Artisti: King Crimson
Supporto: CD Audio
Numero dischi: 1
Etichetta: Panegyric
Data di pubblicazione: 13 ottobre 2004
  • EAN: 0633367050724

76° nella classifica Bestseller di IBS CD - Pop Rock internazionale - Classic Rock e Progressive

pagabile con 18App

Articolo acquistabile con 18App

Disponibile anche in altri formati:

€ 12,90

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Capolavoro assoluto!

    18/09/2018 20:10:54

    Tutti i lavori dei K.C da in the court... a Red sono sicuramente dei capolavori. Piu’ progressive e musicalmente strutturati e complessi alcuni, piu’ rock Red, ma di una forza e di una modernita’ eccezionale, se pensiamo che si tratta di un disco del 1974. Inoltre Wetton con una voce potentissima. E Starless, quella che doveva essere l’ultina canzone dei King, come disse Frippin in una intervista dell’epoca, la degna conclusion di tutto. Poi, si Sa come vanno queste cose, tornarono dopo 10 anni... ma quella fu’ tutta un’altra storia.

  • User Icon

    francesco losurdo

    06/04/2009 13:22:15

    Uno dei dischi più belli della storia del rock! Intenso, vibrante, spigoloso e struggente... un capolavoro che ha folgorato intere generazioni di amanti del rock più colto e maturo. I brani sono su livelli di eccellenza assoluta ma su tutti spicca "Starless", una delle più belle melodie di sempre, che la voce di John Wetton rende semplicente "da brividi".

  • User Icon

    Vik

    11/04/2007 11:37:19

    Un capolavoro assoluto. Uno tra i migliori lavori dei King Crimson, sicuramente il più rock. Da avere P.S. il bassista è John Wetton che entrerà in seguito negli ASIA. Greg Lake suona sul primo album dei KC e su alcune tracce del secondo

  • User Icon

    Tommy David

    15/04/2006 23:17:15

    Un album di un Fripp (chitarrista e mente dei KC) ormai maturo, assieme a Bruford degli Yes e a Lake degli ELP. Cosa poteva uscirne, se non un autentico capolavoro? La sperimentazione tocca qui livelli altissimi, vette irraggiungibili e ineguagliate.

  • User Icon

    pedro

    13/06/2005 23:02:27

    che dire...un cult nella loro discografia. con due cavalli di battaglia: l'omonima, e l'immensa Starless.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione