alla fine della lettura mi sono sentito male, fisicamente: per il disgusto e lo sdegno. Basta. Sellerio: un casa editrice, a mio modesto ed umile, nonché inutile avviso, è ovvio, dalla quale, un tempo, seguivo con attenzione il catalogo e che ora pedino, con sospetto e timore. E residua speranza.

  • User Icon

    AdrianaT.

    23/08/2017 08:21:03

    Per essere un genere a cui mi sto via via disaffezionando, qui sono riuscita ad arrivare alla​ fine come ormai succede solo con Scerbanenco, Robecchi e Manzini. Nonostante qualche scivolata nei luoghi comuni (la petulante moglie separanda e relativo adolescente da spartire), la scrittura non è brillantissima ma piacevole e Simi, come in 'Cosa resta di noi', ha imbastito una trama non pedantemente gialla e dignitosa, un paio di personaggi non male e forse in grado di traghettarti al prossimo.

  • User Icon

    donata

    18/08/2017 04:48:53

    Dario Corbo ha la possibilità di rivedere un caso che ha trattato da giovane reporter. Questo lo porterà a riflettere sulla sua vita, sugli anni della giovinezza attraverso la ricostruzione di un omicidio che, diviene un puzzle , i cui pezzi sembrano incastrarsi per poi scompigliarsi di nuovo. La lettura appassiona fino all'imprevedibile finale .

  • User Icon

    ChiaraElisa C.

    09/08/2017 18:12:03

    Dopo il successo di Cosa resta di noi, Giampaolo Simi ritorna con un noir che disturba e sorprende: "La ragazza sbagliata". Questa è la storia di una donna che uccide e di un uomo, molto importante, che la accusa. Ma dov’è la verità? E dove risiede il male? La tensione sale piano come la marea e l’amore è raccontato in modo disturbante, morboso e malato. Il vuoto dell’anima trasfigura i suoi protagonisti e li rende quasi dei mostri, impossibilitati ad analizzare realmente i loro sentimenti e a guardare la storia al di là della brutalità. Vincitore del Premio Scerbanenco 2015, Simi mette in mezzo la giustizia, i terribili legami famigliari, i dubbi, gli inganni e intravede la possibilità di una nuova vita. Un personaggio appare e scompare e forse è proprio quello che è stato ucciso. Ma perché? Forse aveva commesso lui stesso qualcosa di terribile? Mentre si muovono attorno a questo scenario le quiete banalità dei personaggi secondari, l’assassina e il suo accusatore sono come pedine di una scacchiera, pronti a studiare con attenzione l’avversario, prima di decidere la prossima mossa. "La ragazza sbagliata" è un noir che procura i brividi, che disturba il lettore e allo stesso tempo non gli concede pausa.

  • User Icon

    carlina

    30/07/2017 18:32:26

    Anche se mi pareva che ci fosse un po' troppa "carne al fuoco" (dalla mafia ai parà), la lettura mi ha veramente coinvolta. Atmosfera un po' dark che trattiene e avvince il lettore.

Vedi tutte le 23 recensioni cliente
  • Giampaolo Simi Cover

    Giampaolo Simi si è sempre interessato prevalentemente di narrativa di genere, dal fantastico all'horror, dal giallo al noir. Ha esordito nel 1996 con il romanzo Il buio sotto la candela (Baroni), pubblicando poi Direttissimi altrove (DeriveApprodi, 1999), Figli del tramonto (Hobby&Work, 2000), Tutto o nulla (2000, DeriveApprodi, ristampato da Mondadori), L'occhio del rospo (2001, Adkronos Libri). Per Einaudi Stile libero ha pubblicato Il corpo dell'inglese (2004), Rosa elettrica (2007) e ha scritto un racconto per l'antologia Crimini italiani (2008). Per edizioni E/O ha pubblicato La notte alle mie spalle (2012). Per Sellerio Editore Palermo ha pubblicato Cosa resta di noi (2015). Pubblicista, collabora con riviste e quotidiani. Approfondisci
| Vedi di più >
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali