Il re dei barbari

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Douglas Sirk
Paese: Stati Uniti
Anno: 1954
Supporto: DVD
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 11,87 €)

Gli Unni di Attila premono sull'Impero romano. L'imperatore Teodosio manovra per tenerli a bada; il centurione romano Marciano sposa la sorella dell'imperatore, Pulcheria, e diventa imperatore. Il papa Leone ferma gli Unni, con la potenza e la mitezza della sua parola.
  • Produzione: Cinema & Cultura, 2018
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Durata: 89 min
  • Lingua audio: Italiano (Mono 2.0); Inglese (Stereo 5.1); Francese (Mono 2.0); Spagnolo (Mono 2.0); Tedesco (Mono 2.0)
  • Lingua sottotitoli: No
  • Formato Schermo: 4:3 1.33:1
  • Area 0
  • Contenuti: Trailer - Galleria fotografica - Poster & Locandine
  • Jeff Chandler Cover

    Attore statunitense. Viso dai tratti somatici marcati, capelli precocemente brizzolati, alta statura, nella sua non lunga carriera ha interpretato per lo più personaggi d'azione dal carattere deciso: sceriffi, soldati, uomini della Frontiera. Esordisce con Il maggiore Brady (1954) di G. Sherman e interpreta in seguito una decina di film, tra i quali Vento di passioni (1958) di R. Wilson, La tragedia del Rio Grande (1958) di J. Arnold, Uno sconosciuto nella mia vita (1959) di H. Käutner e Ritorno a Peyton Place (1961) di J. Ferrer. Fornisce la sua migliore prova in L'urlo della battaglia (1962) di S. Fuller, un film di guerra crudele e realistico, arrivato sugli schermi l'anno successivo alla sua morte. Approfondisci
  • Jack Palance Cover

    Nome d'arte di Volodymyr Palahniuk, attore statunitense. Di origine ucraina, giovanissimo si afferma come pugile non volendo fare il minatore come i suoi familiari. Un incidente subito durante la guerra gli sfigura il viso che, nonostante le molteplici plastiche facciali, conserverà quella espressione «da duro» che gli apre le porte del mondo dello spettacolo. Dopo buone prove a Broadway, ottiene il primo successo sul grande schermo nel 1950 con la parte di uno spietato assassino in Bandiera gialla di E. Kazan. Rude, grintoso ma dotato di un certo fascino, in cinquant'anni di carriera è interprete di più di un centinaio di film. Lo si ricorda crudele pistolero in Il cavaliere della valle solitaria (1953) di G. Stevens, attore ricattato in Il grande coltello (1955) e soldato eroico in Prima... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali